Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come capire se è il caso di porre fine ad una relazione

Inviata da thursday il 5 ott 2019

Buonasera, sono una ragazza e sto da due anni con un’altra ragazza. È la mia prima relazione seria e duratura, e credo sia stata la prima volta che mi sono innamorata davvero. Gli ultimi mesi di questa relazione sono stati molto difficili, l’amore “folle” è via via sbiadito, ma è rimasto comunque un forte sentimento. Abbiamo iniziato a litigare molto, ma i periodi “bui” finivano sempre perché in entrambe prevaleva la voglia di stare insieme. Con il tempo però credo di aver accumulato una sorta di insofferenza nei confronti dei suoi difetti e delle sue mancanze. Io in primis ammetto di aver sbagliato tanto nei suoi confronti, spesso con atteggiamenti poco dolci e gentili (specialmente nell’ultimo periodo), ma credo di averla fatta sentire amata almeno quanto lei a me.
L’idea che potessimo separarci, prima inconcepibile, ha iniziato a non sembrarmi più così lontana.
Penso di aver capito che la mancanza più grande che sento in questa relazione è un forte trasporto fisico, elemento per me a dir poco essenziale e che sicuramente era presente ad inizio relazione. Negli ultimi due mesi, nei quali la situazione è precipitata mi sembra quasi che il rapporto somigli più ad un’amicizia che altro.
Sul versante sessuale mi sembra tutto forzato. Il pensiero fisso che la situazione non sia ormai più sostenibile è diventato però sempre più insistente dopo essermi resa conto di aver preso una sorta di “cotta” per un ragazzo molto più grande di me, con cui ho scambiato poche parole al di là del saluto, ma che incontro spessissimo.
Nella relazione mi è certamente capitato molte volte di trovare attraenti dei ragazzi o delle ragazze (più che altro ragazzi però), ma questa volta è diverso, attirare l’attenzione di questo ragazzo sta diventando quasi una fissazione, qualcosa a cui penso spessissimo.
Probabilmente in lui vedo tutto ciò che non ho avuto con lei.. è adulto e affermato, contro l’immaturità che mi infastidisce tanto in lei e l’età oggettiva (lei ha la mia stessa età mentre lui almeno 10 in più), è maschio (mi dispiace doverlo aggiungere tra le motivazioni ma a questo punto credo che anche questo voglia dire qualcosa), mi attrae molto più che altro fisicamente (dato che non lo conosco nemmeno) e fondamentalmente non ci ha mai provato con me (mentre lei è sempre più insistente e attaccata a me).
So che la situazione che ho descritto finora dovrebbe portarmi naturalmente a porre fine alla relazione, tuttavia non ci riesco.
Sono affezionata a lei in modo incomprensibile (dato che sessualmente ormai c’è poco e litighiamo spesso), ho il terrore di farla soffrire perché so quanto lei tenga a questa relazione, ma allo stesso tempo ho paura di soffrire anch’io per la sua lontananza e per la sua mancanza nella mia quotidianità, penso a quanto stavamo bene insieme e non so neanche se desiderare che torni tutto come prima o desiderare di avere un po’ di aria e spazio.
Sono certa che vederla con qualcun altro mi farebbe stare male, mi rendo conto di essere molto egoista.
Non so come comportarmi, e cosa più importante non riesco a parlargliene.
Prima, al primo problema, mi sfogavo subito con lei e non nascondevo il mio malessere. Adesso inspiegabilmente ho l’istinto di nascondere come sto e far finta che vada tutto bene. Non riesco a capire cosa voglio e cosa provo.
Lei ha capito comunque che qualcosa non va (persino più del nostro solito) e la sua reazione è un attaccamento ancora più accentuato (non fa altro che chiedermi se la amo ancora,se le manco etc).
Scusate il testo lunghissimo, ci sono anche altre cose che vorrei aggiungere ma mi accorgo di diventare prolissa.
Vi ringrazio per il vostro aiuto.

Ps: aggiungo soltanto che al solo pensiero di lasciarla mi sento male, provo un enorme senso di colpa e penso anche a tutti gli amici in comune che mi vedrebbero come il mostro della situazione senza sapere cosa io stia passando ora.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile ragazza,
penso che il quesito più importante da approfondire e dirimere riguardi innanzitutto il suo orientamento sessuale perché poi è questo che condiziona le sue scelte relazionali.
Anche riguardo al rapporto con questa ragazza lei sembra combattuta e non si capisce se prova ancora dei sentimenti nei suoi confronti oppure questi sono in via di esaurimento.
Per approfondire entrambe le problematiche sopraindicate sarebbe consigliabile che lei si avvalesse di un percorso di psicoterapia con un terapeuta preferibilmente esperto anche in sessuologia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6617 Risposte

18530 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara ragazza,
mi hanno colpito molto le parole del suo Ps. : avere paura di passare per il mostro della situazione e di conseguenza sentirsi in colpa. Credo che sia lì il motivo che non le permette di chiudere la relazione in corso e che le fa assumere l'atteggiamento del "va tutto bene" invece di affrontare la situazione.
Purtroppo, però, se ci riflette bene, anche tenere il suo malessere nascosto, rimanere in una relazione che non la soddisfa mentre pensa a come attirare l'attenzione di un'altra persona non la allontanerà dalla preoccupazione di non passare per una persona corretta se continua così, tantomeno non le eviterà di fare del male alla sua attuale compagna.
A volte le relazioni finiscono, per i motivi più diversi (non si va più d'accordo, si sente l'altro più come un fratello/sorella, si prova attrazione per un'altra persona, si hanno obiettivi diversi, ecc.) e una certa dose di sofferenza è inevitabile per entrambi i membri di una coppia. Chiudere una relazione è sempre un "lutto", significa fare a meno dell'altro e comporta una ridefinizione di sé.
Se necessita di fare maggiore chiarezza dentro di sé, per capire cosa prova e cosa vuole, può iniziare un percorso psicoterapeutico.
Grazie per averci scritto,
Dott.ssa Heyra Del Ponte
Psicoterapeuta Pescara

Heyra Del Ponte Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Pescara

69 Risposte

41 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19350

domande

Risposte 78400

Risposte