Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Blocco universitario, non so come uscirne...

Inviata da Giorgia il 17 apr 2018 Orientamento scolastico

Ho quasi 19 anni, mi sono diplomata in un liceo classico ormai quasi un anno fa e ora sono al primo anno di architettura. Sono fuori sede, studio a Roma ma sono originaria di un piccolo paese a 150 km da lì. Quando mi sono iscritta pensavo di potermi appassionare a tutto ciò, l’idea di intraprendere questo studio mi è balenata in mente circa un anno e qualcosa fa. Il mio problema è sempre stata la totale indecisione nella scelta universitaria, fino a non molto tempo fa non avevo la più pallida idea di cosa studiare, ricevevo molte pressioni su questo e non sapevo proprio che decisione prendere. La scorsa estate dopo essermi iscritta per il test di architettura ho cominciato ad avere tremila dubbi e paure, legate non solo a ciò che avrei studiato ma anche al fatto di andare via di casa, cosa che fino a poco tempo prima non vedevo l’ora di fare, ma trovandomi ormai agli sgoccioli ho cominciato ad avere timore di questa scelta, non mi sentivo pronta. C’è anche da dire che durante i precedenti cinque anni di scuola non mi sono goduta più di tanto i weekend o in generale questo periodo, non che fossi una secchiona ( non lo sono mai stata, mi sono diplomata con 77 ma non ho mai dedicato chissà quanto tempo allo studio) ma guardandomi indietro penso di aver passato troppo tempo a casa piuttosto che a divertirmi. Infatti la scorsa estate ho deciso di riprendermi quello che avevo lasciato in sospeso e a casa non c’ero quasi mai, cosa che prima non facevo, anche uscendo con nuove persone e facendo nuove conoscenze. Ma ritornando al problema universitario, non so davvero cosa fare...non mi trovo affatto a mio agio, faccio fatica a studiare, non trovo la minima motivazione nè sento che questo possa rendermi felice, o tantomeno mi appassioni...immaginandomi in un eventuale futuro mi vedrei solo peggio rispetto ad ora... Ne ho parlato con i miei genitori e vorrei cambiare facoltà, mi sono sempre sentita portata per gli studi umanistici, mi piacciono filosofia, arte, psicologia, le lingue, per cui mi sento abbastanza portata. Al momento mi sento bloccata, e mi sento in colpa per aver buttato un anno così...Cosa potrei fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Giorgia, intanto non sentirti in colpa per un anno perso. È tutto da vedere ancora! Di certo un percorso ti farebbe bene per capire come sono in relazione certi eventi della tua vita e quindi come gestirli al meglio.
Quando vorrai Sonia disposizione,
Cordiali saluti,
Dott. Alessandro Stirpe

The Profilers Srl Psicologo a Roma

89 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giorgia,
a 19 anni è normale avere ripensamenti ed essere confusi sul proprio futuro. Se sente di aver fatto una scelta sbagliata ha tutto il tempo per rimediare e cambiare facoltà, se lo ritiene opportuno. I fallimenti non sono necessariamente negativi, hanno un loro valore, ci aiutano a crescere e a migliorare. Meglio aver provato senza successo che non aver provato mai, e un anno alla sua età, è davvero un tempo recuperabile. Se sentisse il bisogno di un supporto in questo momento valuti l'inizio di un percorso psicologico. Auguri per tutto, dott.ssa Veronica Cascone (Bologna)

Studio di psicologia Cascone Veronica Psicologo a Casalecchio di Reno

34 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giorgia,

la scelta del percorso universitario non è una scelta facile, si può informarsi, chiedere consigli ma questo non dà garanzia di scegliere la giusta Facoltà.
L'anno che ha passato non è stato un anno perso, le è servito come minimo a capire che forse architettura non fa per lei. La cosa importante ora è che lei cerchi di capire cosa la appassiona di più, e poi troverà la strada per realizzarlo. Si conceda del tempo, non sono scelte facili è normale sentirsi in difficoltà! E si ricordi che se sceglie un percorso poi questo non sarà un vincolo per sempre...c'è sempre modo di aggiustare il tiro.
Se sente il bisogno di poter pensare insieme a qualcuno al suo futuro può anche pensare di iniziare un percorso con uno psicologo.

Buona giornata,
Dott.ssa Milena Cobelli

Dott.ssa Milena Cobelli Psicologo a Verona

7 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte