Come decidersi di andare da uno psicologo e quali criteri utilizzare?

Inviata da Andrea · 21 giu 2016 Autorealizzazione e orientamento personale

Buonasera,
Sto vivendo un periodo molto particolare della mia vita: mi sono sposato da poco e sto passando un brutto periodo al lavoro da qualche mese (praticamente tutto il giorno faccio cose inutili che non interessano a nessuno e neppure a me).
Ho un grande desiderio di riuscire nelle cose e questo mi porta ad essere estremamente nervoso e suscettibile in particolare con la persona che amo. Per esempio, questa sera sono rientrato a casa e visto che non ero stato aspettato per la cena mi sono arrabbiato e ho sgridato mia moglie per delle cavolate (es. perché hai lasciato le finestre aperte? O perché hai apparecchiato in cucina piuttosto che in sala?).
Ovviamente lei ci è rimasta molto male, e dopo avere sbollito la rabbia (10/15min) anche io.
Credo che questo non sia un atteggiamento normale e vorrei evitare di rovinare la vita di mia moglie, per questo ho pensato ad uno psicologo.
A questo proposito avrei 2 domande: 1) è il caso che mi rivolga ad un professionista? 2) se si che criteri devo usare per selezionarne uno?

Grazie infinite per il supporto.

Cordiali saluti

Andrea

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 22 GIU 2016

Gentile Andrea, la vita matrimoniale all'inizio può sconvolgere gli equilibri individuali e ripercuotersi anche sulla relazione stessa, in più i disagi a lavoro rappresentano una grande fonte di stress. Aver fatto il primo passo rivolgendosi a questo portale è indice di grande intelligenza in quanto si è consapevoli di voler risolvere una propria difficoltà. Per scegliere un professionista nella sua zona può affidarsi ai consigli del suo medico di famiglia o sceglierlo qui su questo portale e contattarlo. Le specializzazioni sono tante ma tutte validissime, se pensa che la sua difficoltà si a livello familiare potrà scegliere gli psicoterapeuti con approccio sistemico - relazionale.
Cari saluti
Dott.ssa Barnaba - Taranto

Dott.ssa Barnaba Valentina - psicoterapeuta Psicologo a Taranto

94 Risposte

308 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GIU 2016

Allora....a quanto pare, vivi uno stato di disagio emotivo consistente in tristezza e rabbia.
A parte l'imbottirsi di farmaci, la soluzione lenta ma definitiva e' la psicoterapia, cioe' una tecnica per modificare i pensieri ed i comportamenti che provocano in te, e nei tuoi cari,disagio.
La psicoterapia la fanno gli psicoterapeuti.
Cos'è uno psicoterapeuta?
E' uno psicologo, o un medico che, in parole molto povere, hanno espletato un corso di 4 anni per apprendere le tecniche per modificare il carattere se problematico.
Uno psicologo che non abbia la specializzazione in psicoterapia non ha le competenze per aiutarti.
Premesso questo, c'è da dire che di tipi di psicoterapia ce ne sono molti, alcuni assolutamente inefficaci e basati su ipotesi non scientifiche di 100 anni fa.
E' stato dimostrato scientificamente, con una ricerca commissionata negli anni fa dalle compagnie di assicurazione americane, stanche di rimborsare anni di psicoterapie senza miglioramenti, che le uniche 2 tecniche di psicoterapia che si sono dimostrate efficaci sono la "interpersonale" e la "cognitivo-comportamentale".
Conclusione:
-si va da uno psicoterapeuta (non solo psicologo) quando si vive uno stato di malessere emotivo forte e persistente che danneggia il lavoro e la vita di coppia;
-e' il caso di scegliere uno psicoterapeuta che usi una delle tecniche scientificamente testate, allo scopo di non buttare via i soldi.
Spero di averti chiarito un po' le idee.
Coraggio

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

439 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GIU 2016

Gentile Andrea,
è frequente che si scarichi la tensione nervosa per lo stress accumulato sul posto di lavoro o altrove sulla persona che più ci sta vicino e che non sempre è capace di fare un buon contenimento.
Pertanto lei ha fatto molto bene a pensare di chiedere un sostegno psicologico qualificato potendo così, tra l'altro, imparare a gestire meglio la rabbia ed elevare il suo livello di tolleranza delle frustrazioni.
Il criterio migliore per scegliere il professionista a cui rivolgersi è che sia uno psicoterapeuta specializzato, iscritto all'Albo della sua Regione e abbia buone doti umane e professionali, cosa che capirà dal fatto di sentirsi a suo agio fin dal primo incontro.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7297 Risposte

20612 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GIU 2016

Buongiorno Andrea, rispetto al primo criterio, gli psicologi sono tutti professionisti, nel senso che hanno regolari attestati ministeriali di conseguimento del titolo (o lei voleva intendere qualcos'altro?). Rispetto ai criteri, personalmente gliene consiglio uno solo: ci si deve trovare bene a livello relazionale. Visto che la psicoterapia è un percorso molto particolare (sebbene consigliato per ciò che ha condiviso con noi), deve potersi fidare del collega con cui inizierà.Deve poter avere il senso di accoglimento e protezione emotiva all'interno di quella relazione clinica. Dunque, prima si chiarisca, ad es., se, per lei, sarebbe meglio un terapeuta uomo o donna (così in generale). Poi, io consiglio, spesso, di effettuare almeno tre "prime visite" con differenti colleghi, in modo da poter trovare, con maggiore chiarezza, il/la collega con il quale si è trovato più a suo agio; questo per non rischiare di assumersi (tra l'altro), in un prossimo futuro, la responsabilità di un eventuale delusione terapeutica, pensando che la causa sia solamente sua e non anche del tipo di relazione clinica instaurata.
Buona fortuna
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

728 Risposte

1103 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 GIU 2016

Gentile Andrea, lei sicuramente si trova in una condizione di disagio lavorativo che si riperquote inevitabilmente sulla sua vita familiare. Il fatto che lei voglia rivolgersi a qualcuno è già un aspetto positivo in quanto la sua motivazione a voler chiedere aiuto la aiuterà a facilitare i prossimi passi. Può rivolgersi ad uno psicologo della sua zona. Se non ne conosce nessuno può consultare l'albo on line degli psicologi della sua regione, oppure può chiedere al suo medico di famiglia che potrà consigliarle qualcuno. Consideri che le prime 3-4 sedute servono per inquadrare il problema e formulare una diagnosi. Sarà il professionista che in seguito e insieme a lei organizzerà il percorso più consono alle sue esigenze.
Buona fortuna

Dott.ssa Francesca Denaro Psicologo a Prato

103 Risposte

141 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 GIU 2016

Gentile Andrea,
Si rivolga ad uno psicologo che le possa fare un approfondito esame psicodiagnostipo (ci vogliono tra 3 e 5 sedute), sarà lui a indirizzarlo ulteriormente nella scelta del professionista e del percorso che fa per lei ( cosa che dipende dall'esito della diagnosi), in bocca al lupo,

Dott.ssa Codruta Ileana Terbea Psicologo a Lecce

105 Risposte

192 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27350

domande

Risposte 94400

Risposte