Che scelta devo fare?

Inviata da Cla · 7 ago 2017 Orientamento scolastico

Salve, ho 23 anni e ho un dubbio che mi assilla da tempo, con cui ho imparato a convivere, o meglio, evito di affrontare il discorso poichè non so che scelta prendere, dato che ne va del mio futuro. L'anno prossimo prenderò la laurea in Lingue e Letterature moderne. Dopo le scuole medie, i professori mi consigliarono di scegliere un Liceo Socio-psico-pedagocio, ma la mia istruzione iniziale è iniziata con 3 anni di Liceo Linguistico, per poi essere stata respinta al terzo anno, e da lì ho preso la decisione di cambiare scuola per terminare gli studi ottenendo il diploma in Tecnico della Grafica Pubblicitaria. Ho preso un anno sabbatico per riflettere attentamente sull'orientamento universitario da intraprendere. Sono sempre stata affascinata dagli infiniti meccanismi della mente umana, ma anche le lingue straniere rientrano nelle mie passioni. Inoltre, quest'ultimo è un ambito in cui sono sempre stata portata sin dalla nascita, essendo io in primis bilingue. Il problema (al quale ho sempre evitato di pensare, inconsciamente, ma evidentemente è sempre stato presente) si presenta ora che frequento il secondo anno della mia facoltà a Lingue. Sono alla pari con gli esami, ho ottenuto fin'ora una media abbastanza alta, ma ciò che mi disturba è che mi rendo conto ogni giorno di più che il mio sogno è altro. Il mio progetto di vita più grande è quello di laurearmi in Psicologia e proseguire (se tutto dovesse procedere senza ostacoli) gli studi con una specializzazione, magari in Psicoterapia o Psicanalisi. Ho però paura che questo rimanga solo un grande sogno, un rimpianto, poiché ho già 23 anni e manca un anno e mezzo alla laurea in Lingue. Ho ascoltato i pareri di amici e persone strette a me, ma nonostante ciò non riesco a prendere una decisione. Sento, e sono sicura, di avere la giusta empatia, sensibilità, determinazione, pazienza e ambizione per diventare ciò che voglio, ma quello che mi blocca è il tempo che passa frequentando la mia attuale facoltà. Ritirarmi a questo punto del percorso e ricominciare da capo, rappresentetebbe una perdota di tempo e denaro, nonostante la mia curiosità e passione per la Psicologia siano troppo grandi ed entusiasmanti: per la prima volta nella vita farei qualcosa di buono per me stessa, e di soddisfacente. Sono una persona pessimista di natura, paranoica e il mio cervello non cessa mai un secondo di pensare (ma i miei conflitti interiori e mentali sono un altro discorso a parte). Sono ad un bivio e non so come trovare una soluzione adeguata. La maggior parte dei consigli sentiti sono di finire ciò che sto studiando (per avere anche una base sicura intanto) e magari iniziare il percorso per una seconda laurea appunto. Conosco 6 lingue straniere, ma sono scoraggiata e sto male con me stessa perché il mio sogno più grande è tutt'altro, e ho paura che sia ormai troppo tardi (ripeto che ciò che provo per la Psicologia non è solo un hobby o l'ennesimo capriccio, ma sento che è la mia strada, la mia vera vocazione.. acquisto quasi ogni settimana libri psicologici e mi tengo sempre informata su ciò che riguarda la mente umana, con grande voglia di apprendere sempre cose nuove a riguardo). Avrei paura di un eventuale cambiamento così drastico, dato che parto prevenuta in anticipo, poichè è questo il mio modo di pensare. Fra la paura di un ennesimo fallimento e le mie insicurezze personali. Ma sarei allo stesso tempo entusiasta e felice come non lo sono da tempo di fare ciò che ho sempre voluto, e penso che sarebbe anche un modo per aiutare me stessa oltre che realizzarmi nella vita. Ecco perché ho deciso di sentire il parere di persone appositamente esperte.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 AGO 2017

Buongiorno Claudia,
al pari di molti suoi conoscenti le consiglio di completare il corso di laurea iniziato. In secondo luogo se la sua motivazione intrinseca per la psicologia è molto elevata può considerare la possibilità della seconda laurea, previo un breve percorso di orientamento che l'aiuti ad individuare correttamente attitudini, abilità ed interessi personali.
Una buona conoscenza delle lingue, del resto, non nuocerebbe affatto ad una psicologa!
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1360 Risposte

1232 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 AGO 2017

Credo che un percorso serio di orientamento Le potrebbe essere molto utile. Così come anche un bilancio di competenze per valorizzare ciò che ha fatto e capire bene quali sono i suoi reali obiettivi.

in bocca al lupo,
dott Alessandro Stirpe

The Profilers Srl Psicologo a Roma

89 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24800

domande

Risposte 88350

Risposte