Come decidere cosa fare nella vita?

Inviata da Diego · 10 giu 2015 Orientamento scolastico

Salve,
Ho 19 anni e sono in una fase di profonda crisi. E' appena finito il mio primo anno di università e già da tempo sono soggetto a un forte blocco nello studio. Non mi viene assolutamente voglia di studiare. Ma iniziamo da zero. Mi sono iscritto l'anno scorso alla facoltà di Fisica sospinto da forte determinazione e sogni adolescenziali nel diventare un fisico. Il problema è che seppur mi piace tutto quello che abbiamo fatto durante questo primo anno il mio interesse e soprattutto la visione del mio futuro si sono letteralmente frantumate. E' da un po' che rifletto sul da farsi, ma non riesco più a trovare qualcosa che stuzzichi la mia mente. Le mie giornate passano così, senza più molta vitalità. Devo dirvi non ho mai avuto grosse difficoltà a studiare, anche se ho sempre sacrificato un sacco di tempo per le relazioni per farlo ed infatti sono leggermente introverso, ma direi nulla di inaffrontabile. Effettivamente ho anche pensato di cambiare facoltà (tipo andare a ingegneria), però penso che se riuscirò a superare le difficoltà lì avrei potuto farlo altrettanto bene anche a fisica. Mi sembra che la mia vita sia costretta allo studio della Fisica e che se non riuscissi a farla (penso per dimostrare qualcosa a me stesso a sto punto più che agli altri), non sarei in grado di fare nient'altro.Il problema è che la mia voglia di studiare è unicamente veicolata dallo studio in sé ossia dalla mia voglia di conoscere e non poi applicare quello che conosco.

Mi sembra che nella mia vita non funzioni più nulla. Non capisco neanche cosa voglio fare. Non ho né aspirazioni né progetti per il futuro. Quest'anno ho anche conosciuto una ragazza che mi piace, ma se venisse a sapere di tutto ciò penso che la deluderei.

Non so, aspetto con ansia vostri consigli...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 GIU 2015

Gentile Diego,
nell'ultimo anno è stato protagonista di un grande e significativo cambiamento ed i cambiamenti destabilizzano e portano a mettersi in discussione. Trovarsi a prendere delle decisioni (anche se si è sempre avuto le idee chiare), misurarsi con nuove realtà, relazioni e nuove responsabilità inevitabilmente porta a farsi delle domande e magari a scontrarsi con una realtà che non è esattamente quella che ci eravamo immaginati. Probabilmente necessita di tempo per metabolizzare il cambiamento, per riflettere con calma sulle scelte fatte e su quello che hanno comportato, per riflettere sulle sue aspettative, sui suoi bisogni e desideri. Forse in questo primo anno si è mosso più guidato da quel sogno di essere fisico che da sempre ha avuto ed ha perso un po' di vista come effettivamente stava accumulando così malessere. Un percorso di orientamento potrebbe esserle utile...poi gli altri aspetti (difficoltà di studio comprese) ne beneficeranno di conseguenza.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1039 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 FEB 2016

Caro Diego,
alla fine come è andata a finire? Sei riuscito a rimotivarti nello studio?
Io ci spero tanto perché penso davvero che la tua intelligenza non vada sprecata e penso che nemmeno il tuo tempo debba essere così opaco e vuoto.
Tu hai bisogno di darti motivazioni forti e voglia di tornare a sognare ancora come facevi da piccolo.
Se riuscirai ancora a sognare, allora potrai ritrovare le energie che ti mancano.
Se vuoi farmi sapere l'andamento attuale scrivimi in mail interna a guida psicologi.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7129 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 GIU 2015

La spinta motivazionale penso sia il nucleo del problema. La vita è fatta anche di tappe ed opportunità, in questo momento (19 anni) puoi riprogrammare la tua mente per guidare la tua volontà (risorsa energetica) verso obiettivi consoni con il i tuoi profondi desideri (da esplorare). Per raggiungere alte vette, metti per esempio una scalata in montagna hai bisogno di varie cose. 1) tenere in mente l'obiettivo, 2) allenarti fisica e mentalmente (ti consiglio uno esperto di scalate), 3) preparare le tappe e obiettivi intermedi 4) considerare che stai costruendo le basi per il tuo futuro 5) diventare più assertivo (psicoterapia di gruppo) ti aiuterebbe ad alimentare la tua autostima 6) aumentare l'attività fisica con uno sport di gruppo 7) evitare l'isolamento sociale che comporterebbe un aumento della ruminazione depressogena, in questo momento hai l'opportunità di giocarti una partita importante, è in gioco parte della tua autostima, ora è il momento di giocare la partita , non di star in panchina a guardare mentre gli altri la giocano.

Dott. Francisco Sanchez Psicologo a Salerno

9 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GIU 2015

Caro Diego,
scegliere l'università e iniziarla è un momento di grande cambiamento e può essere che ciò generi dei dubbi. Ritengo positivo che tu ti ponga questo genere di domande, sul futuro, sulla correttezza della scelta fatta... significa che stai valutando se tale scelta è valida ancora oggi, prendendo anche in considerazione un eventuale cambio di rotta (ingegneria). Questo vuol dire che non stai proseguendo il tuo percorso di formazione in modo acritico e spinto solo dalla fantasia di diventare fisico ma che ti stai ponendo domande più concrete e reali (quanto è fattibile quello che ho scelto?).
Proprio per questa tua capacità di riflessione, sottolineo la tua affermazione "mi sembra che nella mia vita non funzioni più nulla": ti riferisci solo all'università? O è un momento particolare e stai incontrando difficoltà in altri ambiti? E come mai senti di deludere la ragazza nel caso in cui tu condivida con lei le tue perplessità?
Rispetto allo studio, il mio consiglio è di darti ancora un po'di tempo per capire meglio se la scelta che hai fatto un anno fa la ritieni ancora valida. Se invece senti di avere altre questioni, che magari influiscono sullo studio, il mio parere è di chiedere un aiuto a un professionista che possa aiutarti a comprendere meglio te stesso, e questo magari avrà delle conseguenze positive anche sull'università.
Un caro saluto,
dott.sa Alessia Besana

Anonimo-149749 Psicologo a Milano

3 Risposte

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GIU 2015

Caro Diego,
i passaggi di crescita (come lo è l'inizio dell'Università) destabilizzano sempre un pò.
Le domande che ti poni, scusa se mi permettono, sono frequenti nei ragazzi della tua età. Si ha fretta di definirsi, di avere ben chiaro da subito cosa si farà da grandi col risultato che non ci si gode più il presente.
Ti lamenti della passione per lo studia e per la voglia di conoscere; ti sembra poco? Sei fortunato ad avere una tale passione. Tutte le grandi evoluzioni dell'uomo partono dalla curiosità e dalla voglia di conoscenza! Perciò segui e goditi questa voglia e non pensare già adesso a come applicare le tue conoscenze. Sei appena all'inizio e il percorso di studi serve anche a orientarsi nei diversi rami di applicazione, ma datti il giusto tempo!
Per concludere non capisco la tua ultima affermazione: perchè la tua ragazza dovrebbe essere delusa dal fatto che hai una passione?
Cerca di goderti di più il momento, sono anni irripetibili.
Un grande in bocca al lupo e se hai bisogno contattami pure. M. V.

Studio di Psicologia Clinica e Psicoterapia dr. Michele A. Vecera Psicologo a Cagliari

25 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GIU 2015

Buongiorno,
non avere voglia di aprire libro quando si è all'università è un problema. Ma la scelta dell'università è stata fatta senza forzatura, nessun vincolo o obbligo verso altri. Immagino che tu abbia l'impressione di aver commesso un errore e non sappia come tirartene fuori.
E se insieme all'università ti aprissi anche ad altre opportunità, a quelle che hai rinunciato o che ti sei negato a causa dello studio?
Potresti forse accorgerti che lo studio diventa secondario ma comunque presente e attivo nella tua vita, e le nuove relazioni o anche semplicemente nuovi interessi, anche di semplice volontariato perchè no? ti aiutano a vivere.
Vivere bene, sentirti attivo, produttivo, magari senza tutte le certezze per il futuro che stai cercando, ma comunque con alcune certezze.

Dott.ssa Moschin Lisetta Psicologo a Samarate

12 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Ciao Diego,
mi sembra che la scelta che tu hai fatto sia frutto di un tuo desiderio, non sei stato obbligato da nessuno mi pare di capire e questo è importantissimo ...stai e vuoi perseguire un qualcosa deciso da te (correggimi se sbaglio) . Sicuramente qualche evento o qualcosa ha destabilizzato la tua attenzione allo studio forse esami che avevano poca attinenza o che non ti hanno dato grande soddisfazione e la cosa è normale sopratutto nel biennio, bisogna fare i conti a volte con delle materie che forse avremmo voluto evitare. Comunque il mio suggerimento è di focalizzarti sul tuo obiettivo ossia sul ruolo che vorresti un giorno ricoprire, documentati su quel ruolo, chi attualmente lo ricopre, cosa fa etc...Cosa vorresti tu realizzare ... vedi quali sono gli sbocchi cerca di vedere OLTRE gli esami che fanno obbligatoriamente parte del percorso formativo . Vedrai che dal momento in cui si riaccenderà in te la fiamma nessuno e dico nessuno potrà spegnerla. Inoltre non preoccuparti del resto del mondo ... Non siamo nati per soddisfare le aspettative altrui ricordalo siamo unici in tutti i sensi. Diego ti faccio un grande in bocca al lupo se hai bisogno di ulteriori chiarimenti o approfondimenti scrivimi pure.
Un abbraccio
Dott.ssa Rosas Maria Giovanna

Dott.ssa Maria Giovanna Rosas Psicologo a Como

19 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Ciao Diego,
il tuo blocco è comprensibile e molto diffuso alla tua età... Leggendo la tua domanda ho pensato: "adesso qual'è la tua motivazione? dov'è finita?" perchè è proprio la motivazione che indirizza le nostre attività. Concentrati sul "qui e ora", sul tuo presente che rappresenta la chiave dell'autostima di ciascuno di noi...
Ti consiglio un percorso di orientamento, di riscoperta delle tue risorse e dei tuoi punti di forza attraverso il supporto di uno Psicologo Psicoterapeuta vicino a te...

Un caro saluto,

Dr.ssa Samanta Scancella
Psicologa Psicoterapeuta (Guidonia-Roma)

Dr.ssa Samanta Scancella Psicologo a Villanova

7 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2015

Caro Diego, credo che sia del tutto normale la confusione in cui ti trovi. L'obiettivo è incerto e lontano (troverò lavoro? che lavoro farò?) e le energie necessarie a raggiungerlo sono per ora immense. E' come se stessi facendo un investimento finanziario ad alto rischio senza avere certezza di quanto guadagnerai.
Se la fisica ti piace e pensi che il tuo futuro lavorativo potrebbe essere in quel campo, vai avanti con un po' di coraggio e la strada si spianerà mano mano che la percorrerai.
E' importante anche il fatto che tu possa frequentare anche una ragazza, con cui condividere paure e dubbi della tua vita, del tuo percorso di studi, del tuo futuro, oltre che momenti belli. Può darti benessere e sperimentare che le insicurezze fanno parte delle persone, ma si possono superare parlandone e essendo ascoltati.
Tanti auguri per la tua vita!
D.ssa Barbara Paolinelli- Trento

Dott.ssa Barbara Paolinelli Psicologo a Trento

42 Risposte

36 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2015

Caro Diego,
mi sembra di intuire che la tua scelta per un indirizzo di studio piuttosto impegnativo e probabilmente motivato da una tua attitudine, abbia assorbito quell'energia in più che avrebbe dovuto incanalarsi in qualche interesse alternativo adeguatamente alla fase adolescenziale. Lo stato di insoddisfazione in cui ti trovi potrebbe dipendere da questo e giustifica anche il tuo disagio nel pensare che la ragazza da poco conosciuta, noti tale lacuna. Affronta con lei fin da subito la situazione e se nel frequentarla scoprirai delle affinità, sicuramente ne trarrai dei vantaggi. Cambiare facoltà non ha senso, come tu stesso hai pensato. Si tratta di riuscire a trovare un equilibrio tra l'investimento di interesse sullo studio e quello sul tempo libero ed attraverso quest'ultimo recuperare la gioia di vivere. Resto a tua disposizione, nel caso ti andasse di approfondire. Ciao
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

665 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2015

Gentile Diego,
penso che nella scelta di una facoltà, seppure non si abbia la certezza del tipo di lavoro che essa porterà a svolgere, pure ci deve essere il desiderio di lavorare in futuro nel settore corrispondente alla stessa facoltà.
Ha mai contattato un centro di orientamento? Ne esistono spesso nelle università stesse e presumibilmente le daranno utili informazioni.
Uno psicologo psicoterapeuta potrà inoltre approfondire l'argomento ed allargarlo eventualmente ad altri collegati, in modo da fornirle tutti gli strumenti utili alla sua autorealizzazione.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

728 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2015

Caro Diego,
la mia impressione, leggendo queste righe, è che lo studio sia un problema secondario, che si risolverebbe facilmente una volta affrontato il problema primario, ovvero la mancanza di aspettative e di progettualità per il futuro. Probabilmente senti che nella tua vita manca qualcosa che vorresti coltivare di più e forse questo qualcosa ha a che fare con te stesso, con l'immagine che hai di te e come ti presenti al mondo. Non temere di presentare i tuoi aspetti di vulnerabilità alle persone che ti sono vicine, anche questo fa parte di una relazione matura. Credo che un breve percorso di psicoterapia individuale possa aiutarti a lavorare su alcuni aspetti della tua vita e a riprendere in mano anche le redini della tua carriera universitaria.
Resto a tua disposizione per eventuali chiarimenti.
Saluti.
Dott.ssa Valentina Miceli

Dott.ssa Valentina Miceli Psicologo a Roma

25 Risposte

55 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2015

Caro Diego,
il futuro è una parte complessa di noi: è riempito di aspettative e timori, è ignoto e non ci consente il controllo.
Quello che sti vivendo è un periodo di confusione e la confusione ci manda il messaggio che è bene mettere ordine. Tra i pensieri, le emozioni, in sogni.

Chiedi un supporto ad uno psicologo della tua zona. Ti aiuterà a riordinare e a darti una direzione. Puoi anche rivolgerti allo psicologo della tua facoltà, se ne ha uno.

Per quanto riguarda la ragazza che ti interessa, per quale motivo pensi di non poterle raccontare anche questa parte di te? Le fatiche e i dubbi del momento?

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2094 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2015

Buongiorno Diego,
personalmente ho seguito molti studenti in momenti di crisi simili al tuo.
Credo che sia necessario un breve percorso di orientamento per te, cos' che tu posa scoprire le tue reali motivazioni e passioni.
A tua disposizione

Dott. Fabio Glielmi

Dott. Fabio Glielmi Psicologo a Roma

174 Risposte

262 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17600

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 91950

Risposte