Ciao, Qualcuno sa dirmi di più su quest' ansia che mi sta tormentando??

Inviata da Paolo · 20 dic 2013 Ansia

Mi chiamo paolo e ho 18 anni e sono 2 anni circa che sto soffrendo di ansia e attacco di panico. Mi capita spesso durante il giorno che all'improvviso ho un respiro affanato, il cuore che mi batte forte e divento ancora piu timido di quello che sono. Quando invece non mi vengono questi attacchi io sono una persona timida ma che non trovo tante difficolta nel stare con la gente o parlare con qualche amico o conoscente solo che all'improvviso mi sale l'ansia e diventa tutto piu difficile. Premetto che ultimamente sono molto stressato per dei problemi che ho avuto in famiglia e questo influisce anche su questo.. Voglio curarmi da questa cosa e vorrei sapere come fare sperando che c'è qualcuno che può aiutarmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 DIC 2013

Carissimo Paolo,
L'ansia non è solo da incriminare, è anche sintomo, di energie, certamente da canalizzare. Una buona terapia dell'ansia può essere una psicoterapia ipnotica. capace di usare positivamente quelle energie, che ora sente attivate dall'ansia.
Prima di iniziare una psicoterapia, lo Psicologo Le proporrà un Primo Colloquio. Lì, potrà valutare se il percorso che Le verrà proposto potrà interessarLe, e se potrà essere capace di stimolare le Sue motivazioni.
Consideri comunque che l'ansia denota "ricchezza": ma consideri anche che essa crea il paradosso di una diminuita capacità all'uso di tali ricchezze. Il paradosso è, allora, un buona chiave di lettura per imparare a "leggersi" e a conoscersi creativamente. Perché non si è mai così lineari, e perché in psicologia occorre ridimensionare il rapporto causa/effetto, come spiegazione dei nostri eventi interiori.
Molti auguri,
Dr. Roberto De Pas

De Pas Dr. Roberto Psicologo a Milano

32 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Salve Paolo, le sue difficoltà sono comprensibili e vivere continuamente in preda all'ansia e alla paura non è bello ma soprattutto è debilitante e vincolante. Esistono diversi tipi di approccio a questo tipo di disturbo, che come ha ben compreso da solo nel momento in cui aumentano i fattori stressanti si acutizzano. Io ho trovato molto efficace la tecnica ipnotica sia per comprendere le cause che per gestire i sintomi. Se ha voglia di avere maggiori informazione mi contatti. Le consiglio di cercare nella sua zona qualche collega e chiedere un colloquio conoscitivo e orientativo, così da avere un'idea sulla tecnica proposta e sui costi. Oppure può provare a chiedere alla asl di riferimento.
Ci sono diverse strade trovi qualcuno che le ispira fiducia e cominci un percorso di guarigione e crescita personale.
Dott. Barbara Michienzi, Roma

Dott.ssa Barbara Michienzi Psicologo a Roma

52 Risposte

35 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Caro Paolo,
la sua ansia ha probabilmente delle origine psicologiche, per affrontare e comprendere cosa potrebbe provocarle questo disagio può rivolgersi ad uno psicologo/psicoterapeuta e fare un lavoro introspettivo al fine di cogliere il significato di questo sintomo e farlo quindi regredire. L'ansia è solo il sintomo, il mezzo attraverso il quale si comunica un disagio attraverso il corpo. Ogni patologia si lega ad una storia del tutto personale a cui si può risalire con una psicoterapia, che permettere di capire le dinamiche emozionali che hanno determinato l'emergere di tale difficoltà.
Cordiali saluti
Dott.ssa Elena Favole

Dott.ssa Elena Favole Psicologo a Cuneo

42 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Gent.le Paolo,
l'ansia – anche acuta, come le capita a volte – e la timidezza sono spesso collegate tra loro. Del resto, dice di aver cominciato a soffrirne verso i 16 anni; a quest'età molti ragazzi vanno un po' in crisi a causa dei cambiamenti che stanno attraversando, delle novità che li aspettano, delle incertezze rispetto al proprio futuro. Preoccupazioni che al momento della maggiore età possono anche aumentare e che, forse, sono accresciute dai problemi familiari a cui accenna nella sua breve presentazione. Se vuole capire cosa le succede e perché, e soprattutto se vuole liberarsi da queste difficoltà, credo che non le convenga aspettare ancora prima di contattare direttamente uno psicoterapeuta: solo superando la resistenza a parlare di sé può trovare una via d'uscita.
Coraggio, non lasci passare altro tempo.
Un terapeuta del Porto di Telemaco

Porto di Telemaco Psicologo a Bergamo

11 Risposte

19 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Caro Paolo,
L'ansia è sicuramente una condizione spiacevole, eccessiva e apparentemente ingiustificata ma come tu stesso hai notato può originarsi da periodi particolarmente stressanti. Con l'aiuto di uno psicoterapeuta potrai certamente capire meglio cosa ti succede e che significato ha nella tua vita, come incide sulla tua autostima (ad esempio rendendo ti più timido) e soprattutto come affrontarla. Ti consiglio pertanto di rivolgerti al più presto ad uno psicoterapeuta per risolvere il problema ed evitare che si generalizzi. Io stessa posso darti la mia disponibilità compatibilmente con il luogo in cui vivi. Un caro saluto

Dott.ssa Guglielmucci Simona Psicologo a Roma

41 Risposte

41 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Salve Paolo,
beh se vuole capire la causa dell'ansia improvvisa si puo'rivolgere a uno psicologo per alcuni colloqui e decidere gli obiettivi da raggiungere e i tempi.

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

231 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Gentile Paolo,
La Sua sindrome ansiosa con attacchi di panico necessita di una cura i cui obiettivi terapeutici sono da definire in base a un approfondimento. È necessario esaminare l'insorgere più recente dei suoi sintomi, ricollegandolo con i suoi eventi storici, personali e relazionali più significativi, così da lavorare se possibile sulla radice del problema e non solo sui sintomi attuali e sul contingente momento di stress. È importante comprendere il motivo e il significato di questa ansia e dei suoi sintomi e lo
si può fare solo in uno o più colloqui mirati.
Cordialmente
Mara Gallo

Dr.ssa Mara Gallo Psicologo a Torino

32 Risposte

53 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Leggendo cosa le capita potrei azzardare che si tratti di ansia su base fobico-depressiva e suggerirle di rivolgersi ad uno psicologo-psicoterapeuta, questo per due ottime ragioni, la prima è che per fare una diagnosi, si deve conoscere meglio ciò che la turba e la seconda è che con tutte le tecniche psicoterapeutiche di cui disponiamo oggi, il panico lo si debella in breve tempo, ma ripeto è necessario che venga condotto un colloquio clinico, atto a fare una buona diagnosi dei suoi sintomi per intervenire in modo mirato e rapido.
Cordiali saluti
Dr. Cristian Sardelli
Psicologo-Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Breve Strategica

Cristian Sardelli Psicologo a Firenze

119 Risposte

200 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Caro ragazzo,
l'ansia è un segnale sano, che indica in una personalità normale che si sono prese decisioni errate o che si sta vivendo una situazione di disagio.
Occorre dunque prenderla sul serio, andare a fondo di essa per capire meglio cosa il proprio pensiero ci sta suggerendo.
Le suggerisco di rivolgersi a qualcuno che possa aiutarla in questo esaminando la sua storia.
Cordiali saluti.
Elena Passini

Passini Dott.ssa Elena Psicologo a Casale Monferrato

5 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Gentile Paolo,
questo disagio che lei descrive credo necessiti di essere contestualizzato all'interno di un quadro complesso, non sottovalutando quelli che possono essere le cause di questo profondo malessere. Sperimentare un attacco di panico è senza dubbio un'esperienza dolorosa, che può accadere a ciascuno di noi in determinate condizioni di stress e di tensione portata all'estremo.
Questa condizione di stallo si può superare avendo il coraggio di affrontare le proprie paure più profonde attraverso un percorso terapeutico guidato. Le consiglio, se vuole, di rivolgersi a uno psicoterapeuta in modo da approfondire le tematiche inerenti al suo disagio; in genere un percorso terapeutico in cui possa avere la possibilità di parlare liberamente risulta essere un buon sistema per risolvere questo genere di problemi.
Dott.ssa Carmen Di Grazia

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Gentile Paolo,
per quanto riguarda la risposta alla domanda "cosa fare per uscirne?", l'unica cosa che possiamo suggerirle è rivolgersi ad uno psicologo di persona. L'ansia se affrontata con il fai da te può cronicizzare e difficilmente si risolve da sola.
Credo che al di là delle considerazioni sul sintomo ( ansia) forse dovrebbe cercare di esplorarne le ragioni, di cui per altro fa degli accenni legati al contesto familiare.
Spesso i sintomi hanno delle ragioni più profonde legati ai contesti relazionali, tra cui quelli familiari hanno un ruolo importante.

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

402 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Gentile Paolo,
per curarsi sarebbe opportuno contattare direttamente un Collega specializzato in psicoterapia.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

789 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Buongiorno gentile Paolo,
gli attacchi di panico non fanno sentire più timidi... Chi ha posto la diagnosi di attacco di panico? Per curarsi adeguatamente è necessario richiedere una consulenza psicologica de visu dove verrà fatta la diagnosi e proposto l'intervento psicoterapeutico. Dalla valutazione svolta dallo psicoterapeuta si accerterà anche se è necessario ricorrere per il periodo iniziale ai farmaci che comunque sarà lo psichiatra a prescrivere. Questi sono i passi da seguire. Tenga presente che i disturbi d'ansia non passano da soli ma con il tempo c'è anche il rischio di cronicizzazione. Lei è molto giovane e se si cura con costanza e pazienza guarirà molto bene.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2877 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Caro Paolo,
puoi rivolgerti ad uno psicoterapeuta della tua zona, magari anche utilizzando questo portale per selezionare qualcuno che riceva nelle tue vicinanze. Oppure puoi contattare i consultori familiari o dipartimenti di salute mentale (dsm) della tua ASL di riferimento. L'orientamento cognitivo comportamentale è un buon approccio per i disturbi d'ansia quindi ti consiglierei di cercare un professionista con questa specializzazione. Assieme potrete valutare e decidere quale percorso intraprendere e quali problematiche affrontare.
Un saluto,
Dott.ssa Chiara Francesconi

Anonimo-127163 Psicologo a Fano

319 Risposte

327 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20600

psicologi

domande 34650

domande

Risposte 118250

Risposte