Come aiutare la figlia a ritrovare voglia di completare università senza bugie?

Inviata da Enrica · 1 ago 2014 Terapia familiare

Buongiorno! Io è mio marito abbiamo scoperto ieri (per la seconda volta!) che nostra figlia e' terribilmente in ritardo con gli esami universitari, ma soprattutto che ha continuato a mentirci in merito agli esami sostenuti, venendo meno agli accordi presi.
Dopo la maturità, passata brillantemente, aveva scelto liberamente la facoltà e l'università (privata) per cui abbiamo sostenuto costi importanti, nonostante io abbia nel frattempo perso il lavoro.
Già un anno e mezzo fa, momento in cui avrebbe dovuto completare la triennale, abbiamo scoperto che non aveva completato il piano di studi e le mancavano ancora molti esami. L'abbiamo affrontata e le abbiamo parlato serenamente, e avevamo concordato che si sarebbe concentrata sugli studi senza perdere altro tempo e lei si era impegnata e, per contribuire alle spese, aveva trovato un lavoro, cui però dedicava più tempo che allo studio. Risultato: tutta dedicata al lavoro, e poco allo studio. L'abbiamo affrontata di nuovo, e le abbiamo proposto che lasciasse l'università, ma ha insistito nel voler proseguire e ha promesso di concentrarsi sugli studi. Ma ieri, di nuovo, abbiamo scoperto che ci ha mentito e che non ha dato più alcun esame. Aggiungo che "la crisi" e' coincisa con la separazione dal fidanzato due anni fa, che è una ragazza volenterosa che lavora, ma che ho notato tende a ritirarsi davanti alle difficoltà e che, piuttosto che mettersi in discussione, tende ad allinearsi verso il basso (anche amici, ora frequenta gruppo di amici diplomati, con bassa motivazione, del tipo "mi accontento di quel poco che ho"). Aggiungo infine che fino a qualche tempo fa, e' stata una persona determinata (e' un'atleta, cintura nera di arti marziali). Mio marito e' disperato e le ha detto che non,le rivolgerà più la parola, e ha rinfacciato a me (sono sempre stata quella più "comunicativa", mentre lui quelli più autoritario), che con i miei metodi ho portato nostra figlia alla rovina. In realtà, ho fatto quel che ho potuto avendo anche perso il lavoro qualche anno fa, ho avviato la mia nuova attività di libera professionista ne mi assorbe molte energie, mentre lui che ha un più "semplice" lavoro in banca, dedica tutto il suo tempo libero a se stesso e a suo hobby (sport)

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 AGO 2014

Gentile Enrica,
purtroppo non è sempre facile comprendere i disagi dei propri figli. Talvolta loro non riescono a comunicarli, non li mettono bene a fuoco oppure hanno paura di deludere le aspettative dei genitori. Il consiglio che posso darvi è di non incentrare la relazione con vostra figlia esclusivamente sullo studio universitario. È importante per lei sentire che, al di là del rendimento nello studio, la considerazione che avete nei suoi confronti è immutata. Per il resto, un terapeuta familiare potrebbe aiutarvi a sciogliere quei nodi che in questo momento probabilmente bloccano vostra figlia nello studio e nell'esprimere con chiarezza le sue volontà.

Un cordiale saluto,

dott. Andrea Epifani - Bologna

Dott. Andrea Epifani Psicologo a Bologna

17 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 AGO 2014

Concordo col collega, un incontro con un terapeuta familiare potrebbe aiutare tutti e tre a sbloccare la situazione, rinfacciarvi l'un l'altro le reciproche mancanze crea solo dissapori e nessuna soluzione (voi accusate la figlia, lui accusa lei come madre, lei fa notare le mancanze di suo marito come padre...).
Sua figlia potrebbe congelare gli studi (così da evitare di perdere denaro in tasse) fino a quando non si sentirà di proseguire gli studi. Forse la chiusura della relazione passata l'ha fatta riflettere su cosa desidera nella vita, e potrebbe anche essere che in questo momento non abbia la motivazione necessaria a portare avanti gli studi. Certo deve mostrarsi responsabile e fare questa scelta (il congelamento o abbandono universitario). Voi siete comunicativi con lei, ma forse lei per pura di deludervi non riesce a verbalizzare queste necessità -seppure temporanee- o forse è ancora indecisa sul da farsi e un aiuto esterno potrebbe coadiuvare la famiglia a ritrovare armonia.
Dott.ssa Claudia Popolillo

Claudia Popolillo - Studio Logos Psicologo a Lodi

213 Risposte

218 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 AGO 2014

Gentile Enrica,
sua figlia è più che maggiorenne e né i genitori né lo psicologo può entrare più di tanto in scelte personali. Semmai può farle un discorso di costi: non mi sembra giusto che i genitori si sobbarchino delle spese elevate per un' università infruttuosa. Inoltre sua figlia si gioverebbe di almeno una consulenza psicologica per approfondire i motivi del suo blocco, le sue motivazioni reali ecc.. Lo psicologo valuterebbe poi se ci sarebbe bisogno di ascoltare e seguire anche la famiglia.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

718 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 AGO 2014

Cara Enrica, capisco il suo sconforto di madre e moglie, spesso le vicenda familiari si concentrano attorno alla figura materna. Tuttavia, cerchi adesso di non farsi prendere troppo dallo sconforto e si rivolga ad un terapeuta che si occupa di famiglie. Di certo la responsabilità di ciò che sta accadendo non è solo sua, per cui sia lei che suo marito avete bisogno di rivedere molti aspetti della vostra relazione e delle aspettative che avete riposto in vostra figlia, che forse rivendica la necessità di fare dei cambiamenti ma non si sente in grado di poterli fare.
Non mi dilungo oltre, ma penso che l'aiuto di un professionista in questo momento possa essere un beneficio per tutti voi
Dott. Dario Grigoli
Pinerolo

Dario Dott. Grigoli Psicologo a Pinerolo

138 Risposte

120 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte