Bimbo di 7 anni a scuola è molto lento e difficoltà di concentrazione.

Inviata da Barbara Bon · 20 nov 2015 Psicologia infantile

Ho colloquiato con le maestre di mio figlio e mi comunicano che mio figlio è molto lento e il 99% delle volte non porta a termine il compito oltre a non capire bene il compito. Credo di avere bisogno di aiuto, se non lo aiuto adesso mio figlio avrà delle lacune. Vi chiedo a chi mi posso rivolgere? Cosa dovrei fare? Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 NOV 2015

Gentile Barbara,
è necessaria una attenta valutazione diagnostica per escludere o confermare un possibile disturbo specifico dell'apprendimento.
Questa valutazione può essere fatta rivolgendosi all'azienda sanitaria locale di competenza o a centri privati di neuropsichiatria infantile.
Una volta fatta la diagnosi corretta è possibile mettere in atto aiuti specifici, tecniche di riabilitazione e di compenso.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7329 Risposte

20653 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 DIC 2015

Gentile Barbara Bon,

in breve le posso consigliare di rivolgersi al suo pediatra e fare una richiesta per prenotare una visita con la neuropsichiatria infantile che potrà fare una completa valutazione di suo figlio in merito per diagnosticare o meno un DSA (disturbo specifico di apprendimento).
Cordiali saluti.

Dr. Giovanni Tempesti

Dr. Giovanni Tempesti Psicologo a Poggibonsi

35 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 NOV 2015

Gentile Barbara, io sono specializzata nei disturbi specifici dell'apprendimento e da quanto scrive sembra che le maestre possano avere dei dubbi al riguardo. Le consiglio di fare una valutazione dello stato degli apprendimenti da uno psicologo specializzato in tale ambito in modo da escludere o in caso affrontare la difficoltà. La assicuro sul fatto che un disturbo dell'apprendimento non è invalidante, certo è denominato disturbo, ma è da vedere alla pari di un disturbo della vista, che viene risolto mettendo gli occhiali, il disturbo dell'apprendimento viene risolto dando degli strumenti a scuola per cui i bambini riescono meglio e non sprecano tutte le loro energie sulla difficoltà specifica finendole per il resto e sbagliando. Questo disturbo non dipende dall'impegno del bambino, nel caso ci sia si nasce con il disturbo in quanto rientra nell'area neuropsicologica. Il bambino è ancora piccolo quindi si potrebbero fare anche dei cicli di potenziamento che possono migliorare la situazione, ma non eliminare il disturbo nel caso ci sia.
Spero di averla rassicurata, comunque per non far vivere male la scuola a suo figlio le consiglio di verificare al più presto il problema in quanto le conseguenze sono più emotive-motivazionali in questi casi.
A disposizione
Dott.ssa Valentina Dal Col (Treviso)

Dott.ssa Valentina Dal Col Psicologo a Montebelluna

16 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2015

Gentile signora ,
dovrebbe rivolgersi ad una struttura che svolga esami specifici per avere una diagnosi che indichi quale sia la problematica da affrontare ; potrebbe trattarsi di un disturbo specifico dell'apprendimento come la dislessia o la discalculia che impediscono la concentrazione del bambino provocando una iperattività e un relativo deficit nelle performance scolastiche .
Le strutture che svolgono questi esami sono pubblche e private , la asl o neuropsichiatria infantile .Una volta fatta la diagnosi si agisce con interventi opportuni e mirati che risolvono senza stigmatizzare il bamino e le sue difficoltà.
Cordiali saluti
dott. Giacomo Sella

Dott. Giacomo Sella Psicologo a Roma

59 Risposte

72 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 NOV 2015

Gentile signora Barbara,
come le suggeriscono giustamente i miei colleghi il primo passo per affrontare le difficoltà di suo figlio è quello di effettuare una adeguata diagnosi in quanto quello che riporta nella sua domanda non è sufficiente per poter individuare uno specifico disturbo. Potrebbe ben trattarsi di un caso di Disturbo Specifico di Apprendimento ,che porta suo figlio ad avere difficoltà nella comprensione e nella lettura di un testo scritto, o altresì potrebbe darsi il caso che stia vivendo delle difficoltà nell'ambiente scolastico o col gruppo dei pari che vengono espresse con questa modalità. E' di primaria importanza una valutazione psicodiagnostica accurata così da indagare approfonditamente il modo in cui si manifestano le difficolta scolastiche di suo figlio e valutare anche se stia attraversando cambiamenti significativi nell'ambiente scolastico (e in famiglia) prima di poter individuare un disturbo preciso ed impostare un trattamento. Può riferirsi per effettuare una valutazione diagnostica nel servizio pubblico di neuropsichiatria infantile della sua asl o presso un professionista privato della salute mentale formato in campo evolutivo (psicologo / neuropsichiatra infantile). Qualora si trattasse di un disturbo specifico di apprendimento le consiglio un percorso di sostegno e riabilitazione psicologica presso uno psicologo infantile adeguatamente formato sui disturbi di apprendimento. Intervenendo tempestivamente e con gli adeguati supporti, considerando l'età di suo figlio, potrà aiutare suo figlio a proseguire il suo percorso scolastico nel migliore dei modi!
Dott.ssa Bernardini

Dott.ssa Bernardini - Associazione Tuberose Psicologo a Roma

1 Risposta

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 NOV 2015

Gentile Barbara,
prima di tutto complimenti per l'attenzione e la consapevolezza che mostra nei confronti delle difficoltà di suo figlio; infatti in questi casi, e in generale, è sempre fondamentale una diagnosi precoce per apportare i giusti interventi e ridurre il disagio che, con la crescita, inficerebbe molte aeree scolastiche e dello sviluppo.
Quindi, le consiglio di rivolgersi, se preferisce, ad uno psicologo privato che la potrà ricevere anche in breve tempo, oppure sul territorio sono a disposizione i servizi di neuropsichiatria infantile dell'Asl con loro liste d'attesa e tempi.
Importante è partire da una buona diagnosi e valutazione, che può essere fatta mediante colloqui, osservazione ed eventuali test, per capire qual è il problema alla base (se sussiste e si tratta di un ritardo cognitivo, o di disturbo di apprendimento, o ancora di un disagio emotivo-relazionale,...), quindi quale aiuto risulta più appropriato.
In bocca al lupo,
un cordiale saluto.

Dott.ssa Monica Chiovini

Dott.ssa Monica Chiovini Psicologo a Ghemme

14 Risposte

36 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2015

Cara Barbara,
può contattare il servizio di psicologia della sua asl oppure uno psicologo privato.

Potrete valutare se il bambino sta attraversando un periodo carico emotivamente, se abbia difficoltà in specifici compiti di apprendimento e come affrontarli al meglio.

Complimenti a lei e alle maestre per essere state rapide nell'indicare questa difficoltà del bambino.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2102 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27600

domande

Risposte 95250

Risposte