Cambiare università dopo tre anni?

Inviata da Mariagrazia il 20 ago 2019 Orientamento scolastico

Sono una ragazza di 21 anni ed ho concluso il secondo anno di università. Proprio l'università è diventata il mio pensiero fisso, vivo tanta ansia, angoscia e senso di fallimento. Mi sono iscritta a lettere dopo un iter travagliato e pianti. Mi sono diplomata in un liceo scientifico ed uscita avevo intenzione di non toccare più materie scientifiche perchè l'ultimo anno era stato particolarmente duro a causa di professori e poca armonia in classe, probabilmente anche perchè sentivo le materie umanistiche a me più vicine. La cosa peggiore è che non avevo idee sul mio futuro, negli anni passati ero molto presa da lettere( dove poi mi sono iscritta il giorno della scadenza alle immatricolazioni). A casa mi consigliavano giurisprudenza, frequentai un mesetto ma mi sentivo quasi soffocare perchè mi sembrava tutto molto grande e austero come se io non potessi riuscire a studiare mattoni e mattoni di leggi e procedure. Scaddero le iscrizioni e mi segnai a lettere. Da quando mi sono iscritta ho sempre guardato agli esami di storia e letteratura come una prosecuzione di uno studio liceale, perchè il metodo d'approcio è lo stesso e questo non mi richiedeva grande sforzo. Tutti gli esami dati li ho passati con il massimo o con voti alti, ma oltre all'alone che mi sentivo sempre addosso, nell'ultimo periodo è sorta un'ansia più forte tanto che ho anche pensato di cambiare università. Sembra essere la soluzione quando ci si sente frustrati e delusi. Il mio problema è che vedevo gli altri miei compagni anche meno bravi di me al liceo studiare in facoltà prestiogiose e scientifiche in cui sicuramente entravano a conttto con materie del tutto nuove( me ne resi conto alle lezioni di economiaa giurisprudenza in cui da subito era richiesto uno sforzo per approcciarsi ad una materia del tutto nuova.) Ovviamente a questo si aggiunge il tarlo del futuro e la paura del lavoro, la mia facoltà sembra sfornare disoccupati e cosi via. Ho provato a cercare riguardo le occupazioni oltre all'insengnate(che non voglio diventare), ma non trovo granchè e lavori che abbiano un riscontro diretto con le materie studiate(del resto queste sono teoriche e non pratiche). Mi sento inferiore perchè faccio quello che faccio e perchè temo che di aver scelto lettere anche per paura di confrontarmi con altre cose. Cambiare sembra essere l'unica possibilità di svolta ma mi fa stare malissimo pensare al tempo perso. (perderei tre anni perchè mia madre, vivo con lei, mi consiglia di prendere questa triennale e di schiarirmi le idee in questo anno e ovviamente perchè non avendo le idee chiare sono fuori da facoltà con i test)....In questi anni fin da quando mi sono iscritta ho pensato a momenti alterni "tanto posso cambiare", "tanto cambio" ma questa forza non veniva mai. Provo a leggere i piani di studio delle altre facoltà e come scorro gli esami mi sembrano cose dell'altro mondo che io non potrei mai fronteggiarre perchè troppo difficili per me e ho paura che non potrei farcela. Sono molto emotiva, chiusa, ansiosa e perfezionista, al liceo ero brava, meno nelle materie scientifiche ma comunque tra i migliori. e comunque molte delle persone che non erano cime in matematica al liceo ora stanno studiando in facoltà scientifiche quindi non credo questo sia un handicap. Insomma mi trovo in uno stato confusionale da tempo e non riesco ad uscirne, mi sembra inutile quello che sto facendo, non i sento realizzata, non riesco a prefiggermi un obiettivo. Sono anche molto sognatrice e in alcuni momenti penso di aver scelto lettere proprio perchè era quella che sentivo a me più vicina per un fatto di sensibilità. in altri momenti tornano i pensieri negativi. Mi ero sempre tranquillizzata dicendomi "nel tempo capirai, c'è chi lo capisce dopo un anno e chi dopo due "rifacendomi a persone che avevano efettivamente cambiato percorso. I miei due anni sono trascorsi, sono praticamente arrivata alla laurea se quest'anno mi impegno per dare gli esami. Ma mi vedo gia il giorno della laurea senza progetti e magari anche triste perchè avrei agito senza un perchè. Pensieri di questo tipo ma con meno urgenza li avevo provati gia alla fine del primo anno, ma non avevo nessuna alternativa, durante la sessione estiva quest'anno ho iniziato ad avere questo pensiero fisso di aver sbagliato tutto e non sono riuscita a studiare(infatti ho fatto un solo esame e per di più al terzo appello...) Ho visto un corso il Logopedia ma è a numero programmato, pochi posti e sono fuori. Il grande problema è che non riesco a scegliere una cosa. Vorrei vedermi nel futuro con una buona laurea, che mi dia una buona preparazione, che mi permetta di vedere la realtà e di muovermi in essa, vorrei diventare una persona più sicura di sè e professionale per svolgere bene il mio lavoro e con serenità. Ovviamente vorrei anche riuscire ad avere un buono stipendio perchè a casa abbiamo da sempre problemi economici e familiare che rendono tutta la situazione più pesante e difficile. Vivo con mia madre e lei fa moltissima fatica per vivere entrambe, proprio non voglio finire ad essere disoccupata o con scarse prospettive, voglio esserle di aiuto come lei lo è stata per me in tutti questi anni. Mi scuso per la lunghezza, spero di essere stata sufficientemente chiara.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77200

Risposte