Bimbo di 7 anni con encopresi, cosa fare?

Inviata da Luisa · 5 ago 2014 Psicologia infantile

Buongiorno, mio figlio 7 anni soffre di encopresi...gli episodi aumentano e si ripetono anche più volte al giorno.
dagli esami fatti non c'è nessun problema fisico quindi probabilmente è di origine psicologica.
la psicologa a cui ci siamo rivolti ci ha dato qualche indicazione ma al momento nessun risultato...come affrontare il problema? Anche perché quando si sporca tende ad isolarsi e ciò comporta problemi d socializzazione e di autostima.
sono molto preoccupata :(
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 AGO 2014

Buongiorno Luisa, capisco bene la preoccupazione per suo figlio e sicuramente a 7 anni e il caso di intervenire con un percorso terapeutico per risolvere questo problema. La terapia più efficace è quella cognitivo comportamentale con una attenzione alla dieta e all'organizzazione dei pasti e ai tempi. Sicuramente i risultati Della terapia richiedono un po' di tempo. Poiché ha già contattato una psicologa si informi sull'apposito ciò che sta utilizzando e sui tempi indicativamente. Rimango a sua disposizione
Cordiali saluti
Dottssa Elisa Zocchi

Dott.ssa Elisa Zocchi Psicologo a Samarate

109 Risposte

103 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 FEB 2016

Ciao Luisa, e utile approfondire le dinamiche di socializzazione nei suoi aspetti evolutivi. Come queste si sono modificate in rapporto alle dinamiche intrapsichiche del bimbo, in particolare di passività ed aggressività. Fammi sapere.

Dott.ssa Mariateresa Letizia Psicologo a Marcianise

3 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2014

Gentile Luisa,
anche io le consiglio di cercare una psicoterapia e di chiedere alla psicologa che segue suo figlio che indirizzo psicoterapeutico segue. Tenga anche presente che poiché la famiglia è un sistema in cui tutti i membri interagiscono tra loro, di norma si ottengono risultati migliori se si coinvolge la famiglia e in particolare i genitori nel percorso di cura.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

726 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2014

Cara Luisa, ha ragione ad essere preoccupata, visto il disagio che state attraversando, forse le indicazioni che lo sono state fornite sono insufficienti, se non inserire in un contesto di cura più ampio. L'aiuto di un professionista specializzato in problematiche dell'età evolutiva puo esservi molto utile, ma non escluderei una presa in carico anche per il vostro nucleo familiare.
Si consulti con altri colleghi della sua città, per avere maggiori indicazioni su come procedere
Saluti
Dott. Dario Grigoli
Ponerolo

Dario Dott. Grigoli Psicologo a Pinerolo

138 Risposte

125 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2014

Salve Luisa,
La mia esperienza con bimbi che soffrono di questo problema mi dice che sta diventando un problema molto comune e che spesso può dipendere da vari fattori: rabbia inespressa, trami durante il periodo dello "spannolinamento", fattori legati ad un cattivo rapporto con lo sporcarsi, ecc. Un'attività che potrebbe proporre a suo figlio, naturalmente accompagnandolo con la sua presenza, e' quella di giocare con materiali che possono sporcare (pasta di sale, cucinare insieme , das) costruendo insieme qualcosa di buono e bello . Sarebbe però anche opportuno intraprendere un percorso di terapia per tutta la sua famiglia al fine di capire meglio cosa ha portato suo figlio a sviluppare questo comportamento. I bambini infatti, quando manifestano un sintomo, stanno solo cercando di esprimere una difficoltà che non sanno verbalizzare. Per cui vietate le colpevolizza ioni quando si sporca, piuttosto tranquillizzarlo e aiutarlo nella verbalizzazione delle sue emozioni, magari, appunto, con l'aiuto di un esperto.
Un saluto.
Dott.ssa Serena Mordini

Dott.ssa Serena Mordini Psicologo a Siena

16 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2014

La Sua procupazione è normale meno il comportamento del bambino, al quale potremmo porre rimedio attraverso un lavoro sulla relazione famigliare che in se contiene gli elementi per la diagnosi e la prognosi del problema.
Il mio orientamente è quello psicoterapeutico strategico breve.
E' necessario un colloquio per definire le prime manovre di intervento.
Cordiali saluti
Dr. Cristian Sardelli

Cristian Sardelli Psicologo a Firenze

119 Risposte

170 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2014

Grazie x le vostre risposte, la psicologa a cui ci siamo rivolti ha incontrato mio figlio 3 volte e successivamente noi per spiegarci la situazione e darci qualche indicazione su come comportarci, anche lei si è cincentrata sulla dieta e sui tempi pasto/bagno. Essendo agosto abbiamo interrotto le sedute e ci risentiremo a settembre con l'inizio della scuola..che personalmente spaventa molto visto i suoi priblemi d autostima e di isolamento. Il problema è sorto circa 2 anni fa in modo lieve ed è peggiorato quest'anno con l'inizio della prima elementare. Stiamo cercando di stimolarlo positivamente con premi o elogi positivi ma al momento i risultati sono scarsi.
grazie ancora per i vs consigli. Luisa

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 AGO 2014

Buongiorno Luisa, se come dici, la visita medica ha escluso l'origine organica, un/a Psicoterapeuta dell'Età Evolutiva dovrebbe riuscire ad affrontare il problema. Ovviamente non devi pretendere che la cosa si risolva in fretta anche perché, presumo, che l'encopresi non si sia manifestata di recente e pertanto lo/a Specialista oltre alle eventuali indicazioni da dare ai genitori,si deve concentrare sulle strategie terapeutiche relative al caso. Più di questo non ho da dirti ma se credi parlare in modo più dettagliato sono disposta ad ascoltarti .
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

648 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 AGO 2014

Gentile signora Luisa,
l'encopresi è curabile e anche guaribile, seppur con maggior difficoltà dell'enuresi. E' da fare riferimento ad un capace PSICOTERAPEUTA DELL' ETA' EVOLUTIVA.
dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale e cognitivo a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1570 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte