Come convincere il mio fidanzato ad entrare in terapia?

Inviata da anna · 26 ago 2014 Terapia di coppia

Salve,

il mio fidanzato è un narcisista, credo che debba intraprendere un percorso terapeutico, come posso fare a fargli prendere questa decisione?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 AGO 2014

Gentile Anna,
tante sono le persone che avrebbero necessità di incontrare uno psicoterapeuta non solo per cure ma anche per una consulenza competente.
Con una risposta a distanza come qui viene chiesta è difficile trovare spunti interessanti per convincere il fidanzato a farsi valutare da un bravo (è qui è importante che sia davvero bravo!) psicologo, magari psicoterapeuta!
Una consulenza personale presso il professionista della zona (non necessariamente chi ha lo studio in un capoluogo di regione) senz'altro l'aiuterà a far qualcosa, una volta tornata a casa, per portare il fidanzato a farsi valutare (prima ancora che curare!): infatti compito dello psicoterapeuta è anche quello di studiare le possibili strategie comportamentali e anche cognitive per riuscire a portare alla sua attenzione clinica persone che potrebbero avere una seria psicopatologia, prima che sia troppo tardi. Le strategie di intervento vanno studiate e provate assieme alla persona interessata verificandone poi l'efficacia pratica nel proprio ambiente domestico. Trattasi di una consulenza di alcune sedute con obiettivo di riuscire a portare il proprio congiunto all'attenzione clinica dello psicoterapeuta. Ciò infatti rientra tra le abilità di uno psicoterapeuta che opera non con il paziente ma con amici del paziente prima di operare con il paziente stesso. Non si tratta dunque di consigli, ma di un vero e proprio percorso di consulenza ad obiettivo, ovviamente verificabile in breve tempo.
dr Paolo Zucconi, psicoterapeuta comportamentale a Udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1587 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2014

Gentile Anna
quanto lei dice risulta essere un po' vago, occorrerebbe comprendere meglio come s'inquadra il disturbo narcisistico nella personalità del suo fidanzato. Credo che potrebbe iniziare lei a rivolgersi a uno psicoterapeuta, esponendogli le ragioni per cui vorrebbe che il suo fidanzato si rivolgesse ad un esperto, quindi farsi consigliare su come affrontare la questione col suo fidanzato. Tenga conto che se avete problemi di coppia potreste intraprendere una terapia o un counseling di coppia, e quindi lei potrebbe convincerlo ad andare dallo psicologo insieme, se invece i problemi riguardano soprattutto la personalità del suo fidanzato, dovrà essere lui a decidere. A volte comunque rivolgersi ad un esperto e parlarne potrebbe aprire nuove possibilità.

Un caro augurio!

Dr.ssa Elisabetta Cerruti Sola

Dott.ssa Elisabetta Cerruti Sola Psicologo a Biella

29 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2014

Cara lettrice Anna, è molto sintetico il tuo scritto nel quale sembra che ci sia una opinione barra diagnosi già fatta ....E' difficile convincere qualcuno ed a maggior ragione in terapia si sceglie di andare . Può provare a suggerirgli di fare un incontro con uno psicologo eventualmente proponendo di andare insieme dacchè forse gli aspetti caratteriali del suo fidanzato influenzano negativamente il vostro rapporto.
se preferisce provi a scriverci qualcosa in più.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2014

Buondì Anna,
Mi chiedo e ti chiedo, come sei riuscita a fare una diagnosi in base alla quale il tuo ragazzo dovrebbe intraprendere un percorso terapeutico per un problema non vive in prima persona.
La contraddizione che manifesti è quella di pretendere che lui cambi per diventare come vorresti tu e questo mi fa pensare che se vogliamo parlare di 'narcisismo', il tuo sta superando la zona limite. Ti suggerisco di fare una adeguata riflessione attraverso qualche colloquio psicologico di persona. Da qui ti si può dare una mano soltanto se parti da questo presupposto per inquadrare la tua personalità. A tua disposizione per eventuali successivi chiarimenti.
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

670 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2014

Gliela presenti come un'occasione di crescita ed evoluzione personale. Un modo per raffinare la propria conoscenza di sé e trovare le strategie migliori per realizzarsi e stare bene con gli altri. Non come un percorso di cura di quello che gli altri sostengono non vada bene in lui.

Dott. Francesco Pietrini Psicologo a Firenze

11 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27350

domande

Risposte 94450

Risposte