Bimba in crisi. Che fare?

Inviata da Ilenia · 9 ago 2016 Psicologia infantile

Salve,
sto affrontando una separazione difficile in quanto il padre oltre a presentare problemi di natura pasichiatrica (certificati disturbo di personalità che lo hanno portato a fare il matto davanti alla bimba usando parolacce pesanti) e ha lasciato casa nostra dalla mattina alla sera. Ora mia figlia di quasi tre anni non ha avuto modo di abituarsi ed è qualche giorno che ha iniziato a farsi la pipì addosso a volte, e stamattina piangeva e chiedeva il papà in casa, Molte volte presenta umori spesso opposti senza motivo. Che fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 AGO 2016

Medicina N. 1: TANTO AMORE (= stare volentieri SEMPRE con lei+un po' di complicità/scherzosità+la bimba è un suo impegno prioritario)
Medicina N. 2: la pipì non è un problema: "succede quando i reni sono forti, robusti e pieni di energia. Poi con calma si lasciano educare". Appena non se la fa addosso, sottolineare che li sta educando bene, BRAVA.
Medicina N. 3: Qualche consulenza da un bravo terapeuta.
Buona strada.
Dott. Roberto Bondavalli

Dott. Roberto Bondavalli Psicologo a Mantova

3 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2016

Cara Ilenia
è un momento molto difficile per lei e, ancor di più, per la bambina che, comunque sia, sente la mancanza del padre.
Quindi il fatto della pipì è una "regressione" inconsciamente messa in atto per essere coccolata e per attirare su di sè attenzioni come quando era piccola e tutto questo non era successo.
E' chiaro che la bambina sente enormemente la mancanza del babbo.
Ma penso che ci saranno modalità previste in cui possa incontrarlo giusto?
Comunque sia seppure tra lei e suo marito (o ex marito) ci siano forti tensioni, lei dovrebbe comunque cercare di mantenere un rapporto con lui civile e, possibilmente, sereno, in quanto genitori della piccola sarete sempre.
Dalla genitorialità non si torna indietro.
Coraggio!
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6941 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 AGO 2016

Salve Ilenia sicuramente è un momento di grande instabilità per la bimba e attraverso il suo comportamento lo esprime..per fortuna!!!! Non esprimerlo implicherebbe maggiori danni e somatizzazioni (malattie ed altro..). Ritengo che l'attenzione maggiore, in questo momento, vada focalizzata su di te. Probabilmente questa "instabilità" sta diventando motivo di grande tensione e preoccupazione per te e inizi ad avvertire segnali di intolleranza e di grande stanchezza e questo ti preoccupa molto visto che ti senti anche doppiamente responsabile della bambina (per le condizioni del padre e per i sensi di colpa per averglielo sottratto )...ora e subito devi prenderti cura di te...in questo caso un supporto psicologico ti sarà di grande aiuto..ma è anche necessario che tu riacquisti un po' di serenità e gioia di vivere che ultimamente hai perso...vedrai che nella misura in cui tu recupererai i tuo equilibrio anche la tua bimba diventerà più serena...perché oggi tu sei il suo punto di riferimento e lei ti sente lontana con i tuoi pensieri e stati d'animo...abbi fiducia in te. In ogni momento della vita ci sono infinite ragioni per soffrire e infinite ragioni per essere felici. Ciò che conta è dove si mette la nostra attenzione... un abbraccio

Grazioso Dr.ssa Giuseppina Psicologo a Bari

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 AGO 2016

Gentile Ilenia,
prima di portare a termine la difficile separazione, provi a proporre una terapia di coppia che non deve essere necessariamente e unicamente finalizzata al recupero della relazione coniugale ma può essere finalizzata a trovare eventualmente, anche da separati, le modalità di interazione meno traumatiche possibili per se stessi e per i figli.
La bambina ovviamente sta ora esprimendo la sua sofferenza e lei, come madre, dovrebbe essere aiutata e motivata ad apprendere adeguate modalità per tamponarla e contenerla, rimanendo (almeno lei!) un riferimento stabile e competente.
Pertanto, se non sarà praticabile la via della terapia di coppia, chieda un sostegno psicologico per se stessa onde poter far fronte a questo periodo negativo limitando per quanto è possibile i danni.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6918 Risposte

19228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2016

Bè, qui si sommano i danni fatti dalla presenza di un padre disturbato, a quelli conseguenti alla sua perdita in seguito alla separazione.
Ritengo occorra avere pazienza ed aspettare che la cosa pian piano scompaia.

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

406 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2016

Gentile Ilenia,
adesso il periodo è delicato. Le consiglio di accogliere con serenità le pipì e gli umori oppositivi della piccola. Se lei si sente accolta e non rifiutata si sentirà sempre libera di esprimere i propri sentimenti e saprà che nella vita si può essere amati anche se si è tristi e di umore nero. Tanti abbracci e tante coccole. Si faccia forza e parli del papà alla piccola senza nascondere la verità in termini semplici. La bimba il papà ce l'ha, e ha bisogno di quella figura per crescere. Anche se non lo vede racconti del papà che ora è malato, che soffre, che deve star via perché è la malattia a tenervi lontani, che papà le vuole bene e la vuole veder felice. Faccia riferimento al papà anche nell'educazione della bimba, "io e papà non vogliamo che tu mangi i biscotti prima di cena", "se papà ti vedesse ti direbbe che sei bravissima ad andare in bicicletta", la bimba terrà nel cuore la figura del papà positiva e normativa, ciò di cui ha bisogno.
Gentile Ilenia sia sempre presente, accogliente e positiva con la bimba, vedrà che la piccola si rasserenerà. Le consiglio di cercare eventualmente un sostegno psicologico per sè stessa presso la sua ulss, le mamme single sono sottoposte a tante fatiche, un punto di riflessione e sostegno sono utili allo star bene.
Cordiali saluti
Dott.ssa Sabrina Fontolan

Dott.ssa Sabrina Fontolan Psicologo a Piove di Sacco

203 Risposte

233 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 AGO 2016

Gentile Ilenia, i bambini piccoli non hanno la capacità di verbalizzare le loro emozioni, le esprimono attraverso il corpo. Farsi la pipì addosso,e' una manifestazione di disagio e di sofferenza,che la bambina sta vivendo in questo momento. Non è senza motivo che esprime umori opposti, il motivo e' la separazione dal padre che sente insopportabile.Il mio consiglio è quello di non esprimere alcun dissenso, quando fa la pipì addosso. Le stia vicino e la abbracci più frequentemente. Si faccia accompagnare in questo percorso di separazione difficile, un terapeuta potrà darle il giusto supporto di cui ha bisogno lei e la sua bambina.
Le auguro ogni bene.
Dott.ssa Maria Tinto

Psi-Dunamis - Dott.ssa Maria Tinto - Psicologa e Consulente Sessuale Psicologo a Grottaferrata

16 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 AGO 2016

Salve, i bambini usano il linguaggio del corpo proprio per esprimere malesseri. La pipi a letto è uno di questi. La bambina dovrebbe poter avere delle spiegazioni sul perché il papà è andato via di casa e dove si trova adeguate alla sua età . Mi chiedevo se non fosse possibile una terapia familiare?

Dott.ssa Silvia Rotondi Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Roma

125 Risposte

43 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte