Come aiutare il mio ragazzo che soffre di depressione?

Inviata da Mario il 25 giu 2014 4 Risposte  · Depressione

I problemi sono molteplici, lui è di nazionalità Cinese e tra le tante cose soffre della lontananza da casa, della sua omosessualità talvolta "egodistonica" (quando pensa di poter ferire i genitori se lo venissero a sapere), continua a ripetere di vedersi inguardabile e grasso sebbene abbia un buon aspetto e sia decisamente in forma fisicamente. La sua depressione è stata diagnosticata da un medico, quindi non si tratta unicamente di auto-diagnosi. Ciò che mi preoccupa di più è che noto che faccia quel che può per tenerla alla larga, come uscire ogni sera e rientrare tardi, ma ovviamente con uno stile di vita così le ore di sonno e veglia sono in gran confusione, cui lo portano a sentirti sempre privo di energia e distratto, quando ad esempio deve preparare un esame all'università... ha anche abbandonato il jogging e la palestra!
Ora, il problema più grande è che io, in piena fiducia per la medicina tradizionale, gli ho consigliato di assumere delle medicine prescritte da un medico ma per motivi culturali si trova ad essere completamente contro la medicina tradizionale "occidentale"...
Esistono altri metodi per combattere e prevenire la depressione?
Mia madre ne ha sofferto ma ha assunto dei farmaci per combatterla ed ora sembra che sia tutto ok, come bisogna fare per combatterla senza?!

madre , genitori

Miglior risposta

Gentile Mario,lei ha fatto bene a consigliare al suo ragazzo di prendere delle medicine.Chiaramente poi bisogna rispettare la volontà altrui.Ci sono dei rimedi alternativi possivili,non sono dei sostitutivi e ci tengo a precisarlo,ma si può provare.Fiori di bach,naturopatia,omeopatia...chiaramente bisogna rivolgersi da qualcuno davvero competente e professionale!E poi la psicoterapia...fondamentale!Le medicine da sole aiutano,ma non ricolvono completamente,questo è bene saperlo.Tra l'altro, nel trattamento della depressione,gli psicoterapeuti sistemici fanno dei colloqui congiunti a chi soffre di depressione e al compagno/a,quindi lei potrebbe essere una risorsa importante!Posso farle una domanda?Ha pensato alla "coincidenza" di esseresi scelto un compagno depresso proprio come la sua mamma?Un caro saluto.Dr.ssa Rizzi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Il fatto che ci sia stato un medico a fare la diagnosi è già importante. Il secondo passo è quanto la persona riconosce di essere depresso e quanto si sente di fare per stare meglio. Il fatto che abbia origini cinesi non è un dato da poco, forse bisognerebbe capire come nel suo paese viene affrontata clinicamente la depressione e magari pensare di seguire tale percorso. Una soluzione qui in Italia potrebbe essere un percorso di psicoterapia per sostenere un'Io sofferente su più fronti accondiscendendo, almeno temporaneamente, al bisogno della persona di non assumere farmaci come la medicina tradizionale prevederebbe.
dr.ssa Saronni Elisa

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 GIU 2014

Logo Dr.ssa Saronni Elisa Dr.ssa Saronni Elisa

2 Risposte

11 voti positivi

Caro Mario,
i farmaci, soprattutto nei casi più gravi, possono essere un valido aiuto, sia per tenere sotto controllo i sintomi depressivi sia per creare eventualmente le condizioni per poter poi iniziare un altro tipo di trattamento che lavori non solo sui sintomi ma anche sul profondo, cioè quello psicoterapico. Potrebbe rivolgersi ad uno specialista, nel privato o nel pubblico. Non puoi prendere decisioni tu al posto suo, non puoi "costringerlo" a prendere farmaci che non vuole né ad intraprendere un percorso di terapia. Però puoi continuare in quello che sono sicura stai già facendo: stargli accanto e dirgli che gli proponi dei suggerimenti, delle alternative, perchè ci tieni a lui e vuoi vederlo felice. La tua parte la stai facendo, lui deve fare la sua.

Resto a disposizione in caso tu lo volessi.

Un caro saluto

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 GIU 2014

Logo Dott.ssa Capuano Maria Concetta Dott.ssa Capuano Maria Concetta

79 Risposte

134 voti positivi

Carissimo,
sono decisamente del parere che, prima di optare per una terapia farmacologica contro la depressione (non tutte le reazioni depressive hanno la stessa causa) , per il ragazzo è assolutamente necessaria una consultazione di uno/a psicoterapeuta di formazione psicodinamica per comprendere le cause del suo disagio. Comunque, dalle tue descrizioni,ho la sensazione che per lui sia veramente indicata una psicoterapia non necessariamente combinata con la farmacoterapia. Soggiungo che anche quando sono necessari i farmaci, è indispensabile la psicoterapia per il cambiamento definitivo. Spero che tu possa essergli di aiuto dandogli adeguati suggerimenti. Resto a disposizione, se lo ritieni necessario. Auguri

Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 GIU 2014

Logo Dott.ssa Carla Panno Dott.ssa Carla Panno

1057 Risposte

611 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Cosa fare per aiutare la mia ragazza che soffre di ansia?

5 Risposte, Ultima risposta il 07 Novembre 2015

Come posso aiutare il mio ragazzo affetto da depressione?

2 Risposte, Ultima risposta il 03 Aprile 2017

Mi ha lasciato, lei soffre di depressione e psicosi

2 Risposte, Ultima risposta il 03 Aprile 2017

Cosa fare con chi soffre di depressione

5 Risposte, Ultima risposta il 17 Giugno 2015

Il mio amore soffre di depressione

4 Risposte, Ultima risposta il 05 Giugno 2015

Mia mamma soffre di depressione

9 Risposte, Ultima risposta il 04 Luglio 2016

Hho bisogno di aiuto: soffro di insonnia, ansia e depressione

6 Risposte, Ultima risposta il 26 Maggio 2014