Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Blocco universitario

Inviata da Gianmarco il 10 mag 2016 Orientamento scolastico

Salve a tutti. Sono uno studente universitario di 25 anni della facoltà di giurisprudenza di Tor Vergata a Roma e Ho un problema proprio con l'università. Da oltre un anno sono impantanato su una materia del mio corso e oramai sono disperato. La mattina mi alzo controvoglia, mi metto a studiare ma dopo poco perdo la concentrazione. A causa dei ripetuti insuccessi mi sento depresso, demotivato, sento e vedo l miei sogni e la mie aspirazioni naufragare, vedo costantemente sotto i miei occhi il mio fallimento..Ho chiesto aiuto anche a una insegnante privata ma l miei problemi non si sono risolti e a Marzo ho riportato una nuova sconfitta. Non vado più all'università da Aprile scorso e i miei unici 2 amici li vedo raramente. Mi pesa grandemente questa situazione eppure non sono uno studente negligente perlomeno al liceo non lo ero. Sto sempre a casa esco raramente mi sembra di essere malato. Spesso la notte dormo male, piango da solo e penso che vorrei solo trovare un Po di pace..Ho anche pensato ultimamente di cambiare università e di andarmene da Roma per tornare nella mia città Natale e continuare gli studi. Vi scrivo per chiedervi un consiglio e un aiuto. Grazie in anticipo a chi mi risponderà

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Gianmarco..il problema non è l'università, ma il tuo modo di pensare. Da qualche parte, non è difficile presumere che si tratti di casa tua con un gwnitore critico, ti hanno messo in testa che tu vali a seconda ti quanto sai fare. Questa convinzione malata ti porta a tutto quello che hai elencato, più ansia,rabbia, vergogna, senso di colpa, per finire nella depressione. Siccome questo problema te lo porterai avanti in futuro, in famiglia con la maglie ed i figli, al lavoro, ed all'ospizio....esamina la possibilità di farti aiutare da uno psicoterapeuta. Coraggio

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

389 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Gianmarco
il blocco di cui lei parla e' la manifestazione di un disagio che le vuole comunicare altro. Questa situazione che sta vivendo e che la mette in crisi può diventare un opportunità di cambiamento, se guidato da un professionista che integra alla psicoterapia anche il metodo del coaching utile a superare blocchi come il suo.
Cordiali Saluti
Dott.ssa Giuliana Rubano
Psicologa-Psicoterapeuta-Coach
Roma

Dott.ssa Giuliana Rubano Psicologo a Roma

3 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Giammarco
non devi disperarti così, dai ti prego..riprenditi subito!
Sai che, leggendo questo tuo scritto, mi è tornato in mente un mio compagno dei tempi dell'università, che ha dato un esame ben 15 volte (non è un modo di dire ma letterale 15 volte) ...eppure alla fine ce l'ha fatta!
Sai spesso qual è il segreto?
Andare a parlare con il docente e spiegare la situazione e, in più, farsi dare "delle dritte".
La cosa importante che tu devi fare è rimotivarti istantaneamente e, guardandoti allo specchio, dire: adesso riparto!
Ora Giammarco, da quello che racconti, il problema sta diventando la tua demotivazione e il tuo "stile di vita" che rispecchia l'interiorità dove sei demoralizzato e triste.
Giammarco, allora qui deve scattare la svegia, e quello che devi fare è rimetterti in moto, ma non con questa tristezza e angoscia, bensì con rinnovata mitivazione.
Guarda che gli esami si possono dare un sacco di volte ...ma anche nò... continua ad impegnarti e fai anche come ti ho detto: parla col Prof. e poi fatti aiutare da qualche amico oltre che da quella persona che già ti aiuta.
Rafforza la tua autostima e sappi che ogni obiettivo raggiunto è anche frutto di tante piccole "sconfitte di percorso", ma se perseveri arriva il raggiungimento dell'obiettivo posto.
Non mollare Giammarco!
Ci sono se hai bisogno.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6816 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Gianmarco,
succede a molti studenti, nel percorso universitario, di incontrare difficoltà (che sembrano insuperabili) su un particolare esame e il modo come si reagisce a queste difficoltà evidenzia le risorse e/o le fragilità della persona.
Mi sembra di capire che tu sei solo demoralizzato ma che non vuoi mollare e in questa direzione va il mio incoraggiamento.
Perciò ti rivelo che, quando ero più giovane, avendo fatto il liceo classico ed avendo una cultura umanistica, ho incontrato nella laurea in Psicologia, enormi difficoltà per l'esame di Statistica Psicometrica che è un esame un pò particolare e abbastanza lontano dai miei interessi.
Ebbene, per riuscire a superare quest'esame (caso unico con voto basso) ho dovuto sostenerlo per ben 3 volte dopo step successivi di apprendimento : ho seguito le lezioni del docente, ho studiato anche da altri libri per apprendere gli stessi argomenti spiegati in modo diverso, ho ascoltato le registrazioni di altre lezioni, mi sono consultato con altri colleghi etc. ma non ho mai pensato di rinunciare sulla base di un forte interesse ed amore per la Psicologia.
Dunque, se a te, come spero, piace la professione dell'avvocato, non ti scoraggiare e, se ti va, prova a seguire il mio esempio.
Se però, oltre alle difficoltà della materia, come è molto probabile, stai vivendo altri disagi psicologici, del tipo forte carenza di autostima e depressione, ti suggerisco di intraprendere anche un percorso di psicoterapia.
Un cordiale saluto.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6726 Risposte

18819 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Gianmarco,
da quello che racconta sembra essere evidente che il nodo problematico con tutta probabilità non riguarda strettamente le sue possibili difficoltà con la materia, rispetto alle quali tra l'altro ha già aatuato un tentativo di risoluzione che però non ha avuto successo. Tuttavia vorrei porle alcune domande: quali sono più nello specifico le difficoltà che incontra nella preparazione dell'esame in questione? E' la prima volta che le succede o le è capitato in altre occasioni? Lei racconta che la situazione è bloccata da oltre un anno: è accaduto un evento particolare in quel periodo? Un cambiamento, magari anche non apparentemente connesso alla sfera universitaria? In che fase del suo percorso universitario si colloca quest'esame? E' prossimo alla fine? Perchè pensa che proseguire gli studi altrove potrebbe essere una strategia efficace?
Forse in questo momento potrebbe esserle utile esplorare meglio ciò che sta accadendo (la difficoltà a superare l'esame e il conseguente blocco del percorso universitario), e utilizzarlo come pretesto da cui partire per assumere maggiore consapevolezza rispetto a questa fase importante della sua vita.
Anch'io come i colleghi le suggerisco di richiedere un consulto psicologico. Di solito le stesse università hanno dei servizi gratuiti per gli studenti, ne ha mai sentito parlare? Se desidera maggiori informazioni, se ha dubbi, domande rispetto alla possibilità di richiedere una consulenza può contattarmi, anche semplicemente per un colloquio di orientamento.

Cari saluti,
Valentina Bua
Psicologa-Roma

Dott.ssa Valentina Bua Psicologo a Roma

52 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno gentile Gianmarco,
mentre leggevo la sua richiesta mi domandavo - e le domando - cosa è successo un anno fa nella sua vita mentre si accingeva ad affrontare la materia (che peccato non sapere qual'è!) su cui ora è bloccato. Sembrerebbe che questa materia sia diventata il vaso comunicante in cui dirigere altro, qualcosa che l'ha attraversato nel disagio, un conflitto relazionale, una perdita, una crisi esistenziale velata che soggiaceva da un pò... Ci sarebbe tanto da interrogare per comprendere, elaborare e superare. Mi sembra importante a questo punto che si faccia aiutare e poi con calma deciderà il da farsi. Il professionista di riferimento è lo/la psicologo/a psicoterapeuta.
Se lo desidera, resto a sua disposizione su quanto sopra suggerito.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2799 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte