Colite continua dopo periodo di stress

Inviata da lucia il 15 mar 2013 Stress

Gentili dottori é da metà 2009 che soffro di attacchi d'ansia che nel giro di 10 minuti mi portano ad avere forti attacchi colite ovunque mi trovi specialmente nei momenti in cui sono in attesa di qualcosa. Tutto é iniziato quando mio marito era in missione all'estero e io facevo finta con i miei parenti di essere serena. Intanto davo gli esami all'università e mi preparavo x un concorso molto importante. Un giorno via Skype litigai molto violentemente con mio marito (via internet le incomprensioni sono semplici) e dal giorno successivo sono iniziati i miei guai, come se qualcosa si fosse rotto:ero in macchina nel traffico e ebbi il mio primo attacco di colite che mi gettó nel panico in quanto ero sola e non potevo di vero lasciare la macchina in mezzo alla strada. Dal giorno successivo ogni volta che finivo nel traffico mi succedeva la stessa cosa. Allora decisi do usare i mezzi pubblici e x un pó la situazione mi parve migliorare, ma poi si manifestó la colite anche sui mezzi pubblici e successivamente anche in tutte quelle situazioni che richiedevano attesa e l'utilizzo della macchina. A distanza di quasi 4 anni sto molto meglio perché ho imparato a tenere gli attacchi sotto controllo, ma appena ho qualche evento importante o cambio x un qualsiasi motivo le mie abitudini giornaliere ricado nel problema e nello sconforto perché penso che non mi passerá mai. Come mai nonostante io sappia riconoscere la causa scatenante del mio problema non riesco a sconfiggerlo? É il caso di intervenire? Si può guarire dopo 4 anni?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Lucia, la sola cosa che posso consigliarle è, dopo essersi fatta visitare da un medico per escludere eventuali patologie organiche, rivolgersi ad uno psicoterapeuta della sua zona. Per quanto lei possa far risalire gli eventi ad un episodio scatenante, ha infatti bisogno di andare ad analizzare quali parti profonde di sè sono state sollecitate da quegli eventi stressanti, e in che modo la sua personalità vi ha risposto. A volte è sufficiente una terapia di qualche mese per ottenere un cambiamento, se ben condotta e focalizzata.
In bocca al lupo.

Dott. Luca Cometto, Psicologo, Psicoterapeuta Psicologo a Torino

31 Risposte

175 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Lucia, lei magari comprende la causa scatenante gli attacchi, ovvero certe situazioni pubbliche ecc, ma queste sono appunto cause "scatenanti", che si vanno ad appoggiare ad un substrato dove va a risiedere la reale causa del suo malessere. Ovvero, dove sta il reale problema? Perchè quel giorno ci fu una violenta litigata con suo marito? Quali paure e timori quella discussione ha fatto emergere, quali vissuti è andata a scomodare? Sono queste le reali domande che è necessario porsi e forse l'aiuto di uno psicologo potrebbe rivelarsi decisamente utile a scoprirlo.

Dott.ssa Chiara Pica - Studio SomaticaMente Psicologo a Grosseto

317 Risposte

305 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Lucia, essere riuscita a capire il perché di questi spiacevoli episodi é fondamentale nel processo di guarigione. Forse ora é il momento di attuare dei percorsi pratici che la possano aiutare nella loro gestione.Contemporaneamente migliorare il rapporto di coppia potrebbe influire nella diminuzione dell' ansia. È chiaro che le persone a lei più vicine possono aiutarla se coinvolte in un percorso terapeutico. Cordialmente, dott.ssa Debora Stranieri, Padova.

Dott.ssa Debora Stranieri Psicologo a Padova

11 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Lucia,
la situazione che vive è molto faticosa da portare avanti ed è sicuramente difficile affrontarla da sola: non ha mai pensato di rivolgersi ad uno psicologo chiedendo un aiuto per risolvere il problema? La sua capacità di riconoscere le possibili cause e lo scatenarsi dell'episodio possono essere un buon punto di partenza per avviare un percorso con il supporto di un professionista competente che la aiuti a trovare senso a quanto le accade e ad elaborarlo in maniera completa, perché da quanto scrive sembra che vi siano ancora dei nodi problematici non chiari e quindi non ancora sciolti. Non resti sola a gestire questa difficile situazione, ma cerchi al più presto un centro o un collega a cui chiedere un consulto! Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

992 Risposte

458 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Lucia,
Immagino che lei abbia fatto tutti gli accertamenti medici e che le siano stati dati dei medicinali per curare la sua colite. Lei dice di aver individuato la causa dei suoi attacchi riconducibile, secondo lei, ad eventi stressanti. La spiegazione e' verosimile, in quanto, a fronte di numerose ricerche, e' stato dimostrato un collegamento tra psiche e soma, ovvero come un disagio di natura psichica possa manifestarsi sotto forma di malessere fisico. Lei sembra , quindi, essere consapevole di questo. Tuttavia, vorrei chiederle se ha tentato la via psicoterapeutica per affrontare il problema. Di norma, un disturbo fisico va considerato da molti punti di vista: da quello di stretta pertinenza medica, in primis, al tipo di alimentazione (che nel suo caso potrebbe essere importante) fino ad arrivare allo stile di vita (più o meno frenetica, competitiva ecc.) . A tutto ciò, va aggiunta la propria risposta sul piano emotivo, che puo' variare da persona a persona. Ed e' questo il campo in cui la psicoterapia interviene: essa aiuta a modulare proprio quel tipo di risposta allo stress in modo da consentire alla persona di gestire di volta in volta gli avvenimenti sgradevoli e stressanti. Lei che ne pensa? Cordiali saluti. Dott.ssa Elisabetta Scolamacchia. Psicologa clinica. Op.training autogeno. Counsellor Profess.

Dott.ssa Elisabetta Scolamacchia Psicologo a Marina di Cerveteri

24 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile signora Lucia,
si può guarire e per sempre ma per risolvere definitivamente il problema non è sufficiente conoscere la causa. In psicoterapia comportamentale si trasferiscono alla persona in dificoltà competenze tecniche di frontaggiamento di eventi stressanti che creano problemi. Si tratta comunque sempre di un percorso psicoterapeutico con precisi obiettivi concreti e concordati fissati nel tempo.
dr paolo zucconi, psicoterapeuta e sessuologo comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1551 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Lucia,
la conoscenza delle motivazioni di un disagio non è sufficiente per risolverlo. Quello che è importante sono le modalità con cui vi fa fronte, che nel suo caso mi sembra vadano nella direzione dell"evitamento, meccanismo che tende a alimentare il problema. E' possibile ridurre o risolvere il disagio anche dopo quattro anni, ma mi sembra opportuno che lei si rivolga ad uno psicologo esperto in disturbi d'ansia.
Un saluto
Dott.ssa Cristina Mencacci

Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa Psicologo a Perugia

366 Risposte

162 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Stress

Vedere più psicologi specializzati in Stress

Altre domande su Stress

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 77300

Risposte