C'è qualcosa di sbagliato in tutto ciò...?

Inviata da Ilaria · 12 gen 2017 Terapia di coppia

Salve, sono una ragazza di 27 anni e vorrei esporvi la mia situazione, per avere qualche delucidazione in merito.
Chiedo scusa se mi dilungherò, ma questo è quanto: ho avuto una sola storia importante fino ad ora, durata 4 anni e conclusasi perché il sentimento da parte mia si era, a poco a poco, esaurito... Non saprei dire tuttora, con certezza, se fossi mai stata realmente innamorata di questa persona: stavamo bene insieme e ci trovavamo d'accordo su diversi aspetti della vita di coppia... Ma, ahimè, oltre al fatto che su molte cose avevamo interessi differenti, da parte mia era venuta a mancare la voglia di intimità con lui, perché non mi ci trovavo bene sotto questo aspetto (lui più passionale, io più cerebrale).
Prima di lui, seppur conducessi la vita di una qualsiasi giovane ragazza (università, uscite con le amiche e quant'altro) e avessi dunque la possibilità di conoscere diversi ragazzi, mai nessuno mi aveva colpita al punto da volerci approfondire una conoscenza... O meglio: mi capitò di essere attratta da qualche ragazzo che mi corteggiava, ma siccome avevano la reputazione di "farfalloni", decisi di rinunciarci già in partenza, in quanto non interessata a storielle.
Mi guardo intorno e mi rendo conto che il rispetto è un’entità sconosciuta ai più; sento sempre parlare di corna, sotterfugi, ex e quant'altro... Ed io non ho certo voglia di cercar grane! Che si tratti semplicemente di poca voglia di mettermi in gioco?! Non saprei.
Mi reputo una bella ragazza, mi piace curare il mio aspetto esteriore, ma reputo fondamentale curare quello interiore! Con un eventuale partner desidererei una buona affinità intellettiva in primis... Niente sotterfugi, solo sincerità, fedeltà, massimo rispetto reciproco e voglia di condividere qualsiasi cosa con me! Per esempio, nel tempo libero visitare un museo, una capitale europea... Cose semplici, insomma.
Oltretutto, ultimamente mia madre mi fa un po' di pressione... Sostiene che 'alla mia età sia ora di cominciare a trovarmi il ragazzo', che 'andando avanti così, superati i 30 anni, sarà sempre più dura trovarne uno', e via discorrendo.
Facendo un lavoro di introspezione su me stessa, ho cominciato a pensare che la sfiducia che ho nei confronti del mio futuro affettivo, possa anche essere data dal fatto che mi sento insoddisfatta di me stessa; sono in possesso di una laurea triennale e lavoro nell'azienda di famiglia, ma sento l'esigenza di conseguire quella magistrale e penso che riprenderò gli studi se non quest'anno, l'anno prossimo (anche solo per pura soddisfazione personale).
Nel caso fossi stata prolissa me ne scuso... Ora, alla luce di tutto ciò che ho scritto, desidererei ricevere qualche consiglio e capire se c'è qualcosa di sbagliato in me.
Grazie!

Ilaria

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 GEN 2017

Cara Ilaria,
non mi sembra ci sia nulla di sbagliato in lei, tuttavia il fatto che in questo momento non sia soddisfatta di alcuni aspetti della sua vita può aiutarla a farsi delle domande potenzialmente anche molto utili, eventualmente con l'aiuto di un terapeuta, se il lavoro introspettivo le interessa.
Per quanto riguarda le relazioni affettive, lei parla di rispetto, intimità e condivisione come di un prerequisito, ma spesso questi aspetti si costruiscono strada facendo... potrebbe sostenibile per lei approfondire quali siano i bisogni a cui risponderebbe una relazione per lei e a quali timori è legata.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

924 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 GEN 2017

Gentile Ilaria
lei ha avuto un'ottima intuizione: l'insoddisfazione che ha nei suoi stessi confronti influenza il suo rapporto con gli altri. Forse non ha voglia di mettersi in gioco perchè sente in fondo che ha ancora da lavorare su se stessa. Allora lo faccia!
Rispettare i propri valori e cercare una persona con cui condividerli va bene, ma se mai darà modo agli altri di entrare in relazione (vera) con lei, mai troverà l'uomo giusto.
Deve mettersi in gioco in tutti i sensi: per prima cosa faccia ciò che desidera per se stessa (la laurea, per esempio) e poi si conceda anche la possibilità di sperimentarsi ( come in una nuova relazione affettiva). Non abbia paura!
Le faccio i miei auguri e rimango a sua disposizione per eventuali chiarimenti
Cordialmente


Dr.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

556 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte