Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come convivere con la mia malattia?? Ho solo 18 anni

Inviata da Edward il 22 nov 2014 Crisi esistenziale

Salve a tutti, sono un ragazzo di 18 anni di colore, tra i tanti problemi che ho, compresi quelli familiari con mio padre, c'è anche la malattia comparsa la prima volta l'anno scorso. Ho la vitiligine, in pratica sono una mucca a macchie. Me ne vergogno tantissimo, sono già molto timido di mio, e mi imbarazza pensare che la gente possa vedermi in questo modo. Alcuni compagni di classe addirittura mi offendono insinuando che io mi sia "sbiancato", cosa che per altro non farei mai! Sono contento di essere un ragazzo nero, o meglio mulatto, non avrei mai voluto una cosa del genere. Ormai sono costretto a mettermi il fondotinta bianco perché praticamente sono più bianco che nero. Quando dico bianco intendo proprio bianco! la mia pelle è chiarissima :( Fortunatamente i miei tratti somatici potrebbero anche starci perché comunque ho il naso e la bocca come quelli di un europeo, la situazione però mi fa davvero soffrire, soprattutto il giudizio delle persone. Cosa posso fare? Passo le giornate a piangere perché odio il mio aspetto... In oltre mio padre infierisce offendendomi

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Edward, già l'adolescenza è un'età difficile nei rapporti col corpo, figurarsi poi con un problema chiaramente visibile come la vitiligine su un mulatto. Capisco!
Ma c'è poco da fare da un punto di vista medico, finora. E dunque si tratta di lavorare sull'accettazione, considerato che le cause scatenanti non sono matematiche e, pur riconoscendole, non si incide sulla malattia.
Si faccia seguire. Anche presso i consultori, nello spazio giovani. La prestazione è quasi gratuita e molto riservata!

Dr.Brunialti, psicoterapeuta, sessuologa, psicologa europea Psicologo a Rovereto

212 Risposte

671 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gen.le Edward, la malattia c'è ed è reale; non ci resta altro che attuare delle strategie per far si che diventi un punto di forza.I grandi sono stati quelli che hanno fatto dei propri difetti virtù. Prova anche tu!

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Edward, da quello che scrivi e da come ti esprimi sembri un ragazzo con molte risorse e anche molto sensibile.

La sensibilità è senza alcun dubbio una cosa molto preziosa, ma può capitare che in alcune situazione faccia sentire anche molto fragili e porti con sé anche molta sofferenza.

Le malattie della pelle spesso, come molte altre malattie, si definiscono psicosomatiche perché possono essere molto collegate ad aspetti psicologici.

In situazioni come queste credo che uno psicoterapeuta potrebbe aiutarti a sentirti più forte rispetto ai giudizi e alle prese in giro dei compagni, e aiutarti nel gestire tutte quelle situazioni che ti fanno soffrire e che, probabilmente, accrescono le manifestazioni della malattia sulla pelle.

Se desideri parlare con uno psicoterapeuta, informati sui servizi psicologici del tuo territorio o chiedi aiuto per cercarne uno a qualcuno con un po' più di esperienza di te.

Un caro saluto e un grosso in bocca al lupo!

Dott. Perrini Massimo Psicologo a Roma

86 Risposte

134 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Edward credo du debba considerare la difficoltà di vedere definirsi un'identità o di crearsi un immagine di sé in una età delicata quale l'adolescenza..soprattutto quando sono gli altri ad infierire con leggerezza e forse inconsapevolezza sulle nostre insicurezze con battute, scherzi e giudizi.
Prova a farti aiutare da un/a psicoterapeuta per lavorare su te stesso...che sei tanto altro oltre alle macchie e hai un valore e una identità che va oltre la vitiligine!E prova a ricordarlo a chi vede solo le macchie.

Dott.ssa DOMINGO VALENTINA Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Torino

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Edward
per primissima cosa cerca di liberarti di un problema che è solo nella testa delle persone ...cioè il loro giudizio!
Comprendo come il tuo disturbo possa portarti disagio ma le "persone" portate a criticare criticano in ogni caso e qualsiasi cosa quindi...lasciamole al loro disturbo mentale.
Tu devi curare questa malattia, cercare di comprenderla, ma soprattutto devi con viverci, imparare ad accettarla.
Accettare di essere così, fisicamente particolare.
D'altronde ci sono persone che cercano di farsi notare a tutti i costi con tatuaggi, creste, piercing o quanto altro possa decorare il corpo o sottolinearlo... sottolineare momenti particolari di vita.
Metti la cosa nella giusta dimensione, non drammatizzarla agli estremi.
Io sono convinta che le persone di valore e d'intelligenza (da media in sù, i cretini no) sapranno apprezzarti e valutarti non al di fuori di questa particolarità ma nella tua complessità di persona con la tua storia, con la tua pelle così com'è e come sarà.
Coraggio! Fai il possibile per curarti e, contemporaneamente, inizia ad accettarti da subito.
Se ti occorre un aiuto ci sono gli Psicoterapeuti.
Io ci sono!
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta a Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6715 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Edward, capisco la tua sofferenza e credo che ritrovare la serenitá con ul ruo aspetto fisico sia fondamentale per te stesso e non per i giudizu degli altri. Ti consiglio un percorso di psicoterapia cognitivo comportamentale di terza generazione. Rimango a tua disposizione. Dott.sss Elisa Zocchi

Dott.ssa Elisa Zocchi Psicologo a Samarate

109 Risposte

98 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Egregio signor Edward,
prima di pensare come convivere grazie ad un supporto psicologico è da tentare di capire le cause della sua vitiligine e curarla se non risolverla con interventi mirati e personalizzati di psicoterapia in ambito psicosomatico
dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1554 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77800

Risposte