Come diminuire gli antidepressivi?

Inviata da Ewa. 3 feb 2015 10 Risposte  · Depressione

Buongiorno ho una domanda. Ho bisogno di aiuto. Vivo in Marocco sono donna polacca qua sono caduta in depressione. Mi anno dato per 2anni veloxar e lamictal. Sono stanca di prendere pastiche. Mi sento bene. La domanda e? Come diminuire dose? . Per favore aiutate qua non voglio più andare da psicologi marocchini. Grazie di cuore se mi rispondete

donna

Miglior risposta

Gent.le Ewa,
il farmaco va sempre sospeso gradualmente ma sempre sotto supervisione medica di uno psichiatra perchè lo psicologo non può prescrivere farmaci. Il mio consiglio è quello di rivolgersi ad uno psichiatra della sua zona, non li sospenda di sua iniziativa.
Cordiali saluti

Dott.ssa Elena Moretti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

buon giorno,
purtroppo i farmaci di questo tipo devono essere gestiti in modo minuzioso, a mio parere dovrebbe domandare al medico che le ha fatto la prescrizione, in seconda analisi lei dice di stare bene, rispetto a cosa? sicuramente anche in marocco ci saranno dei colleghi bravi......
spero di esserle stata utile.
Dott.ssa Verusca Gorello
Psicologa Psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 FEB 2015

Logo Dott.ssa Verusca Gorello Dott.ssa Verusca Gorello

57 Risposte

24 voti positivi

Getile Ewa,
per ogni domanda relativa ai farmaci deve chiedere ai medci. Ha seguito anche una psicoterapia? di solito col progredire di quest'ultima e con i risultati di essa la persona, sentendosi meglio, può diminuire i farmaci

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

10 FEB 2015

Logo Valentina Sciubba Valentina Sciubba

1054 Risposte

693 voti positivi

Gentile Ewa, una terapia farmacologica, di qualsiasi genere, deve essere supervisionata da un medico, e una terapia a base di psicofarmaci a maggior ragione necessita di un piano terapeutico opportunamente stilato da uno psichiatra. Per cui le consiglio di tornare dal suo psichiatra che le ha prescritto questi farmaci e condividere e concordare con lui l'eventualità di iniziare a diminuire i dosaggi. Potrà essere solo il medico, una volta valutata la sua condizione con uno o più colloqui, decidere se è opportuno in questo momento lo scalaggio dei farmaci: in caso affermativo, anche per questo programma di dimunuzione, dovrà seguire le sue indicazioni precisamente. E' sempre controproducente auto somministrarsi una diminuzione farmacologica. Inoltre, il mio personale consiglio, rispetto alla depressione di cui parla, è quello di farsi seguire anche da una psicoterapeuta, che la possa aiutare, in psicoterapia, ad attenuare ulteriormente i sintomi depressivi, lavorando sulla elaborazione dei suoi vissuti. Un cordiale saluto, dott.ssa Annalisa Sammaciccio psicologa psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

10 FEB 2015

Logo Dott.ssa Annalisa Sammaciccio Psicologa Psicoterapeuta Dott.ssa Annalisa Sammaciccio Psicologa Psicoterapeuta

24 Risposte

13 voti positivi

Buongiorno Ewa
le molecole che vanno a modificare i neurotrasmettitori sono raffinate e hanno bisogno di una guida esperta che le possa dare le giuste indicazioni. Questo campo è specifico dello psichiatra, si affidi a qualcuno locale che abbia le caratteristiche corrette,non si fidi di altre figure. Inoltre, se le hanno prescritto dei farmaci è possibile che sia opportuno un supporto psicologico nel frattempo.
Cerchi un professionista locale che abbia curriculum universitario appropriato e possibilmente conosciuto da qualche suo amico/a, un tratto di strada della sua vita con un esperto le farà percorrere questo tragitto più rapidamente.
buon lavoro

dott.ssa Giuliana Càccico - Psicologa e Psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

10 FEB 2015

Anonimo

Gentile Ewa,
se lei stà curando la depressione non può pensare di sospendere totalmente la cura col "fai da te". Sarebbe certo controproducente.
Quindi penso che lei debba fare riferimento ai suoi medici per poter modificare la cura.
Inoltre dovrà fare un bel trattamento di Psicoterapia, non è importante che sia uno psicoterapeuta marocchino o meno, basta che sia bravo!
Faccia quello che deve fare.
Cordiali saluti
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 FEB 2015

Logo Dott.ssa Silvana Ceccucci Dott.ssa Silvana Ceccucci

3084 Risposte

6584 voti positivi

Buongiorno gentile Ewa,
sono daccordo con i consigli suggeriti dai miei colleghi. Gli psicologi non si occupano di farmacologia, il professionista di riferimento per la prescrizione e la dismissione dei farmaci è lo psichiatra. Anche se ora si sente bene, non interrompa da sola ma torni dallo psichiatra che le ha prescritto la cura.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psioterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 FEB 2015

Logo Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

1715 Risposte

2771 voti positivi

Cara Ewa. il mio consiglio è di rivolgersi ad uno specialista locale che possa valutare ad oggi com'è la sua salute psico-fisica e decidere se è il caso di proseguire con i farmaci o di sospendere. Nel caso in cui venisse individuata una buona condizione allora il farmaco verrebbo ridotto poco alla volta, gradatamente, fino alla eliminazione.
Cordiali saluti, dott.ssa Marzero Cinzia

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 FEB 2015

Logo Dott.ssa Cinzia Marzero Psicologa-Psicoterapeuta Dott.ssa Cinzia Marzero Psicologa-Psicoterapeuta

143 Risposte

143 voti positivi

Cara Ewa, come le ha già illustrato il collega nella prima risposta, non può togliere il farmaco senza precauzioni e senza un opportuno programma che solo uno specialista potrà valutare e seguire. Mi sentirei di aggiungere che paralealmente all'eliminazione del farmaco dovrebbe affiancare una psicoterapia per ridurre i rischi legati alle ricadute in stato depressivo.
In bocca al lupo.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 FEB 2015

Logo Dott. Rosario Caruso Dott. Rosario Caruso

2 Risposte

2 voti positivi

Cara Ewa, qualsiasi psicofarmaco prima di essere sospeso deve essere scalato gradualmente e se prende le stesse dosi da ormai due anni presumo che il collega lo ritenga necessario. Non è possibile poter dare indicazioni o prescrizioni online, quindi il consiglio che mi sento di darle e di rivolgersi magari a qualche altro specialista del suo paese che sicuramente riuscirà ad aiutarla. Cari saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

4 FEB 2015

Logo Dott.ssa Scaglione Marisa Dott.ssa Scaglione Marisa

2 Risposte

1 voto positivo

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Blocco psicologico

5 Risposte, Ultima risposta il 19 Gennaio 2016

PAURE ANSIE

13 Risposte, Ultima risposta il 06 Novembre 2017