Come affrontare il primo periodo dalla nascita di un figlio

Inviata da Giada · 7 gen 2020

Buongiorno, ho 31 anni e sono una neomamma di due gemellini di 2 settimane.

Sono in una situazione di difficoltà in quando da subito ho provato, e provo, sensazioni di sconforto, paura, inadeguatezza nel mio ruolo di madre che si amplificano enormemente quando mi ritrovo sola con i bambini.
Ho crisi di pianto e una sensazione che definirei di distacco dai due bimbi...

Non vivo bene il mio ruolo di madre e quindi di responsabilità costante.

La cosa che più mi pesa è anche il non poter più stare con il mio compagno quanto vorrei... Come se loro, che non ne hanno assolutamente colpa, mi togliessero dello spazio per stare con lui.

Mi sento in colpa per questi miei pensieri e sensazioni sia verso i bambini, che verso il mio compagno e verso mia madre e mia suocera a cui chiedo aiuto nell'accudirli.

Cosa sta succedendo e come affrontare la paura?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 GEN 2020

Gentile Giada,
la nascita così recente di due gemellini è un motivo più che valido per sentirsi impaurita e sconfortata: i cambiamenti sono moltissimi e la fatica è tanta, per di più "raddoppiata".
Ha fatto molto bene a scrivere qui e fa altrettanto bene a chiedere l'aiuto di cui ha bisogno al suo compagno e alle nonne.
Un passo ulteriore che le consiglio molto vivamente di fare è quello di rivolgersi al consultorio della sua zona, al punto nascita dell'ospedale o ad un'altra struttura analoga (cioè dedicata al supporto alla maternità) per avere un punto di riferimento utile ad un supporto globale della sua persona e della vostra famiglia in questa fase delicata di cambiamento.
L'equipe di questi centri, infatti, è multidisciplinare (comprende ginecologa, ostetrica, psicologa, consulente per l'allattamento ecc..) e può rispondere, di volta in volta, ai suoi molteplici dubbi e bisogni. Avrà anche la possibilità di conoscere altre mamme e di fare rete con loro, per condividere emozioni e vissuti, ma anche momenti di svago.
Le faccio i miei migliori auguri e ci riscriva se ha bisogno.

Dott.ssa Roberta Altieri Psicologo a Milano

146 Risposte

79 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GEN 2020

Buongiorno Giada,
la nascita di un figlio è un evento carico di significati simbolici e di ridefinizione delle relazioni, che comporta grossi cambiamenti principalmente per la madre.
Gestire la nuova realtà affrontando i cambiamenti ormonali e tutte le esigenze che richiedono i neonati non è affatto semplice, e perciò è fondamentale avere un supporto per poter condividere le responsabilità.
Quindi lei non deve sentirsi in colpa per chiedere aiuto e neanche per le sensazioni che sta provando, che sono assolutamente comprensibili nella sua situazione. La fase del puerperio è emozionalmente carica, e ci va un po’ di tempo affinché lei si senta più sicura nel ruolo di madre.
Le consiglierei di parlarne con il suo compagno per renderlo partecipe delle sue difficoltà, al fine di trovare insieme un nuovo equilibrio.
Nel caso in cui le sensazioni descritte persistano a lungo e lei senta il bisogno del supporto di un professionista per affrontare le paure, non esiti a contattarne uno.

Cordiali saluti,
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

648 Risposte

321 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18150

psicologi

domande 28350

domande

Risposte 97350

Risposte