Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come aiutare un bimbo che non vuole fare la cacca

Inviata da Serena il 10 mar 2015 Psicologia infantile

Buon giorno, vi scrivo perché da circa 10gg il mio bimbo di 3anni e mezzo non vuole più fare la cacca.
Premetto che abbiamo tolto il pannolino circa 6-7 mesi fa e che faceva quotidianamente pipì e cacca nel water con riduttore, perciò mai nessun problema.
10 gg fa ho lasciato un'oretta il piccolo al nonno a giocare in giardino( lui adora correre all'aperto) e quando sono tornata l'ho trovato in casa con la nonna che mi spiegava che si era fatto la cacca addosso.
Sul momento non ho dato peso alla cosa, ma nei giorni seguenti ho capito che qualcosa non andava perché era agitatissimo,non voleva più giocare in giardino,stava spesso seduto e muoveva le gambe con frenesia.. È alla mia domanda "perché muovi le gambe così?"lui mi ha risposto "mandò via la cacca"...
Ho provato in tutte le maniere a parlare e spiegare ma anche il solo andare in bagno x la pipì lo irrigidiva tanto che ha iniziato a far pipì nel bidet.
Nel frattempo in doccia e nelle mutande ha perso e perde pezzettini di feci.. Finché dopo 5 gg facendo la pipì l'ho trattenuto un secondo in più nel bidet ed ha fatto la cacca ma non volontariamente.
Credo che l'essersi sporcato sia la chiave di lettura del blocco ma il problema come posso risolverlo?
Ora su indicazione della pediatra stiamo utilizzando LAXIPEG polvere x ammorbidire le feci.
Vi ringrazio x l'attenzione,
Cordiali saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Serena, poter togliere il pannolino e controllare in tal modo il proprio stimolo è una conquista importante per il bambino. Al di là del significato che può essere attribuito alla defecazione mi sembra che il suo bimbo abbia provato una grande vergogna nel perdere in quella situazione questa capacità acquisita di controllo. Sarebbe inoltre interessante comprendere le reazioni degli adulti di fronte a quanto successo, soprattutto riguardo alla questione dello sporco. Dal momento che suo figlio è ancora piccolo per spiegazioni razionali provi a proporgli giochi insieme nei quali vi sporcate e poi vi pulite, curando con attenzione entrambi i momenti, e cerchi di mostrare un atteggiamento di naturalità rispetto alla defecazione, portando l' attenzione anche alle altre conquiste che il bambino è riuscito a raggiungere e mantenere nel tempo, come il camminare.
Cordiali saluti, Dott. Ssa Bottosso

Dott.ssa Eleonora Bottosso Psicologo a Guastalla

27 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Serena. Naturalmente ogni caso ha una sua spiegazione e un'altrettanta unica via di risoluzione.Ciò che posso dirti, se ti può tranquillizzare, è che spesso i bambini a quest'età attraversano una fase importante che ha a che fare con la separazione e l'individuazione, e che spesso si evidenzia in questo tipo di situazioni. Per aiutarlo a superare il blocco, posso consigliarti un libro scritto dalla collega Maria Rita Parsi "L'isola delle cacche". Potresti leggerlo assieme a tuo figlio.
In bocca al lupo. E se hai bisogno di chiarimenti contattami individualmente su Guidapsicologi.
Dott.ssa Caterina Scarciglia - Spongano (LE)

Dott.ssa Caterina Scarciglia - Studio Di Psicologia Psicologo a Spongano

12 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15750

psicologi

domande 19950

domande

Risposte 79450

Risposte