Che causa l'ansia da relazione, dubbi persistenti, pensieri ossessivi?

Inviata da Amd il 13 apr 2017 Ansia

Tralasciando la mia esperienza (non ho diagnosi, ma mi è stato detto da persone pratiche in materia che mi ripetono che non ho un problema con il mio ragazzo o con la relazione, ma che ho un problema io, che si sfoga in ansia e ossessioni)
Vorrei chiedere quali sono i fattori scatenanti di questo disturbo che comprende rimuginio infinito e controllo costante del proprio amore o comportamenti o attrazione verso il partner, e ansia.
Come se la testa volesse necessariamente allontanarsi dalla persona con cui si è sempre stati bene. Ogni sicurezza diventa insicurezza.
È causata da una semplice predisposizione all'ansia o a carattere ossessivo?
O da una visione idealizzata e poco realistica dell'amore?
O da altri problemi e disagi profondi?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Pamela,
a mio avviso non si tratta di visione idealizzata e poco realistica dell'amore nè di predisposizione all'ansia bensì di fragilità strutturale della personalità che si è formata negli anni a partire dalla prima infanzia relativamente al contesto familiare in cui si è cresciuti e alle esperienze vissute.
La soluzione è in una psicoterapia di ristrutturazione e le uniche "persone pratiche in materia" sono gli psicoterapeuti.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6464 Risposte

18113 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

La domanda con la quale concludi quanto hai scritto, corrisponde esattamente alla sua conferma.Quindi, non perdere tempo con chi "se ne intende", ma rivolgiti ad un/a SPECIALISTA.
Un caro saluto
Dott.ssa.Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

615 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Pamela,
affidarsi a ciò che le hanno detto "persone pratiche in materia" mi sembra superficiale e riduttivo visto la sintomatologia che riferisce. Se vuole avere delle risposte e cercare le cause del suo disagio, le consiglio di rivolgersi (senza vergogna e/o pregiudizi) ad un PROFESSIONISTA PSICOLOGO/PSICOTERAPEUTA che, dopo un'accurata valutazione psicologica, saprà aiutarla a capire cosa le sta succedendo in questo periodo della sua vita.
Buona fortuna!
Dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna

Ma.Lu.A. Studio della dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna Psicologo a Taranto

120 Risposte

153 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Pamela,
e' un disturbo ricorrente in cui vi sono pensieri ossessivi, rituali o compulsioni la cui finalità principale è il controllo dell'ansia. Lei accenna ad altri aspetti di se differenti quali insicurezza, relazione con il partner, disagio. Sono tutti argomenti intetessanti che necessitano di un approfondimento.
Quando questi meccanismi diventano invasivi e prendono il sopravvento è meglio intervenire.
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2420 Risposte

2048 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Pamela,
I fattori scatenanti possono essere molteplici e diversi da persona a persona.
Per capire da dove arrivano questi pensieri ossessivi/ansia bisognerebbe approfondire la sua storia personale.
Un saluto.

Dott.ssa Elisa Configliacco Bausano Psicologo a Moncalieri

24 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima, un disturbo ossessivo è fondamentalmente, formato da pensieri ossessivi quindi, un pensiero o piu pensieri che possono essere definiti snche come paure, che ricorrono in continuazione e comportamenti conseguenti per cercare di sedare l'ansia, che ne risulta la conseguenza principale. Si tratta di un disturbo persistente. Mentre la possessivita, il controllo del partner, ecc, è un problema diverso. Alla base c'è anche dell'ansia, ma non solo. Quale dei due pensa possa essere più vicino al suo disagio?
Resto a sua disposizione se ne avesse bisogno.
Cari saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

391 Risposte

176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77200

Risposte