Come aiutare Davide 11 anni non vuole e riesce a studiare?

Inviata da rosalba · 1 dic 2014 Psicologia infantile

Davide prima media bravo in matematica, compiti scritti è una scheggia ma lo studio orale......a 18 mesi ustione di 2^ grado con sedute di logopedia ha cominciato a parlare bene in seconda elementare. Il suo linguaggio è mooooolto infantile cioè per la sua età dovrebbe usare terminolgie diverse ma non lo fa. Non legge pensavo di incentivare un po la lettura di un libro al mese......svogliato la mattina prima di uscire qualche nota x nn avere fatto i compiti.......sono molto delusa

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 DIC 2014

Gentile Rosalba,l'"andare bene a scuola" è una ricetta di ingredienti cognitivi,emotivi e relazionali che devono integrarsi armoniosamente per fornire un buon risultato. L'incidente capitato al bambino, seppur lontano nel tempo, non è da sottovalutare, sia in termini di conseguenze sul bambino stesso sia in termini di attese dei genitori sul suo percorso di sviluppo. È possible prevedere un percorso di analisi approfondita della situazione e di sostegno, per questo le suggerisco di richiedere una consulenza ad uno psicologo della sua città che lavori sull'età evolutiva al quale esporre più dettagliatamente la situazione. Un cordiale saluto. Dott.ssa Silvia Roberta Villa

Dott.ssa Silvia Roberta Villa Psicologo a Torino

18 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 DIC 2014

Le consiglio una consulenza genitoriale dove poter costruire insieme al papà di Davide una strategia che possa permettere a vs figlio di potersi esprimere ed affrontare le difficoltà che stà vivendo. Mi domando ,infatti, se il problema é solo scolastico o se invece questo modo di esprimersi,molto infantile non sottenda altre problematiche che rendono difficoltoso la comunicazione e la relazione con l'ambiente extra famiglia. La consulenza potrà indicarvi il modo migliore di stare accanto a vs figlio,che precocemente ha vissuto un'esperienza traumatica molto dolorosa.Auguri di buone cose Dottssa Rosanna Tartarelli

Dott.ssa Rosanna Tartarelli Psicologo a Lucca

113 Risposte

95 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 DIC 2014

Gentile Rosalba
il fatto importante è che il bambino abbia la comprensione pratica delle materie.
Per quanto riguarda i suoi problemi nella parte orale bisogna continuare a "lavorarci" in termini di logopedia e anche nel versante psicologico del dare sicurezza e sostegno al ragazzino.
Nell'attenzione al suo problema e nella consapevolezza della realtà di quanto successo, causa l'incidente, il percorso in avanti va sostenuto con molta comprensione e amorevolezza.
Questo va trasmesso anche ai professori con convinzione.
Cordiali saluti
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3083 Risposte

7405 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 DIC 2014

Cara Rosalba ha mai pensato di fare una valutazione psicodiagnostica a suo figlio?talvolta le difficoltà nelle materie orali potrebbero essere segnale di una problematica nell'apprendimento, come ad esempio dislessia. sicuramente l'ustione potrebbe essere presa in considerazione rispetto a delle difficoltà emotive del ragazzo ma prima consiglierei i test. Per qualsiasi info sono disponibile

Studio privato Dott.ssa Riefoli Psicologo a Napoli

10 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 DIC 2014

Gentile Signora Rosalba,
solitamente lo psicoterapeuta dell'età evolutiva di formazione cognitivo comportamentale è in grado di fare studiare chi non vuol studiare facendo un programma contrattualizzato assieme alla mamma e al ragazzo
paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1594 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 DIC 2014

Cara Rosalba,
prima di tutto: lei chi è? Suppongo sia la mamma di Davide eppure, nel leggerla, mi sembrava di avere a che fare con una maestra..
Ogni bambino ha i suoi tempi, non esistono tempi più giusti o tempi sbagliati.
In secondo luogo bisognerebbe capire anche secondo chi il suo linguaggio sia infantile: secondo quanto detto da logopedisti/maestre o secondo quanto lei si aspetterebbe per l'età del bambino?
Non bisogna, inoltre, sottovalutare la questione dell'ustione di secondo grado: cos'è accaduto al bambino? che problematiche ha causato?
Sarebbe inoltre opportuno capire perchè lei si senta così delusa...
Le consiglierei, pertanto, di rivolgersi ad uno psicoterapeuta infantile che possa aiutarla a comprendere perchè suo figlio non legge, parla ( a suo dire) poco e, sopratutto il perchè sia svogliato prima di andare a scuola, cosa che mi porta a pensare che non sia del tutto felice della situazione scolastica.
Le consiglierei anche di allentare un po' la presa e valutare che forse il bambino riesca a percepire perfettamente tutta la sua delusione e che sia angosciato da tutte queste aspettative.
Un caro saluto,

Dott.ssa Valentina Mossa in Torino

Dott.ssa Valentina Mossa Psicologo a Torino

159 Risposte

339 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 DIC 2014

Carissima, la parola "delusa" può essere di aiuto e guida per trovare una strada da seguire. Estremizzo un po', certa che non me ne vorrai, perché come a Te mi è a cuore Davide, prima di tutto. Allora: per sentirsi delusi bisogna avere avuto prima delle illusioni, e queste vanno poco d'accordo con la realtà e andrebbero indagate nel profondo. Nella realtà: ogni essere umano cresce forte e sicuro di sé quando è amato per chi è, e non importa quello che è in grado di fare o avere. Esistono casi di bambini che sono o sono stati veri e propri fenomeni in qualcosa, e purtroppo hanno un incolmabile vuoto dentro: hanno cerato così di farsi amare, dando un motivo materiale, ma senza riuscirci. Cerca di far sentire e vedere a Tuo figlio quell'immagine di un Sè stesso di grande valore che è dentro di te, di rimandargli il grande valore che ha per Te: Lui è l'eroe della Tua storia, e se prende questa medicina ogni secondo del tempo che passa insieme a Te si tranquillizzerà sul suo presente e sul suo futuro, che sicuramente fa tanta paura. Non riuscire nelle cose è una frustrazione immensa per un bambino, e sono certa che questo lo sai meglio di tutti e proprio questo ti addolora, allora mi sento di dirti: cerca di condividere il tuo star male con qualcuno in grado di aiutarti

Studio di Psicoterapia Monte Gaudio Psicologo a Roma

2 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19300

psicologi

domande 31150

domande

Risposte 106900

Risposte