Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come comportarmi con mio marito?

Inviata da valentina il 30 nov 2016 Terapia di coppia

Buongiorno ho 37 anni e sono sposata da 7 anni con mio marito, abbiamo due figli di 2 anni e 6 anni. mio marito è da piu' di tre mesi che lo vedo comportarsi in maniera strana nei miei riguardi dice che non gli do le attenzioni di cui ha bisogno. In questo periodo anche con i figli non ha un bell'atteggiamento sembra quasi geloso e se stiamo tutti insieme li caccia via perché dice che vuole stare da solo con me e non gioca mai con loro strillandogli soltanto. È capace di criticare solo me i miei genitori e mia sorella dicendomi che li vizio, a me questa cosa ferisce tantissimo. Piu' volte ho provato a parlare cosi facendo mi allontana da lui sempre di piu' e poi dice che lui ha bisogno tutte le sere di fare sesso ma io sinceramente non ho voglia di farlo non sono una macchinetta e non voglio farlo cosi tanto per farlo. Siamo arrivati al limite dice cattiverie gratuite su di me e poi quando parlo di famiglia lui dice che metto sempre davanti i bambini. Ma io con lui ho creato una famiglia con tanti sacrifici e non voglio distruggere tutto. Come faccio per fargli capire che non esiste solo il sesso tra di noi?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Valentina
tutto quello che lei ci descrive del comportamento di suo marito possiamo vederlo come sintomi di una situazione di bisogno psicologico e fisico.
Il bisogno psicologico si concretizza in bisogno di sostegno, di ascolto e di vicinanza.
Il bisogno fisico è dato dal desiderio sessuale e intimità.
Penso si sia instaurato un "circolo vizioso" per cui più lui richiede e più lei si allontana.
Ora, a fronte di tutto questo, e fermo restando il fatto che l'amore coniugale non è un dovere, cerchi di recuperare il rapporto a più livelli, pensando anche al suo benessere.
Visto che lei ci tiene a suo marito, uscite insieme e divertitevi un pò di più, aumenterà il feeling e, probabilmente anche la voglia di stare vicini.
Farà bene anche a lei uscire dal ruolo (quasi solo presumo) di madre e riscoprire aspetti di sè che ha trascurato.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6788 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Purtroppo questo è un problema ricorrente, uomini e donne per natura sono fatti in modi differenti, sia fisiologicamente che emotivamente.
L'uomo è più una macchina, ha bisogno delle sue cose, mal si adatta alle esigenze altrui e difficilmente ammette di comportarsi in un modo non proprio consono.
Una donna, soprattutto quando diventa mamma, ha un istinto naturale che la porta a mettere le esigenze dei figli prima di tutto.
Purtroppo alcuni uomini, invece di apprezzare ciò e vederlo come un beneficio per i propri figli, lo vedono come una mancanza nei loro confronti per cui i figli diventano una minaccia al loro "essere prima di tutti".
Nel tuo caso specifico, posso solo interpretare da quei pochi, ma emblematici indizi che mi fornisci. Non so come era il vostro rapporto prima della nascita dei figli, ma se lui era messo in primo piano ora rivendica questa sua posizione.
A volte si spera che una persona possa mettere da parte un po' del proprio ego"ismo", ma avviene proprio il contrario e poco serve a ragionare. Vivi una situazione sicuramente difficile, non sai come fare per mettere le cose a posto, ti senti giudicata ed osservata, ma sempre in maniera negativa senza mai gratificazione, ogni sforzo che compi viene visto come un sopruso al suo volere...ed in questo clima tuo marito vorrebbe anche avere rapporti intimi con te, vorrebbe che lo cercassi!
Spiegargli il tuo stato d'animo poco conta.
Ci vorrebbe un giudice esterno ed imparziale che osservasse i vostri comportamenti e poi vi aiutasse ad elaborarli insieme.
L'ottimo sarebbe se tuo marito fosse disposto a mettersi in gioco, ma per farlo dovrebbe accettare che forse anche lui in qualche cosa può sbagliare. Questo sarebbe il primo ed importante passo.
Naturalmente se decidete di andare da un consulente famigliare, deve essere anche lui a volerlo altrimenti non serve a nulla.
E' ammirevole da parte tua la volontà di migliorare le cose, lottare e metterti in gioco. Il percorso è sicuramente lungo perchè i tuoi figli sono ancora molto piccoli e quello che ti chiede tuo marito è impossibile.
Cerca comunque di non chiuderti nei tuoi pensieri, parla il più possibile con i tuoi e se non riesci a comunicare con tuo marito, scrivi una sorta di diario delle tue sensazioni e di ciò che ti accade.
Non fargli notare le sue colpe o mancanza, in questo momento servirebbe solo a mettertelo sempre più contro e comunque ora ti vede come una nemica per cui non ti ascolterebbe. Quando ti butta addosso delle cattiverie, fai un respiro profondo e cerca di pensare ad una cosa bella... cerca di farti scivolare le malignità di dosso, a volte non sono davvero pensate, sono solo provocatorie.
Quando puoi, stacca la spina da questi pensieri vortice e, se ci riesci, prenditi piccole pause per te stessa.
Ti auguro di risolvere o quantomeno migliorare la tua situazione.

Dott.ssa Guidoni Lucia Psicologo a Pistoia

24 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Valentina,
non è un male che suo marito esprima cosa gli manca nel vostro rapporto, lo veda come un invito a voler far crescere il rapporto di coppia ora che, dopo sette anni, vi siete dati per scontati. Mi rendo conto che per Lei è un vero e proprio scombussolamento nella tranquillità della routine ma creda al desiderio di suo marito di voler crescere. Il fatto che per Lei non ci sia molto desiderio sessuale forse è dovuto proprio al fatto che sotto questo aspetto si è "seduta" nella routine rassicurante. Una terapia di coppia potrebbe aiutarvi ad esprimere i vostri rispettivi bisogni e ad accettarli.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1715 Risposte

2804 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15750

psicologi

domande 19950

domande

Risposte 79450

Risposte