Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Blocco universitario: mi serve una mano

Inviata da Francesca · 10 feb 2020 Orientamento scolastico

Salve, sono una ragazza di 21 anni appena compiuti e frequento il terzo anno della facoltà di lettere antiche.
Sono sempre stata molto brava: oltre che studiosa, brillante: a scuola riuscivo bene in qualsiasi cosa facessi. Ho chiuso la metà del secondo anno con la media del 30. Poi sono arrivati i problemi. Quelli passati sono stati gli anni più difficili della mia vita: ho perso
quasi tutti gli amici che avevo, ho vissuto esperienze traumatiche ed è quasi un anno ormai che non riesco a dare nessun esame. Studio, raggiungo un livello di preparazione sufficientemente buono ma poi mi assale l'ansia più nera, ho crisi di pianto, attacchi di panico e sento sulle spalle il peso di un fallimento, penso a quello che avrei potuto fare di più e non mi presento. I miei genitori non mi hanno mai fatto pressioni, ma vedo intorno a me persone che riescono, che si laureano e al contempo escono, vedono gente, lavorano. Ero così anche io.
Ho deluso me stessa, bruciandomi la possibilità di laurearmi in tempo, e non mi riconosco più, mi sento niente. Razionalizzando mi rendo conto di quanto poco sia un esame di contro alle mille esperienze di una vita intera, di quanto dovrei ridimensionarne l'importanza, ma non c'è nulla da fare, e tutte le volte questo peso mi schiaccia. Ho bisogno di aiuto per spezzare questo circolo vizioso.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 FEB 2020

Salve Francesca,
La situazione che descrive è comune alla sua età: l'università è un contesto particolarmente richiedente, caratterizzato da elevati standard prestazionali, in più,il rapporto con gli altri è particolarmente competitivo in questo periodo.
Tuttavia, il fatto che descriva un periodo così stressante della sua vita (perdita di amicizie, traumi) fa pensare alla necessità di elaborare ciò che le è successo.
Mi chiedo inoltre se il blocco attuale non sia anche collegato con qualche timore relativo al futuro: concludere un percorso universitario mette di fronte al mondo del lavoro e l'autonomia può spaventare.. Ci pensi

Cordialmente,
Dott.ssa Alessia Musicò

Dott.ssa Alessia Musicò Psicologo a Firenze

27 Risposte

39 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 FEB 2020

Salve Francesca,
so che adesso questo problema le sembra insormontabile, ma le assicuro che è molto frequente e, ciò che più conta, risolvibile.
E' però necessario che lei si rivolga ad uno psicoterapeuta e che non aspetti che "passi da solo". Accenna a degli eventi o comunque ad un periodo della sua vita che ha funzionato come spartiacque tra la "vita di prima" e la "vita di adesso".
Forse lì è successo qualcosa che ha fatto crollare le sue certezze.
Intervenga il prima possibile per evitare di accumulare altre esperienze e vissuti negativi che andrebbero ad alimentare il circolo vizioso del malessere. Abbia fiducia, troverà il supporto di cui ha bisogno.

Dott.ssa Gina Pelle Psicologo a Città Sant'Angelo

10 Risposte

7 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 FEB 2020

Cara Francesca, lei è in cerca di un aiuto per sbloccarsi a livello universitario, ma forse questo blocco le sta servendo proprio per rallentare e aiutarla a sbloccare non tanto il blocco dello studio ma prima il blocco dovuto alle sue esperienze di cui ha accennato. I miei più cari saluti, Dott.ssa Claudia Florea

Psiche ••• Dott.ssa Claudia Florea Psicologo a Viterbo

56 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 FEB 2020

Gentile Francesca,
Un percorso universitario è lungo e faticoso ed è frequente che capitino momenti di blocco o difficoltà.
Lei, però, parla di esperienze traumatiche, di perdita delle amicizie e di un lungo periodo di sospensione degli esami: credo che dovrebbe cercare un aiuto professionale proprio per "spezzare il circolo vizioso" in cui si sente intrappolata. Credo che lei abbia bisogno di elaborare questi eventi e di riesaminare le sue risorse e potenzialità, al momento poco accessibili, per poter proseguire con la sua vita.
Molti auguri

Dott.ssa Roberta Altieri Psicologo a Milano

146 Risposte

77 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82150

Risposte