cerco terapeuta che segua questo percorso in Toscana (percorso Cohen)

Inviata da Anonimo · 8 nov 2019 Depressione

Salve sono un ragazzo di 31 anni che le scrive dalla Toscana.

Sono molti anni che stò male sia psicologicamente che per sintomi somatici(Depressione e ansia cronica forte), ho fatto molte terapie, tutte mi hanno reso più consapevole ma non sono riuscito a trovare la soluzione al mio problema.


Già nei primi giorni di vita sono sempre stato un bambino irrequieto e sensibile, all’asilo e all’elementari mi sono sempre sentito inadeguato e incompleto nell’intima essenza del mio essere, ho sempre avuto una percezione di essere rifiutato e di essere diverso dagli altri bambini specialmente quelli maschi ; forse, già nell’utero avevo modellato questo atteggiamento nei confronti della vita...


Ho avuto un infanzia traballante con diversi eventi negativi, cresciuto in una famiglia all’apparenza normale, ma con una mamma castrante, soffocante, critica, con un rapporto di amore-odio ma anche con un eccessiva identificazione in lei, un padre sempre attento e impegnato sul lavoro e anche alla famiglia, ma anche un padre che non è riuscito a creare un legame profondo e maschile con suo figlio.


Oltre ad aver affrontato un operazione pesante a un testicolo all’età di 3 anni che mi ha sempre fatto sentire diverso, oltre ad essere sempre stato ipersensibile e con un senso di incompletezza profondo, sono sempre stato bullizzato per il mio aspetto gracile, evitavo gli sport maschili la violenza e ogni cosa che mi facesse sentire a rischio, poi, all’età di 8 anni in piscina, ho visto un ragazzo del mio paese masturbarsi in uno spogliatoio comune rimanendone affascinato, da quel giorno ho sempre sentito dentro di me una spinta a voler vedere il maschio nudo provocandomi una lieve attrazione.


Crescendo mi sono sempre più allontanato dal mondo maschile facendo scelte passive, non mi sentivo mai a mio agio, non avevo quel senso di appartenenza anche se condividevo esperienze con altri ragazzi...sapevo dentro di me di questa cosa, ma sono andato avanti cercando esperienze con ragazze e facendone anche varie fino a che dopo varie uscite, ho conosciuto la mia fidanzata, stiamo insieme da 11 anni e conviviamo da 6.

I primi anni della nostra relazione sono stati davvero colmi di gioia, per un grande lutto in famiglia facevo terapia in quanto soffrivo di attacchi di panico e svenimenti continui, iniziata la relazione e il sesso tutte le ansie passarono come se mi sentissi un uomo vero e affermato...ma, dopo 3 anni iniziarono a presentarsi dentro di me delle ossessioni e compulsioni(DOC) a sfondo omosessuale.


Mi sono curato per 3 anni facendo psicoterapia cognitivo comportamentale...le ossessioni si sono abbassate ma dentro di me piano piano ha iniziato ad arrivare sempre più un senso di angoscia continua cronica, un dolore allo stomaco forte che aumentavate (ancora oggi), quando ero con la mia fidanzata.


Dopo aver provato agopuntura, omeopatia, terapia strategica breve ,terapie naturali e farmacologiche con psicofarmaci, EFT, Ipnosi, Metamedicina, sono arrivato ad avere sintomi sempre più forti con attrazioni mentali verso figure maschili che percepivo essere virili e quindi ho iniziato ad indagare perché credevo di essere un gay represso, visto che oltre allo stomaco ho in aggiunta da 3 anni, un sintomo cronico nella zona anale come se dovessi essere penetrato tutto il giorno. 


Sono stato anche a Milano da vari dottori che seguivano la terapia di Nicolosi, tra una consapevolezza e molto tempo a documentarmi finalmente conosco il mio problema:


Ho una profonda ferita infantile, quasi come un imprinting a sentirmi rifiutato nel mondo, una mancanza di maschilità che l’inconscio tenta di colmare dandomi queste attrazioni indesiderate verso la figura maschile, come se fosse una ricerca della parte mancante di me stesso nelle altre persone e con i sintomi cerca di avvisarmi che ho questi schemi emotivi sepolti, un insicurezza che l’inconscio cerca di compensare, come se la mente fosse in cortocircuito”desidero essere come gli altri maschi, dotato e virile quindi mi attraggono e erotizzo questo aspetto” uno sforzo riparatore per ristabilire l’io spezzato.


Se faccio terapia con uno psicologo comune che segue il “mito” che questa situazione sia una condizione naturale e innata, mi indica la strada più facile, nonché accettare le mie sensazioni “false” che ricercano di soddisfare la mia ferita, dovrei lasciarmi con la mia ragazza e andare verso l’omosessualità. 

Io ho capito, confrontandomi anche con altre persone che hanno fatto questo tipo di percorso, e che sono riuscite a “crescere” come persona nel mondo maschile, che se riuscissi a sentirmi a mio agio nel mio corpo, se riuscissi a colmare quelle necessità insoddisfatte, a superare i traumi infantili, a colmare quei bisogni insoddisfatti, potrei venirne fuori senza abbandonare la mia relazione e finalmente riuscire a superare questi dolori cronici...



I dolori sono arrivati a invalidarmi le giornate, ho dovuto smettere di lavorare, non riesco più a sorridere e non so cosa sia la serenità.


So benissimo che i sintomi non vengono a caso, chiedo a chiunque segua RICHARD COHEN o comunque chi può aiutarmi, di scrivermi...
No Perditempo.
la strada più facile secondo le terapie classiche sarebbe quella di dare sfogo alle sensazioni e di abbandonare la mia relazione, ma io ho deciso di combattere e risolvere le ferite del bambino interiore e stò cercando un aiuto, ma un aiuto davvero valido...


Nella mia zona (provincia di Pisa) non riesco a trovare un terapeuta valido, ho conosciuto molte persone in varie parti d'Italia che sono guarite da questa problematica.
Chiunque può aiutarmi mi scriva privatamente grazie!!!!!
Nell’intimo di ognuno di noi c’è un bambino prezioso che attende solo di ricevere amore e guarigione, il dono della libertà è a disposizione di chi desidera prenderlo e io voglio provarci.


Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 NOV 2019

Ciao Luigi, grazie per aver condiviso la tua storia con noi. Personalmente non posso aiutarti per motivi geografici, ma sento di dover porre delle riflessioni. Innanzitutto come già ti ha detto il dottore che mi ha preceduta, le terapie di conversione sono vietate in Italia. Per il resto, il tuo racconto sembra pieno di psicologismi, una ricerca incessante di un perché logico e razionale, ed una spiegazione univoca e concreta. L'anima Luigi è essenziale, e ciò che ci propone e ciò di cui ha bisogno. Se non ascoltata, insiste, Insiste, fin quando non si presenta il sintomo che nel tuo caso è diventato invalidante. Ciò che ti ha proposto il dottore prima di me è ciò che ti propongo anche io, una terapia a lungo termine che ti conduca nelle tue profondità. Magari di intraprendere questo percorso con un esperto in sessuologia, che conosca le tematiche inerenti le tematiche di genere, quali anche l'identità di genere. Una speranza in più che sento di concederti è quella di accogliere la possibilità di vivere la tua sessualità con la tua partner, e di non porti in una condizione dove se esisti tu non esiste lei.

Dott.ssa Zauri Selene Psicologo a Pavia

3 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 NOV 2019

Buongiorno Luigi, le terapie riparative della omosessualità sono vietate in Italia dall'ordine degli psicologi e lo psicoterapeuta che le effettua potrebbe trovarsi sanzionato. Tali terapie è dimostrato che nel corso del tempo portano le persone a soffrire di gravi ricadute psicologiche come depressione, attacchi di panico e tentativi di suicidio. Le suggerisco di continuare con una psicoterapia a lungo termine che l'accompagni nel suo orientamento sessuale qualunque esso sia senza sentirsi "pressato" per dirigersi in una direzione non sua.

Un saluto.

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

351 Risposte

118 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84400

Risposte