Cerco un po' di pace, aiuto

Inviata da Francesco · 20 nov 2020

E' ormai 2 anni che puntualmente passo dei periodi in cui non riesco a capire cosa mi succeda, mi sento la mente che continua a pensare in modo incessante senza che io riesca a controllare quei pensieri o perlomeno che riesca a dargli una calmata.
Tante volta pensa talmente tanto che non riesco a identificare i pensieri che arrivano.
Spesso comunque penso alla conoscenza, alle varie domande esistenziali, spesso mi autogiudico e cerco dei problemi in me, ma come dicevo non sempre riesco a identificare i pensieri e spesso mi logorano proprio per la loro quantità, ne sento troppi.
Mi sento come se stessi facendo una guerra contro la mia mente e che per la maggior parte delle volte vinca lei.
E' ormai due anni che mi succedono queste cose e mi sento sfiduciato, ho provato molte cose: ho provato (non in modo deciso, solo un po' saltuariamente) la meditazione ma per quello che l'ho praticata non mi ha portato giovamenti, ho provato ad andare da uno psicologo ma riuscivo a stare bene solo per i giorni successivi in quanto mi si apriva un nuovo modo di vedere le cose, ma era temporaneo, ovvero quando ricapitavano quei periodi non riuscivo comunque a vedere le cose dalla giusta prospettiva.
Poi questo comporta che spesso non riesco a concentrarmi durante le lezioni universitarie e a volte non riesco a ricordarmi l'azione che dovevo fare pochi secondi dopo averla pensata.
Mi sento molto sfiduciato.
Penso a questo punto che possa avere qualche patologia psicologica e questo mi fa molto paura.
Inoltre mio padre soffre di depressione e anche mia nonna e questo alimenta sempre di più la mia paura di avere qualche possibile patologia psicologica.
Mi sento oppresso, non riesco ad avere una salute mentale decente e vorrei tanto averla.
Vorrei un po' di pace.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 NOV 2020

Salve, mi spiace molto per il disagio e la situazione raccontata. Sarebbe importante a mio avviso conoscere quando è avvenuto lo scompenso e l’inizio dei suoi sintomi, conoscere quali conseguenze avrebbe per lei la possibilità di avere una qualche patologia Psicologica.a mio avviso sarebbe importante intraprendere un percorso psicologico al fine di indagare le cause, origini ed i fattori di mantenimento dei sintomi.
Cordialmente, dott FDL

Dott. Francesco Damiano Logiudice Psicologo a Roma

242 Risposte

110 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29600

domande

Risposte 100800

Risposte