Come capire se è giusto

Inviata da Arianna · 14 ott 2021

Il mio ragazzo mi ha lasciata una settimana fa dopo due anni e mezzo di relazione ed è super sicuro che questa sia la sua strada e che tutto è come dovrebbe essere e che non avremmo mai potuto avere un futuro assieme perché ci facevamo male a vicenda. Io so che avevamo difetti, so che ho un carattere difficile e so che lui ha un carattere troppo forte e irascibile e che con i suoi violenti scatti di ira mi faceva male. Io mi sentivo stanca e vuota già da un po’ a causa dei litigi e degli insulti, ma la mia voglia di futuro con lui, visto che l’ho sempre considerato la mia persona, cioè quella giusta per me, mi ha sempre portata avanti. Lui invece era da otto mesi che dice che non aveva più speranza - nonostante siamo andati da un sacco di parti e spesso mi diceva che non vedeva l’ora di abitare con me perché passare le sue giornate assieme lo rendeva felice e completo
- non ha mai più visto in me la persona con cui avrebbe potuto passare ancora molti anni, ed è convinto che non saremmo durati ancora tanto. Io non vedo come fa a pensare ciò… era un periodo che litigavamo più spesso del solito ma assolutamente non riesco a capire come lui possa pensare che non saremmo mai durati. Sto cercando di convincermi che è tutto giusto e che lasciarci era la cosa giusta da fare ma faccio fatica. Più il tempo passa e più sono sicura che è la mia persona e che potevamo avere una bella storia molto duratura. Come faccio? Come faccio a farmene una ragione o a capire che mi sto sbagliando? Chiedere a lui come mai non vedeva più speranza per noi due potrebbe essere una soluzione? Inoltre ho notato che quando la sua situazione a casa peggiorava poi litigavamo molto di più perché non gli potevo dire niente che si arrabbiava/offendeva… è possibile che la sua situazione difficile a casa abbia influenzato tutto?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 OTT 2021

Cara Arianna,
dici che da 8 mesi lui non aveva speranza, dunque sembra abbia maturato la consapevolezza che lo ha portato a fare questa scelta.
Dal canto tuo lo consideri la "tua persona" ma, al contempo, parli di una certa stanchezza, riporti che ti "sentivi vuota" per litigi e insulti, riferisci della sua irascibilità e di scatti violenti di ira che ti ferivano.

Il modo di relazionarsi con il partner è influenzato dalla storia personale, da fattori individuali e contestuali, da come abbiamo appreso a relazionarci, oltre che dai sentimenti provati. Ogni "pezzetto" fa sì che noi costruiamo relazioni funzionali e sane o disfunzionali.
Per quello che riporti, potrebbe esserti molto di aiuto approfondire le dinamiche in atto e presenti tra voi con un percorso psicologico mirato, così da poter lavorare su ciò che alimenta il disagio e alleviare la tua sofferenza, dunque recuperare la personale serenità.
Resto a tua disposizione!
Ti auguro di riuscire presto a trovare le risposte che servono al tuo benessere.
Saluti,
Dr.ssa Annalisa Signorelli, esperta in vita relazionale e affettiva (ricevo anche online)

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

752 Risposte

1106 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 OTT 2021

Buongiorno. Sono il dott. Massimiliano Castelvedere, di Brescia. Sono tra quei professionisti che ritengono che il cambiamento personale sia un processo lungo e complicato. Purtroppo non ci sono scorciatoie e i consigli che uno psicologo potrebbe dare in una chat lasciano il tempo che trovano: non esiste la “bacchetta magica”. Per inquadrare l’eventuale problematica di un paziente serve invece una consulenza approfondita (almeno 4 sedute). A seguire, se nella consulenza si evidenzia un problema significativo, per risolverlo è necessaria una vera e propria psicoterapia o una psicoanalisi.
Illudersi che si possa fare qualcosa scrivendo in una chat serve solo a perdere tempo e significa che non si è pronti a mettersi in discussione. Se lei è una persona veramente motivata a capirsi e a cambiare, le do la mia disponibilità per fissare un appuntamento (anche online).

Dott. Massimiliano Castelvedere Psicologo a Brescia

757 Risposte

147 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 OTT 2021

Ciao Arianna, è possibile che nel corso del tempo le motivazioni ed i bisogni dei due partner possano cambiare. Questo può dipendere dalle varie situazioni sociali e ambientali che ci circondano. Valuta la possibilità di iniziare un percorso psicologico per esplorare questo momento destabilizzante ma anche per approfondire quelli che sono i tuoi bisogni reali.

Dott.ssa Felicia Sarno Psicologo a Napoli

12 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 OTT 2021

Cara Arianna,

sicuramente la situazione che il suo partner sperimentava a casa, avrà contribuito inevitabilmente a deteriorare il vostro rapporto, ma ciò non toglie che lei era la designata dei suoi scatti d'ira e insulti, tanto che lei scrive che si sentiva già da un po' di tempo stanca e vuota.
Sarebbe importante approfondire, alla luce delle sue premesse familiari, sentimentali, amicali, lavorative e universitarie/scolastiche, i nodi relazionali e l'origine della sua convinzione che, nonostante come si comportava, lui per lei rappresenta la "sua persona".
Sono a sua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

786 Risposte

275 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 OTT 2021

Salve Arianna, accettare le scelte altrui quando noi vorremmo totalmente altro è un boccone amarissimo da buttar giù.
Dalle righe che ha scritto si sente il dolore e la rabbia e una forte confusione nel capire cosa realmente sia accaduto e che ha portato il suo compagno a decidere per la fine della vostra relazione.
Sì è "possibile" (virgolettato poiché ho pochissime informazioni a riguardo, dunque è una tra la moltitudine di possibilità di spiegazione) che l'ambiente familiare abbia influenzato il suo stato d'animo e di conseguenza abbia portato nella coppia qualche momento di tensione in più.
È importantissimo in questi casi costruire durante un percorso di psicoterapia una narrativa degli eventi più possibile aderente alla realtà e meno possibile intrisa di costruzioni mentali solamente nostre.
Per arrivare a questo credo sia fondamentale potenziarsi sulle proprie capacità di lettura, comprensione e gestione delle emozioni che vive ora, questo le permetterebbe di ottimizzare l'utilizzo di tutte le risorse che la sua mente possiede per far luce su quel che vuole realmente sapere.


Dott. Michele Perillo

Dott. Michele Perillo Psicologo a Roma

14 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 OTT 2021

Cara Arianna, poni qui, in questo spazio, diversi quesiti ma soprattutto ti poni diversi quesiti dovuti molto probabilmente ad una difficoltà di comunicazione nella coppia e ad una modalità di interazione in cui gli impulsi e la rabbia avevano spesso la maggiore. Ti chiedi " come mai sia potuta finire" eppure non nascondi a te stessa le difficoltà di coppia. Probabilmente lo stress familiare ha esacerbato i toni verbali. Ad ogni modo, ti consiglio di intraprendere un percorso di sostegno psicologico per approfondire le tue dinamiche interiori, ciò che vi è di irrisolto.
Cordiali saluti
Dott.ssa Claudia Minenna

Dott.ssa Claudia Minenna Psicologo a Roma

4 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 OTT 2021

Cara Arianna,
Mi dispiace per il periodo che stai attraversando e vivendo.
Si forse la sua situazione familiare anche ma non solo potrebbe avere compromesso ulteriormente la vostra relazione.
Immagino la sofferenza emotiva che stai vivendo.
Se vuoi resto a disposizione anche online per creare uno spazio di ascolto e supporto per gestire al meglio questa situazione.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

1788 Risposte

549 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20900

psicologi

domande 35550

domande

Risposte 120900

Risposte