Bimba di due anni e mezzo che non vuole stare con papà

Inviata da Francesca Musumeci il 1 giu 2015 Psicologia infantile

Salve le scrivo in merito a mia figlia che nn vuole stare con il padre,sono preoccupata,il fine settimana lui cerca di stare con lei il più possibile portandola al parco giochi,e giocandoci,ma lei nn ne vuole sapere,vuole tutt tranne lui. Infatti sta con tutti, nonne, zii,se la lascio con lui dopo che si sveglia il pomeriggio va tutto bene ma se ci sono io o i nonni o le zie niente da fare nn ne vuole sapere..non so come fare anche perché mio marito ci rimane male. Abbiamo capito che nn è perché lo vede di meno. Non sappiamo il motivo e ci scervelliamo aiuto!!!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Francesca, è del tutto normale che questo accada, anche se non accade sempre. La madre è la figura di riferimento per la bambina, è lei che l'ha tenuta dentro di sé, è lei che l'ha allattata e che la culla durante la settimana. A questa età inizia ad accorgersi che esiste anche il padre e le reazioni non sono uguali per tutti i bimbi: c'è chi vuole stare sempre con il padre e vive quasi una specie di "innamoramento" e chi invece manifesta questo interesse negandolo. Io non mi preoccuperei, cercherei di sdrammatizzare questi fatti e vedrà che presto le cose cambieranno. Stia serena e rassicuri anche suo marito, unitevi ancora di più. I bambini cambiano così in fretta... Le auguro tanta gioia per la sua bella famigliola.
Dott.ssa Anna Agresti
Psicologa psicoterapeuta Prato

Dr.ssa Anna Agresti Psicologo a Prato

54 Risposte

75 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Francesca,
la sua preoccupazione è assolutamente legittima, ma quella che lei descrive è una situazione che spesso si verifica. Sarebbe necessario avere maggiori informazioni. Per esempio potrebbe essere utile capire come è stato il rapporto tra papà e bimba sino ad ora, se ci sono stati cambiamenti particolari o eventi particolari nell'ultimo periodo che possono essere in qualche modo associati alla situazione attuale, se ci sono stati cambiamenti nel modo di approcciarsi di suo marito alla bambina, come si svolge l'interazione tra bimba e papà in assenza di altri. Lei afferma che in assenza di altre presenze la bambina sta bene ed è tranquilla con il papà...potrebbe essere utile aumentare in modo graduale in frequenza e durata questi momenti e vedere come bimba e papà stanno (selezionare magari in modo accurato questi momenti almeno all'inizio privilegiando momenti in cui sia papà che bambina sono tranquilli e a loro agio). Laddove la vostra preoccupazione e la problematica dovesse permanere o appesantirsi potrebbe essere utile un percorso di sostegno alla genitorialità.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1029 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Francesca,
per darle una risposta minimamente esauriente ritengo sia assolutamente necessario che uno psicologo parli con ambedue i genitori, in particolare con il padre e veda anche la bambina.
Ci dà troppo pochi elementi per dirle di più.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

700 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Francesca,
quando la piccola sta con il papà, di norma, lei non c'è?

Il suo messaggio mi ha fatto pensare che la piccola abbia un legame molto forte con lei per le cure che le ha rivolto e le rivolge da quando è nata. In questo momento di crescita la piccola ha desiderio di vivere esperienze nuove ma necessita della sicurezza di averla vicino a sè.

Provate un piccolo esperimento, con calma, quando lei e il papà sarete pronti: uscite tutti insieme, facendo stare la bimba sulle spalle del papà, facendo spingere l'altalena al papà, giocate a palla insieme...rimandate alla piccola che stare con il papà non significa perdere mamma. Se vi accorgete che la bimba è più serena, potrete via via aumentare il tempo in cui è sola con il papà.

Detto ciò, la bimba è piccola e comportamenti osservati oggi tra qualche settimana potrebbero essere modificati.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2019 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Francesca, non si preoccupi è una fase abbastanza comune. Cerchi di lasciare la bambina il più possibile con il padre, in modo tale che passino insieme tempo di qualità. Se il padre è libero e può tenere la bimba, eviti che siano presenti nel contempo i nonni.
In bocca al lupo
dott.ssa Ilenia Faristei

Dott.ssa Ilenia Faristei Psicologo a Arcola

16 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Francesca,
Una domanda: sua figlia ha da sempre difficoltà a stare con suo marito, o le stesse si sono verificate in quest' ultimo periodo? Le altre persone con le quali la bambina ha contatti frequenti sono tutte di sesso femminile? In effetti si potrebbe trattare di una particolare fase di crescita che sua figlia sta attraversando, ma potrebbe anche essere daterminata dal modo con cui suo marito si rapporta alla bimba. Se é possibile cerchi di non intervenire nei rari momenti in cui sua figlia sta tranquilla con il padre, ad esempio dopo il pisolino pomeridiano per vedere se la situazione si evolve in maniera più positiva. Altrimenti potrebbe essere utile rivolgersi ad una psicologa per un percorso di sostegno alla genitorialità.
Un caro saluto
Dott.ssa Ilaria Mattioli, Brescia

Dott.ssa Ilaria Mattioli, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale Psicologo a Cellatica

20 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77250

Risposte