Come capire se gli piaccio? E se è fidanzato?

Inviata da Rossella · 22 mar 2018 Terapia di coppia

Salve,sono Rossella e ho 24 anni...già da un po’ mi piace un ragazzo che viene in palestra ma non riesco a capire se io piaccio a lui perché si comporta in modo strano cioè mi guarda ripetutamente ma senza mai parlarmi ad eccezione di una volta,che risale ad un paio di mesi fa,che mi aiutò a togliere i pesi da un attrezzo e dopo un po’ mentre aspettava che io finissi di fare un altro esercizio,mi disse “oggi non ti vedo molto in forma”....da allora il nulla,silenzio tomba.Intanto mi sono fatta mille domande cioè che magari avrebbe voluto che la volta dopo fossi stata io a dargli confidenza?O che non gli sia piaciuta la mia risposta?Ma infondo la mia è stata una semplice risposta data in seguito ad un’affermazione poco carina da parte del ragazzo che ti piace infatti se devo dirla tutta ci sono rimasta un po’ male anche se ultimamente ho pensato che magari era solo una scusa per darmi confidenza;è possibile?In realtà ho iniziato a farmi quest’idea solo da poco e non subito perché anche io avrei voluto dargli confidenza con una scusa ma ognuna di queste mi sembrava banale e al solo pensiero mi sentivo ridicola quindi ho pensato ad un’altra alternativa cioè di parlargli in modo schietto anche se sono una un po’ timida infatti mentre quando sono a casa penso “la prossima volta che lo vedo gli parlo”poi quando sono in palestra e lo guardo,non ci riesco,mi manca il coraggio perché non fa parte del mio carattere essere diretta e dirgli ”perché mi guardi e basta?”.Mi trovo in una situazione in cui non mi sarei mai voluta trovare e non so come uscirne;dentro di me convivono emozioni contrastanti del tipo che quando non lo vedo in palestra vorrei che ci fosse e mi manca mentre quando c’è mi sento nervosa perché vorrei che oltre a guardarmi,mi parlasse invece non lo fa.Ho pensato veramente di tutto e di più:che se gli chiedessi il perché del suo comportamento mi potrebbe rispondere “ti guardo perché mi guardi tu”anche se questa è una risposta che ci si aspetta da un bambino e non da un uomo di 30 anni che però è lo stesso uomo che non mi ha accettato la richiesta di amicizia su Facebook o meglio l’ha lasciata in stand by che poi equivale a non averla accettata,che se n’è uscito con quella frase poco carina e che non prende una posizione;poi ho anche pensato che potesse essere fidanzato con quella che inizialmente pensavo fosse sua cugina,la quale ha messo da poco una foto ricevendo tra i commenti”belli” quindi potrebbe essere questo il motivo del suo comportamento?Quindi è possibile che non mi abbia accettato la richiesta per non fare in modo che io vedessi queste foto?Se fosse così,allora perché guardarmi in quel modo?Si può non piacere ad una persona che ti guarda e ti riguarda?Mi sono messa pure a cercare frasi sugli sguardi convincendomi che non può essere altrimenti e che magari non è semplicemente destino ed io non posso far altro che accettarlo anche se mi è capitato di leggere o di sentire che siamo noi stessi artefici del nostro destino.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 MAR 2018

Cara Rossella,
forse ti stai facendo troppe domande, senza aver la possibilità di un interlocutore che ti possa rispondere.
Ti consiglio di affrontare la situazione, in modo da comprendere l'atteggiamento di questo ragazzo.
E' preferibile un rifiuto, che una costante sensazione di incertezza.
In bocca al lupo!
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1359 Risposte

1240 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2018

Cara Rossella,
Hai ragione quando dici che siamo artefici del nostro destino, ma troppo spesso siamo anche vittime delle nostre stesse trappole mentali. Se tu vuoi capire qualcosa di più di questo ragazzo devi provare ad avvicinarlo, e se non ti piacesse probabilmente l'avresti già fatto. Infatti è innaturale non scambiare nemmeno due parole banali quando ci si incontra così spesso, ed è proprio questa la trappola in cui sei caduta. Evita di chiedergli perché ti guarda, questo sarebbe un elemento di rottura più che di avvicinamento, e digli proprio quelle frasi banali che ti vengono in mente e che finora hai rifiutato. Le persone che non si conoscono fanno esattamente questo, provaci... se sono rose fioriranno, altrimenti uscirai da questo dilemma.
Cordialmente
Dr.ssa M. Sara Sanavio
Perugia

Dr.ssa M.Sara Sanavìo Psicologo a Perugia

227 Risposte

101 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26500

domande

Risposte 92200

Risposte