Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Cambiare o meno facoltà

Inviata da Pietro il 18 giu 2018 Orientamento scolastico

Salve a tutti. Sono uno studente al primo anno di medicina e sono indeciso se continuare o meno il mio percorso di studi. Quest'indecisione deriva da molteplici fattori. Uno di questi è il fatto che la mole di studio, rispetto ad un liceo, è aumentata in modo spropositato, e mi ha colto impreparato. Negli ultimi mi sto deprimendo un po', dato che, oltre al fattore studio, c'è anche delusione dal punto di vista sociale. In università ho legato solamente con un ragazzo ed ora che le lezioni sono finite, da questo punto di vista mi sento abbastanza sconfitto, considerando che ho legato con lui (ed è comunque una persona gentile e simpatica) perché entrambi non sapevamo con chi parlare. Inoltre, passato un anno, non saprei come fare a legare con altre persone, anche perché, ovviamente, i gruppetti si sono già definiti. Gli esami del primo semestre li ho superati, anche se non li avevo preparati per bebe, perché in fondo erano esami introduttivi, ovvero un ripasso delle nozioni neccessarie per il test d'ingresso. Gli esami di questo periodo li sto preparando lentamente, con poca voglia, forse per i pensieri che ho in testa, tra i quali il dubbio se lasciare medicina, o forse perché la mia preparazione durante l'anno è stata scarsa, probabilmente sempre dovuta a demoralizzazione per il nuovo ambiente e per la mia incapacità di creare nuovi legami. Fortunatamente i vecchi amici del liceo li vedo molto spesso, e ciò mi ha sollevato il morale. Questa mia necessità di creare legami probabilmente è dovuta anche a una insicurezza di fondo, causata sicuramente dai problemi alimentari che ho, e che, con l'aiuto di medici, sto cercando di risolvere. Se mi chiedo cosa potrei fare tra 10 anni non lo so. Io mi vedo nell'ambito medico, ed è l'unico ambito in cui realmente riesco a proiettarmi, ma, onestamente, di questi tempi la voglia di continuare a studiare cala sempre di più. Spesso mi dico che sarebbe bello insegnare alle superiori, mi piacerebbe tornare li, ma mi chiedo anche se questa mia volontà non sia dovuta a una necessità di ricreare quei legami giornalieri che l'anno scorso avevo, oppure a una non volontà di maturare e andare avanti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Pietro,
il passaggio dal liceo all'Università può di per sè essere considerato un evento "traumatico" che richiede una fase di adattamento.
Le relazioni sociali sono importanti ma credo che ora tu debba relazionarti soprattutto con i libri e andare avanti nello studio dal momento che hai superato il test di ingresso a Medicina che non è facile da superare.
Può sicuramente esserti di aiuto un percorso di psicoterapia indirizzato a migliorare il tuo livello di autostima e le tue abilità e competenze sociali oltre al disturbo del comportamento alimentare a cui hai accennato.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6771 Risposte

18937 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Pietro,
mi sembra che lei mescoli la difficoltà di socializzazione all'universita' con la motivaziolche crisi è frequente in tanti ragazzi. D'altra parte lei ha molte risorse personali, ha superato il test di medicina, ha svolto esami...non si scoraggi, il mio modesto consiglio è di continuare il percorso formativo. Nel frattempo intraprenda un valido percorso psicologico per uscire dalla crisi motivazionale e migliorare le relazioni.ne allo studio. Sono bisogni differenti da soddisfare. Certamente il salto dalle scuole superiori all'università è impegnativo, qua
Tanti auguri
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2524 Risposte

2105 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissimo
sicuramente il mondo universitario è completamente diverso da quello scolastico.
ai superiori lei si è trovato in uno stato di protezione di tranquillità che l'hanno fatta stare bene. il cambiamento della modalità di studio e di un ambiente nuovo le creano ansia e preoccupazione. le consiglio un percorso di psicoterapia dovere uno/a psicoterapeuta gli darà gli strumenti per affrontare questi e altri cambiamenti che ovviamente ci saranno nella sua vita.
Dott.ssa Enza Pecora
Psicologa e psicoterapeuta
Reggio Calabria

Dott.ssa Enza Pecora Psicologo a Reggio Calabria

41 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Pietro,
il passaggio dal liceo ad una facoltà universitaria, quale medicina, può creare momenti di sconforto e la sensazione di incapacità a proseguire, vuoi per la necessità di un maggior impegno nello studio, vuoi per la mancanza di una rete relazionale quale poteva avere negli anni precedenti.
Penso che il primo obiettivo che si può porre è quello di rinforzare la sua autostima, riducendo l' insicurezza in modo da favorire maggiormente l'apertura verso nuove amicizie.
Un percorso psicologico mirato in tal senso potrebbe senz'altro esserle di supporto.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1299 Risposte

1122 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Pietro,

credo che le domande principali su cui interrogarsi in questo momento siano ben altre rispetto al cambio di Facoltà o al lavoro. Se il proprio benessere è compromesso nessuna scelta può apparire soddisfacente. Lei accenna ad alcuni disturbi dell'alimentazione e ad un senso di insicurezza per cui è in trattamento che mi sembra il caso di approfondire. DI quali disturbi dell'alimentazione si tratta? Quale trattamento sta seguendo?

Mi risponda pure privatamente

Rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento

Cordialmente,

Dott.ssa Silvia Picazio

Dott.ssa Silvia Picazio Psicologo a Roma

343 Risposte

122 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20650

domande

Risposte 80300

Risposte