Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come aiutare mio figlio Ivan di 4 anni nei suoi problemi relazionali e cognitivi

Inviata da Sara · 11 giu 2015 Aggressività bambini

Salve, sono Sara una mamma divorziata da molto tempo. Ho due figli gemelli Ivan e Martina. Il maschietto durante la nascita ha avuto un piccolo danno al cervello perche' un neurone e' stato danneggiato, invece la sorella non ha avuto nessun problema anzi ha una grande intelligenza ed e' bravissima in matematica. Adesso che Ivan ha 4 anni ho notato che non riesce a relazionarsi con gli altri soprattutto all'asilo e al parco, preferisce i bimbi di 2 anni, le maestre mi hanno detto che spesso diventa aggressivo, urla e non vuole mai disegnare insieme agli altri. Questo suo comportamento mi preoccupa tanto dato che si isola , fa dei giochi violenti , lancia i cuscini a terra , strappa i disegni della sorella fino a farla piangere e solo alcune volte mi cerca. Ha delle grosse difficolta' in matematica , confonde i numeri, non capisce qual'e' il numero piu' grande , ha problemi nel disegnare delle linee anche con il righello e fa tanti scarabocchi. Secondo me tutte le difficolta' di mio figlio sono dovute a causa del neurone danneggiato che gli ha compromesso le abilita' cognitive e relazionali ed ho tanta paura se potrebbe trattarsi di un grave ritardo mentale che puo' impedirgli anche di parlare dato che con me parla poco e certe volte non mi guarda negli occhi. Invece con la nonna ha un bellissimo rapporto, gioca con lei e quando la vede le fa sempre festa. Sono andata da una brava psicologa che ha osservato mio figlio , facendogli delle domande ma lui e' rimasto zitto e si rifiutava di parlare con lei , allora la psicologa mi ha detto che Ivan ha maggiori probabilita' di cadere nello spettro autistico ma io non credo che mio figlio e' autistico perche' non manifesta dei comportamenti ripetitivi anche se quando gioca parla da solo oppure con i suoi pupazzi distaccandosi dalla realta'. Io non so piu' cosa pensare su mio figlio ed ho bisogno di aiuto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 GIU 2015

Gentilissima Sig.ra Sara,
suo figlio è in una fase evolutiva "plastica": può essere osservato per una corretta diagnosi e poi stimolato con una riabilitazione ad hoc da parte di uno psicologo esperto nell'area infantile cognitiva. Se in questa fase precoce il bambino non reagisse positivamente agli stimoli, allora si dovrà rivolgere alla neuropsichiatria infantile. Vale la pena di dare una chance al bambino prima di ricorrere a un approccio neuropsichiatrico!. I miei migliori saluti. Dott.ssa Laura Salvatore

Anonimo-149616 Psicologo a Settimo Milanese

6 Risposte

10 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2015

Gentile Sara,
anche alla luce del chiarimento che ha fornito oggi le consiglierei di approfondire la valutazione fatta dal neurologo. Un approfondimento psicologico e neuropsicologico consentirà di delineare e circoscrivere le problematiche di suo figlio, comprenderne il significato e contestualizzarle. Solo in questo modo si disporrà di tutti gli strumenti che le consentiranno di aiutare suo figlio e di migliorare la sua qualità della vita e di chi lo circonda.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1034 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2015

Ho portato mio figlio da un neurologo che gli ha fatto fare dei test cognitivi in modo particolare in matematica ma mio figlio ha saputo rispondere solamente a tre domande mentre le altre le ha sbagliate tutte, poi ha voluto farlo giocare ma lui si e subito allontanato e non lo guardava negli occhi. Il neurologo mi ha detto che Ivan potrebbe soffrire di una forma di autismo medio con qualche ritardo mentale dato che non e' in grado di fare gli esercizi piu' semplici e preferisce stare da solo.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Cara Sara,
le informazioni che fornisce non sono sufficienti a farsi un quadro complessivo della situazione del suo bambino. Molti dei dati indicati indirizzerebbero verso un problema relazionale e cognitivo. Una diagnosi certa è necessaria per poter pianificare un intervento adatto al piccolo che possa migliorare la sua situazione, proprio per la sua tenera età, un intervento tempestivo potrà essergli di maggiore aiuto. Intanto le consiglio di non angosciarsi e di osservare il suo bambino con attenzione in modo da poterlo riferire al neuropsichiatra, si ricordi che lei è la persona che lo conosce meglio e il passo che deve compiere è importantissimo per poterlo aiutare. L'aggressività che ha riscontrato è il suo modo di comunicarle un bisogno o un disagio che non riesce ad esprimere diversamente.
Un caro augurio

Dott.ssa Angela Niro Psicologo a Foggia

57 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Buongiorno, ma se ho ho capito bene suo figlio ha solo 4 anni e quindi è un po' prematuro parlare di ritardo mentale. In realtà mi sembra che i comportamenti che lui manifesta possano essere sintomo di un disagio affettivo, magari gelosia verso la sorella . La parte importante potrebbe essere la scuola materna, le insegnanti potrebbero aiutarlo magari capendo quali giochi gli piaccio e e valorizzarlo, e anche a casa cercare di valorizzare e lodare tutto quello che fa di buono. Tenga presente che siccome è anche in piena evoluzione si possono fare tante cose per aiutarlo. Una buona cosa è anche il rapporto positivo con la nonna. Quindi non si perda d' animo e magari cerchi nella sua zona qualcuno che fa psicomotricità che per un bambino di 4 anni è l' ideale. Dott.ssa A.Bertoldi

Dott.ssa Angela Bertoldi Psicologo a Trento

12 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2015

Buonasera Sara,
sono d'accordo con la mia collega... Ti consiglio di fare una visita specialistica con una Neuropsichiatra infantile che saprà poi indirizzarti verso una Psicologa/Psicoterapeuta, che attraverso la somministrazione di specifici test cognitivi ti saprà sciogliere ogni dubbio e perplessità. In questo modo, avrai un quadro completo e potrai scegliere il percorso più adatto al piccolo Ivan.
Ti faccio i miei più sinceri auguri,

Dr.ssa Samanta Scancella
Psicologa Psicoterapeuta (Guidonia-Roma)

Dr.ssa Samanta Scancella Psicologo a Villanova

7 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2015

Cara Sara,
il primo passo è parlarne con il pediatra e prenotare una visita con la neuropsichiatria infantile. In questo reparto seguono con efficacia anche bimbi che hanno avuto difficoltà cerebrali alla nascita e sapranno suggerirle un percorso adatto a Ivan.

Sento che è spaventata e penso che dovrebbe fare tesoro della sua paura e della preoccupazione perchè la aiuteranno a cercare con maggior determinazione chiarezza e aiuto.

Un caro saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2058 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Aggressività bambini

Vedere più psicologi specializzati in Aggressività bambini

Altre domande su Aggressività bambini

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16400

psicologi

domande 22500

domande

Risposte 83650

Risposte