Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Chiarimenti sulla figura dello psicologo/psicoterapeuta

Inviata da Alessandro il 16 feb 2016 Orientamento professionale

Salve, volevo sapere in che cosa consiste il vostro operato. Uno psichiatra tramite l'ausilio della chimica cerca di correggere gli squilibri del paziente. Uno psicoterapeuta invece materialmente come aiuta una persona? Ho letto che il paziente si apre e ne trova giovamento, ma non riesco a comprendere tramite quale meccanismo i problemi rapportati,vadano incontro a soluzione. La terapia è basata solo su uno sfogo della persona oppure non so,su dei consigli? Quindi,cosa avviene in una seduta terapeutica e come aiutate concretamente il paziente?
Vi ringrazio per l'attenzione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Alessandro
constatato che hai ricevuto molte dettagliate e interessanti risposte alla tua domanda, io sarò molto semplice.
Lo psicoterapeuta è colui che "accompagna" il paziente alla scoperta di se stesso e dei suoi "territori psichici" anche sconosciuti.
Lo scopo finale di ogni psicoterapia è diventare sempre più consapevoli di ciò che ci accade e in grado di gestire autonomamente le piccole e grandi tempeste del quotidiano. Ciò comporta andare a correggere certe fragilità interiori e certi conflitti "intrapsichici" che , costantemente, ci rubano energia e ci bloccano in un fluire naturale, ci impediscono anche di poter utilizzare al pieno le nostre potenzialità.
Per questi motivi la psicoterapia è un valido aiuto per tante situazioni sia a carattere clinico (cioè attinenti alla psicopatologia) sia come aiuto per contesti più quotidiani che riguardano situazioni contingenti e pratiche (tipo esami, studio, lavoro, problemi relazionali ecc).
Lo psicoterapeuta è un esperto della psiche, ne conosce i meccanismi, li padroneggia e pertanto conduce, in collaborazione stretta col paziente, nel viaggio interiore dove si generano blocchi e motivazioni, dove nascono o si spengono le energie psichiche.
Visto che abito a Ravenna non posso non citare Dante.
Metaforicamente la Divina Commedia è un grande percorso di psicoterapia che parte dalle parti distorte e malate della mente (inferno) e giunge poi, attraverso il purgatorio, al paradiso e cioè la regione dove albergano le facoltà più alte dell'uomo.
Inferno, purgatorio e paradiso sono le tre regioni psichiche dove si svolge il viaggio. Virgilio e Beatrice sono i terapeuti, Dante il paziente.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6716 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Alessandro, non ti spiegherò qui la differenza tra psicologo, psicoterapeuta e psichiatra perché ho letto che lo ha già fatto qualche collega in risposte precedenti. Ti spiegherò qui come funziona la psicoterapia che utilizzo io, quella ad orientamento cognitivo comportamentale. Essa parte dal presupposto che ognuno di noi ha la tendenza a percepire e interpretare le cose che ci accadono giorno per giorno in un determinato modo, schematico, automatico, un modo di percepire le cose che abbiamo appreso sin da bimbi a causa di alcune esperienze vissute con i nostri genitori, parenti, amicizie che hanno determinato il nostro modo di pensare e agire adulto. Attraverso un cammino che parte dal momento presente e va a ritroso si comprendono i motivi che ci portano a pensare e ad agire in modo problematico e si comprendono i meccanismi e il funzionamento della nostra personalitá.
Già comprenderli e portare questi meccanismi alla luce ti aiuterá a dare senso a tutta una serie di situazione che al momento non riesci a spiegarti, ma una volta compresi, si passa all intervento comportamentale che consiste nell apprendere nuovi modi di pensare e comportarti, che una volta acquisiti devono essere praticati costantemente per farli entrare nel nuovo repertorio d'azione del paziente. Gli apprendimenti nuovi agiscono anche a livello cerebrale, si costruiscono nuove sinapsi e circuiti, ci sono molte ricerche che dimostrano infatti che la psicoterapia agisce molto più di un farmaco, modificando il cervello concretamente e non è come in molti pensano una terapia astratta.

Spero di esser stata chiara
Saluti Ivana MIcillo

Dott.ssa Ivana Micillo Psicologo a Sant'Antimo

5 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Alessandro,
intanto credo che ci sia da fare una precisazione ulteriore: psicologo e psicoterapeuta non sono la stessa figura, anche se i due termini vengono utilizzati in maniera indistinta.
Lo psichiatra è un medico e, come lei stesso dice, ha la possibilità di somministrare dei farmaci che contengano dei sintomi. Spesso, però, l’operato dello psichiatra si affianca in un lavoro di équipe a quello dello psicoterapeuta: se emerge un sintomo esso può essere considerato un modo che il nostro corpo/mente sceglie per dirci qualcosa, quindi va contenuto ma allo stesso tempo trattato ed esplorato, per capirne il senso.
Lo psicologo ha una laurea di cinque anni in psicologia, ha effettuato un tirocinio e il successivo esame di stato per l’abilitazione alla professione. Lo psicologo lavora per aumentare il livello di benessere della persona o per superare le crisi evolutive che si presentano nell’arco della vita, ma restando nel tempo presente come sfera di azione, incrementando le risorse della persona, e ogni volta in cui non si presenti una patologia. Assolutamente non si lavora dando consigli, ma costruendo insieme degli obiettivi e delle strategie per raggiungerli, che siano rispondenti alla persona ed alle sue proprie risorse.
Lo psicoterapeuta, che può avere una formazione di base o medica o psicologica, ha svolto una ulteriore specializzazione per effettuare la terapia che, oltre ad essere indicata ogni volta che si presenta un disturbo vero e proprio, ha a che fare con un lavoro profondo, che ristruttura la personalità del paziente, anche scavando nel passato.
Il terapeuta può essere specializzato in diversi approcci, ognuno dei quali ha delle tecniche specifiche di intervento che non si riducono al semplice sfogo, ma sono contingenti alla problematica che si presenta.

Spero di averle dato le informazioni di cui aveva bisogno.
Un saluto

Dott.ssa Anastasia Zottino
Psicologa
Aprilia (LT)

Dott.ssa Anastasia Zottino Psicologo a Aprilia

36 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Alessandro
esistono diversi tipi di psicoterapia, che utilizzano strumenti metodologici differenti e dunque toccano in modo diverso il mondo interno della persona.
Ci sono approcci centrati maggiormente sulla parola, piuttosto che sull'azione, che includono i processi corporei, che partono dalle emozioni o piuttosto da dimensioni più cognitive e strutturate di visione di sè.
Non eistono approcci di per sè migliori, ma esistono persone che utilizzano metodologie differenti con persone che hanno bisogni diversi.
La persona che cerca sostegno psicologico o psicoterapia sta cercando risposte o soluzioni a problemi più o meno urgenti. Può incontrare molte risposte possibili alle proprie domande, ma soprattutto incontrerà dei professionisti con cui instaurare un rapporto di fiducia. A partire da questa si delineerà un percorso i cui obiettivi saranno condivisi, verso la ricerca di un maggior benessere, più o meno a lungo termine.

Dott.ssa Tatiana Sicouri Psicologo a Milano

20 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Alessandro,
Psicologo o psicoterapeuta?
Gli psicologi non sono tutti uguali, esistono all'interno delle università indirizzi formativi diversi - i principali sono quelli in psicologia clinica e di comunità, in psicologia del lavoro e delle organizzazioni, in psicologia dello sviluppo e dell'educazione, in psicologia generale e sperimentale - i quali forniscono tuttavia competenze solo in parte diverse. Tutti gli Psicologi possono dopo l’iscrizione all’Albo effettuare colloqui di sostegno, somministrare test, attuare consulenze diagnostiche e psicologiche (vedi DPR 328/01).

Dunque lo psicoterapeuta può essere sia medico che psicologo; nel caso che sia psicologo può esercitare tutte le attività dello psicologo ed in più la psicoterapia, nel caso che sia medico può esercitare le attività del medico - fra cui la prescrizione di farmaci - e quelle dello psicoterapeuta. L'attività dello psicoterapeuta è una pratica terapeutica che si occupa della cura di disturbi psicopatologici della psiche umana di natura ed entità diversa, che vanno da forme di modesto disagio personale alla sintomatologia grave, ed agisce attraverso l’utilizzo di due strumenti, il colloquio clinico e la relazione terapeutica. La psicoterapia va quindi più in profondità rispetto alla consulenza psicologica.

Dott.ssa Ravasio Debora Psicologo a Bergamo

15 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Alessandro,
a differenza di uno psichiatra un terapeuta non può somministrare farmaci.
Un terapeuta utilizza, in base alla.scuola di specializzazione scelta, diverse tecniche che vanno dalla parola,al.movimento, a strumenti vari.
Il motivo per cui una terapia é efficace é perché apre a degli scenari nuovi di vita, che possono essere la risoluzione sintomatica ma anche una vera e propria rivoluzione di posizione del soggetto nei confronti della vita. Perché avvenga ai deve creare un rapporto di fiducia.
Non é facile rispondere in modo esauriente.perché le tecniche, ma soprattutto i pazienti, non.permettono una generalizzazione.

A disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Fornari Daniela

Dott.ssa Daniela Fornari Psicologo a Iseo

380 Risposte

423 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Alessandro,
l'ausilio della chimica con l'utilizzo dei farmaci è finalizzato quasi sempre al contenimento o al controllo temporaneo dei sintomi mentre la psicoterapia tende a modificare con modalità e tecniche diverse i pensieri disfunzionali che sono all'origine di altrettanti comportamenti disfunzionali che poi producono i sintomi.
Si tratta quindi di una terapia che non prevede l'uso di farmaci con i relativi effetti collaterali (se non in associazione, in casi particolari) e che è da intendere più come terapia etiologica anzichè sintomatica.
Premesso ciò, va detto che fin dal primo contatto con il paziente con annessa fase anamnestica, bisogna partire da una diagnosi di presunzione iniziale del disturbo e dare inizio ad un processo terapeutico per portare il paziente da un punto A ad un punto B di crescita attraverso una serie continua di microunità terapeutiche di intervento per raggiungere un piccolo obbiettivo che va poi verificato; se si ha successo si va avanti per un'altra microunità di intervento altrimenti si torna indietro riaggiustando la diagnosi e ripartendo per un uovo ciclo e così via.
E' da dire che ogni intervento presuppone un metodo e delle tecniche che a loro volta presuppongono una teoria o un modello retrostante e ciò perchè ci sono diversi approcci terapeutici.
Quindi è riduttivo e fuorviante pensare che la psicoterapia consiste solamente nel far sfogare il paziente o dargli dei consigli, cosa che pure può accadere ma è contestualizzata in tecniche ben precise che mirano sostanzialmente a far aumentare la consapevolezza e il senso di responsabilità del paziente, il suo equilibrio emotivo e dare più struttura alla sua energia quando questa è in eccesso oppure fargli acquisire più energia e capacità di adattamento quando prevale la struttura fino ad arrivare all'irrigidimento che è responsabile di diverse psicopatologie.
In tutto questo occorre una buona motivazione iniziale del paziente a cercare attivamente la causa del suo malessere senza ricorrere passivamente alla delega del farmaco ed inoltre costruire una relazione di fiducia e di alleanza terapeutica.
Ci sarebbe ancora tanto da dire ma ciò che è sicuro è che lei, caro Alessandro, non deve pensare alla psicoterapia come un semplice far parlare il paziente per farlo sfogare o limitarsi a dargli dei consigli.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6571 Risposte

18390 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Alessandro,
in aggiunta a quanto molto chiaramente esposto dal mio collega, posso dirle che il lavoro dello psicoterapeuta non è né quello di dar consigli né quello di lasciar sfogare il paziente in maniera incontrollata; per questo tipo di funzioni esistono gli amici. Noi siamo soltanto dei "facilitatori di processi", a volte anche degli attivatori o se preferisce catalizzatori di questi processi di cambiamento. Sulla base del nostro approccio utilizziamo tecniche diverse per ottenere tutti lo stesso risultato, ovvero aiutare i nostri pazienti a star meglio, ma attraverso un processo che non è solo del terapeuta ma che si costruisce insieme al paziente.
Spero di averla aiutata a chiarire il suo dubbio,
un saluto
Dott.ssa Serena Russo

Dott.ssa Serena Russo Psicologo a Roma

7 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Alessandro,
il lavoro dello psicologo e dello psicologo psicoterapeuta (la psicoterapia è una specializzazione cui possono accedere sia gli psicologi che i medici) si basa sulla relazione e il colloquio con il proprio paziente/cliente. Il modo in cui questa relazione viene creata e le tecniche usate dal professionista variano molto a seconda della scuola di pensiero e dall'orientamento teorico e applicativo che il professionista ha scelto di seguire. Non esiste in psicologia un'unica "visione del mondo" e del funzionamento dell'essere umano: esistono diversi approcci che prevedono diversi modi di gestire la relazione con il cliente e diverse tecniche. Può trovare psicologi e psicologi psicoterapeuti che usano la tecnica dell'interpretazione per aiutare il paziente a individuare i significati profondi della sua sofferenza, oppure altri che usano la tecnica della confrontazione, per aiutare le persone a individuare le motivazioni alla base del loro agire; altri ancora che usano tecniche immaginative e di rilassamento, o che danno "compiti a casa", oppure ancora può trovare professionisti (come il sottoscritto) che usano preferibilmente la tecnica del fare domande, declinata in modi diversi a seconda dei casi e delle situazioni.
Vista l'elevato numero di approcci e orientamenti, da mia esperienza posso dire che le persone scelgono il professionista in base a diversi criteri: c'è chi lo sceglie perché conosce il metodo e lo apprezza; c'è chi invece è stato consigliato da altre persone; c'è chi sceglie "a pelle", sulla base delle sue impressioni (nel parlare con il professionista, nel visitare il suo sito, ecc.), e così via.

Spero di essere riuscito a chiarificare un po' meglio i suoi dubbi. Qualora volesse ulteriori chiarimenti, non esiti a contattarmi.

Cordiali saluti,

Dr. Luigi Frezza

Studio di Psicologia del dott. Luigi Frezza Psicologo a Battipaglia

33 Risposte

32 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte