Come aiutare il proprio ragazzo ad uscire da un periodo buoio ?

Inviata da Enny il 10 mag 2019 Terapia di coppia

Salve sono una ragazza di 19 snni . Sono fidanzata da un anno e mezzo col mio ragazzo . Parto subito dal specificare che il mio ragazzo è stato sempre una persona solare , spensierata , con un sorriso sempre sulle labbra . In queste ultime quattro settimane però come lui abbia affermato è avvenuto un cambiamento in lui . Sostiene di non sapere più cosa fare , che si sente una m*** per come si comporta nei miei confronti , comportamenti però che io non ho notato in lui (cosa strana perché io sono il tipo di ragazza che controlla tutto , che anche con una singola risposta mi rendo conto che stai assumento uno strano comportamento ) , sostiene di essere spaventato , che non c'è la fa più a fingere . Nell'ultima settimana si è isolato da tutti , compresa me a tal punto che mi ha detto che è finita tra di noi però dopo che ha detto ciò si è fatto prendere da una sorte di crisi non so come definirla ha iniziato a piangere , a chiedermi di odiarlo perché cosi è più semplice per lui . Nello stesso momento in cui mi dice che è finita dice che mi ama ,che non pensa che può amare un'altra come ama me .
Io lo conosco e non l'ho mai visto in un tale stato d'animo, non so cosa fare , non so come comportarmi , come aiutarlo, ho paura che ogni minima parola sbagliata possa fargli del male . Inizio a preoccuparmi anche perché mostra non solo malessere psicologico ma sembrerebbe anche fisico . Come posso aiutarlo ? Come posso aiutarlo a superare questo momento di crisi ?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Enny,
non è molto chiaro se lei è preoccupata per se stessa o per il suo ragazzo.
Dice poi che non ha notato comportamenti negativi nei suoi confronti ma il fatto che lui sia andato in crisi e voglia lasciarla non mi sembra un comportamento positivo.
In effetti è evidente che il suo ragazzo vuole allontanarsi ma è preso da sensi di colpa per cui, a mio avviso, il miglior modo per aiutarlo è dirgli appunto di non farsi troppi sensi di colpa e chiarirsi le idee possibilmente facendosi aiutare in psicoterapia.
Contemporaneamente in modo analogo anche lei dovrebbe prendersi cura di sè ed uscire senza troppi danni da questa relazione che sembra arrivata a capolinea.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6464 Risposte

18114 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77250

Risposte