borderline o no? altre patologie associabili? ho bisogno urgente di sapere

Inviata da xdIanaxf · 25 mag 2020 Disturbi della personalità

Buongiorno, per il momento non mi va di fornire il mio vero nome, ho molte insicurezze e mi farei troppe paranoie che i miei coetanei potessero scoprire il mio disturbo. Ho quasi 16 anni, ma sono malata da quando ero ancora piccola. Presento gli stessi sintomi da anni, ma questi sono sempre stati sottovalutati, soprattutto dai miei familiari.
È da poco, in realtà, che sono venuta a conoscenza del disturbo borderline di personalità. In molti potrebbero pensare che me lo sia autodiagnosticata attraverso le numerose ricerche su internet. Concordo con il dire che non si dovrebbero mai controllare le patologie sul web, ma confrontando i migliori siti di psicologi e specialisti, non ho potuto fare a meno di notare che tutti i sintomi associati al DBP combaciano perfettamente con la mia persona. Come dicevo, sono costantemente sotto pressione, mi faccio tantissime paranoie e le mie insicurezze sono una costanza. Ieri mi è successo un episodio che fa parte, praticamente, della mia quotidianità. Senza alcun motivo mi sono ritrovata a piangere dopo un episodio di felicità, e non mi è sembrato strano quando, meno di 5 minuti dopo, stessi ridendo. Successivamente ho avuto un attacco di rabbia, e poco tempo dopo, atteggiamenti di sovraeccitazione e frasi senza alcun filo logico, disconnesse fra loro. In quei momenti il mio cervello smette di ragionare completamente, faccio cose considerate impulsive e mi riconosco nello shopping compulsivo e nei disturbi alimentari. Quando sono fuori, tendo a spendere tutti i miei soldi, e successivamente a pentirmene per poi tornare alla frenesia, ed essere euforica per i miei acquisti. I disturbi alimentari si manifestano meno spesso, però sono comunque presenti. Ci sono giorni in cui mi abbuffo, per poi pentirmene e vergognarmi, senza riuscire a smettere di mangiare. Ci sono altri giorni in cui non mangio nulla, e cado in una depressione in cui ho un senso di vuoto interiore. Il mio fisico è perfetto, sono molto in forma nonostante le mie abbuffate, ma ho paura che questo si possa ripercuotere sulla mia salute. La mia autostima è molto alterna, come il mio umore. Mi vedo continuamente bellissima, perfetta o orrenda, uno schifo, senza vie di mezzo. Può capitare che questi due modi di vedermi, cambino più volte durante una sola giornata. Questo non vale solo per la mia persona, tendo, infatti, a idealizzare qualsiasi soggetto per cui provo momentaneamente una stima immensa, ma bastano poche azioni o gesti per farmi completamente cambiare idea. Ho attacchi di rabbia per ogni minima cosa, se una cosa non mi riesce mi impongo di doverla fare bene, ma poi cambio idea e mi arrabbio eccessivamente. In questi attacchi urlo e compio gesti impulsivi, senza ragionare. Tendo anche a farmi del male fisico, senza però arrivare a tagliarmi o addirittura pensare al suicidio. Questo, infatti, non l’ho mai immaginato, e non comprendo a fondo la ragione del suicidio, ma sono certa che io non lo farò mai nella vita. Dopo questi attacchi di rabbia, tendo a chiudermi in me stessa, e se qualcuno che ho vicino non mi consola, mi sento sola e abbandonata da tutti. Un giorno mi è capitato di arrabbiarmi all’improvviso e reagire in maniera impulsiva, mia madre non è venuta a consolarmi e non mi sono sentita accettata, per questo mi sono chiusa in me stessa senza mangiare nulla, fino a quando lei non mi ha raggiunto, così ho ricominciato la mia vita regolarmente. Un’altra cosa che mi capita spesso di avere sono gli attacchi di panico. Durante questi attacchi mi sento come se stessi morendo, mi manca il respiro e iniziò a piangere, senza un’alterazione di umore. Il rapporto con i miei coetanei è continuamente instabile. Questo perché appena qualcuno mi compie un torto, o addirittura sono io a compiere un torto a quella persona, tendo a cambiare completamente l’idea che ho di questa persona e la svaluto al massimo. Una volta che il nostro rapporto si stabilizza nuovamente, ritorno a idealizzarla e a vederla come prima, senza appunto vie di mezzo come indifferenza o altro. Le mie relazioni sentimentali sono talmente instabili, che ho deciso di non averne più. Al massimo storielle da poco tempo che non vedano una durata superiore ai due mesi. Le mie decisioni cambiano costantemente, sono definita spesso incoerente perché non riesco ad avere un opinione fissa. Ho una costante ansia e paura che tutte le persone a cui tengo possano andarsene ed allontanarsi da me.
Non sono mai andata da uno psicologo, ma ho un bisogno estremo di sapere se ho questo disturbo borderline. Non voglio una diagnosi precisa, vorrei solo sapere se orientarmi verso questo disturbo, o se i miei sintomi sono associabili ad altre patologie.
So che non dovrei darmi un etichetta, ma prima di consultare uno psicologo o uno specialista, mi serve sapere a quale di questi consultarmi.
Attendo un vostro cortese riscontro. Buona giornata.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 GIU 2020

Buongiorno a te. Hai quasi 16 anni e descrivi molto bene i tuoi pensieri, sentimenti, le tue difficoltà e tutta la fatica che fai quotidianamente per convivere con parti di te che non comprendi e che vorresti organizzare in una diagnosi che ti aiuti ad orientarti.
Ogni percorso terapeutico inizia con una valutazione che ha bisogno di approfondimenti da parte del professionista a cui ti rivolgi. L'instabilità emotiva, l'intensità delle tue reazioni, la mancata regolazione dei pensieri ed emozioni, l'impulsività che descrivi devono essere comprese a partire dalla tua storia affettiva nei legami primari. La tua giovane età rende qualsiasi diagnosi molto relativa ma se accetterai di farti aiutare da un professionista che sappia contenerti ed accompagnarti in un percorso individuale o familiare, la tua sofferenza attuale diventerà un punto da cui potrai partire per conoscerti meglio e scoprire modi più "sicuri" di vivere con te stessa e con gli altri. Non attendere oltre.
In bocca al lupo.
Cari saluti
Dott.ssa Moira D'Isidori

Moira D'Isidori Psicologo a Pescara

27 Risposte

45 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 MAG 2020

Cara,
comprendo il tuo desiderio di poter includere tutti questi vissuti di sofferenza in un'unica categoria, ma per poter compiere una valutazione sono necessarie altre informazioni e solo intraprendendo un percorso terapeutico potrai capire meglio ciò che ti accade ed esser sostenuta per star meglio. La tua giovane età, inoltre, rende il tutto meno strutturato e ciò significa che se accetti un sostegno da parte di un professionista potresti sentire in un breve arco di tempo dei miglioramenti nel tuo modo di approcciarti agli altri e a te stessa, sempre che tu abbia la voglia di metterti in gioco e divenire consapevole di alcuni aspetti della tua vita.
é importante che col terapeuta con cui inizi il percorso ti possa sentire a tuo agio, accolta e compresa. Non aspettare oltre, perché hai diritto a star bene con te stessa.

Cari saluti
Dott.ssa Alessandra Xaxa

Anonimo-162687 Psicologo a Vittoria

139 Risposte

138 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 MAG 2020

Buongiorno. Lei avverte, ed é comprensibile, il bisogno di avere una diagnosi precisa. Sapere quale sarebbe la sua diagnosi la aiuterebbe ad orientarsi meglio e così a rivolgersi ad uno specialista di quel tipo di disturbo. Pronunciarmi su una diagnosi anziché su un altra, solo leggendo la sua richiesta, mi dispiace ma non ritengo che sia una mossa corretta. Prima di compiere una tale operazione é necessario compiere un percorso di valutazione. Mi sentirei di consigliarle di intraprendere un percorso psicoterapeutico. Con uno specialista potrebbe cercare di vedere che cosa c’è dietro a quelli che lei vive come sbalzi d’umore (da uno stato di felicità ad uno di pianto, seguito poi da una risata e da un attacco di rabbia), che cosa induce a cambiare velocemente e ripetutamente l’immagine che ha di lei nel corso di una giornata ma anche delle persone con le quali si relaziona, quali pensieri si nascondono dietro agli attacchi di panico. Lei ci riporta diversi problemi. Con un terapeuta potrebbe cercare di metterli in ordine e di intervenire partendo da quelli che incidono più negativamente sul suo benessere. Saluti.
Dott. Erik Mancin

Dott. Erik Mancin Psicologo a Parma

74 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Vedere più psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Altre domande su Disturbi della personalità

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18100

psicologi

domande 28300

domande

Risposte 97200

Risposte