Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Bassa autostima

Inviata da Giada · 28 set 2017 Autostima

Salve, sono una ragazza di 28 anni, sto attraversando un periodo un po' triste e mi capita spesso di entrare in crisi un po' per tutto. Sono fidanzata, da quasi un anno dopo aver interrotto volutamente una storia dopo 5. Mi trovo bene con il mio attuale ragazzo. Il mio problema principale è che dopo gli studi, non sono riuscita a trovare un'occupazione. Sono educatrice e pedagogista. Ho la sensazione di rimanere ferma, immobile, così. Non so , ma temo di non riuscire a costruire nulla con il mio attuale compagno, perché la mia situazione possa incidere sulle sue scelte. Lui esce da una storia lunga, la sua ex era una brava professionista.Mi sta vedendo un po' giù e spenta e temo possa fare un confronto con la sua ex da cui è stato lasciato per un tradimento. Credo che il mio sia un problema comune a milioni di giovani, ma questa situazione non mi fa 'sentire abbastanza'.Ho crisi di pianto, perché non vedo soluzione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 SET 2017

Cara Giada, innanzitutto vorrei "normalizzare" la sua situazione poiché, come scrive, il problema di trovare un'occupazione al giorno d'oggi è piuttosto comune. Ed è altrettanto comune la presenza di una bassa autostima, alimentata da continui confronti con altri e con un ideale di perfezione. Comprendo lo stato psicologico che deriva da tali presupposti. Motivo per il quale suggerisco un percorso di potenziamento dell'autostima, finalizzato anche ad un miglioramento della sua situazione lavorativa e sentimentale.
Rimango a disposizione.
Dr.ssa Isabella Brega

Dott.ssa Isabella Brega Psicologo a Pavia

31 Risposte

117 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 OTT 2017

Buongiorno Giada,
come darle torto riguardo la sua situazione lavorativa; purtroppo è comune a molti giovani. Ciò nonosrtante, deve riuscire a vedere i lati positivi della sua posizione; infatti nonostante la sua giovane età è riuscita a raggiungere traguardi significativi professionali e sicuramente la scelta di un nuovo rapporto sentimentale testimonia la sua voglia di fare dei passi nuovi in avanti. Non si deve avvilire, nè cedere alla perfezione che la tiene in costante paragone con l'ex ragazza: sarà amata e rispettata per quello che lei è e per l'amore che ha da offrire al suo compagno perchè chi ci ama, ci accetta esattamente cosi come siamo e non esistono colpe.
Potrebbe provare a seguire un percorso mirato a migliorare la sua autostima e ad evidenziare i suoi punti di forza,facendo i conti con il suo ideale di perfezione.
Sono a sua disposizione per eventuali consigli e chiarimenti.
Dott.ssa Anna Parente

Dott.ssa Anna Parente Psicologo a Chieti

3 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 OTT 2017

Buon giorno Giada.
Può capitare di sentirsi un po' sotto tono ... Essere se stessi è la cosa migliore in questi casi, evidentemente in questo momento lei ha bisogno di provare questa emozione, la ascolti con il suo cuore e cerchi di capire cosa le vuole suggerire,la accolga nella sua casa come si fa con un caro amico ...
Se la coppia è fondata sul rispetto e la stima il suo compagno sarà in grado di capirla .Gioia e Tristezza ...sono due compagne inseparabili l'una aiuta l'altra....

Cari saluti
A.M.Della Grotta

D.ssa Anna Maria Della Grotta Psicologo a Roma

34 Risposte

9 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2017

Buonasera Giada,
ha perfettamente ragione la sua situazione lavorativa è purtroppo comune a molti giovani. Non si deve avvilire, ne tantomeno paragonare alla ex fidanzata del suo compagno, in quanto dannoso in primis per se stessa ed in secondo luogo per la relazione.
Le consiglierei un percorso mirato a migliorare la sua autostima ed evidenziare le risorse positive, che lei sicuramente possiede.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1347 Risposte

1183 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2017

Salve Giada,
la sua difficoltà è comune a molte persone, giovani e non. Sicuramente non avere un lavoro fa sentire vuoti e inutili, oltre a mettere in difficoltà sul piano economico. Purtroppo questa è una fase storica dove bisogna metterci un pò di più del proprio per poter lavorare. Ma non necessariamente è un male. A volte per poter lavorare bisogna pensare al proprio lavoro, a quello per cui si è studiato e ci si è formati, in altri modi, più creativi e vicini alle persone. Lei è un'educatrice e pedagogista, no? E' una cosa bellissima. Molte cose possono essere realizzate in questo ambito con un pò di creatività ed entusiasmo. Giusto per darle l'idea: se ci fa caso molto mercato gira attorno al mondo dei bambini, persino l'editoria che è in crisi ha visto lo sviluppo del ramo dell'infanzia negli ultimi anni. Questo dice che ci sono possibilità se si riesce a intercettare una domanda nel settore dell'infanzia o, più in generale, o interfacciarsi con i bisogni della gente comune.
Mi sono dilungata su questo aspetto perché secondo me, se dovesse mettere a posto questo ambito della sua vita, sarebbe molto meno insicura e infelice rispetto alla relazione sentimentale. Lei infatti pensa che il suo ragazzo possa fare un paragone a suo svantaggio tra lei e le sua ex, ma in realtà è lei che fa questi confronti e si sente da meno. Per poter godere a pieno di questa relazione affettiva, deve lavorare su di sè, sulla sua progettualità, sul suo appagamento personale. Poi tutto il resto verrà da sè. Non si abbatta e recuperi l'entusiasmo dei suoi studi per farne uscire un progetto creativo! Ce la può fare!
In bocca al lupo!
Dott.ssa Giovanna Susca - Bari e Barletta

Dott.ssa Giovanna Susca - Psicoterapia, Psicologia dello Sport Psicologo a Barletta

70 Risposte

94 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2017

Buon pomeriggio, Giada.
Leggo con attenzione la Sua richiesta. Ha 28 anni ed è già educatrice, quindi ne deduco che abbia concluso la Sua formazione in tempi recenti e da quel momento si sia adoperata per trovare un impiego, proprio perché non Le piace stare ferma (è giovane e ha concluso un percorso così importante, complimenti!). Allo stesso tempo, la Sua ricerca è stata deludente, si chiede se non trovi lavoro "a causa sua", riflettendosi negativamente sulla Sua visione professionale. A mio parere, il mondo delle professioni nelle relazioni d'aiuto sta subendo un impoverimento non indifferente, soprattutto per chi, come Lei, si occupa di formazione ed educazione; è un periodo di profonda crisi lavorativa nel Suo settore, per svariati motivi. Ricondurre tutte le cause alla sua formazione personale e professionale è totalizzante e non le lascia il beneficio del dubbio. La percezione di sè come "professionista a metà" è talmente totalizzante, appunto, che tocca anche le altre sfere della sua vita, come quella affettiva: il rapporto con il Suo compagno diventa immediatamente meno ricco quando Lei si paragona alla Sua ex, mettendo sul piano della bilancia non il Qui e ora, dove c'è una coppia che si ama per motivi diversi da quelli economici e professionali, ma paragonandosi continuamente ad una storia passata che, per casualità di cose, era con una "brava professionista". Il momento che sta attraversando (e la visione di sé come "brava o non brava professionista") La mette di fronte ad un bivio: "sono in quanto ruolo" o "sono e basta"? Definirsi in funzione di un ruolo manda alla deriva ciò che di più profondo, caratteristico e importante abbiamo: noi stessi con le nostre unicità e con le nostre particolarità, anche quelle meno belle. Il Suo fidanzato la ama per quello che è, non per quello che fa, e credo che sia necessario che anche lei cominci a vedere ciò che lei è.
La ricerca del lavoro continuerà in funzione di quello che lei è e di quelli che sono i suoi valori: li tenga bene a mente, saranno il faro nella sua traversata.

In attesa di novità.

In bocca al lupo,
Dott.ssa Alessandra Pontis

Dott.ssa Alessandra Pontis Psicologo a Assemini

8 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2017

Gentile Giada,
il disorientamento quando si completa un ciclo di studi è comprensibile, infatti si parte alla ricerca di un lavoro che purtroppo non è così immediato.
E' necessario perseverare e assumere un ruolo attivo di ricerca professionale.
Dal suo racconto emerge altresì tristezza, immobilità, passività che si ripercuotono sulla sua vita.
La bassa autostima rende le cose maggiormente faticose, il confronto con la ex del suo ragazzo non è opportuno e la porta all'autosvalutazione di se stessa.
Lei è una persona unica e speciale! Abbia fiducia in se stessa e si accetti maggiormente.
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa


Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2587 Risposte

2168 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2017

Cara Giada, purtroppo il fatto di non aver ancora potuto lavorare sulla costruzione di un'identità professionale la espone a maggiori fragilità in termini di autostima e quindi di sicurezza nel suo modo di affrontare le relazioni, anche sentimentali. Motivo per cui le viene automatico il confronto con l'"altra" da lei identificata come una "brava professionista". Come se il sentimento amoroso che la lega al suo attuale compagno necessitasse di una sorta di professionalità lavorativa per poter essere considerato "sicuro".
Infatti il nostro senso di autostima è direttamente collegato al nostro senso di identità e l'identità si compone di diverse parti, una tra queste l'identità professionale.
Credo sia importante per lei lavorare su questo aspetto, anche eventualmente, con l'aiuto di un professionista psicologo. In bocca al lupo!

Dott.ssa Samantha Spada Psicologo a Torino

10 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2017

Gentile Giada,
in che senso la sua situazione ( non aver ancora trovato lavoro) può incidere sulle scelte del suo attuale compagno?
Proprio perchè il suo compagno aveva una storia con una brava professionista ed è stato lasciato per un tradimento non si capisce il paragone che lei fa con l'altra situazione.
Penso che dovrebbe credere di più in se stessa e continuare a cercare possibilità lavorative.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6838 Risposte

19096 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 SET 2017

Cara Giada, sicuramente la bassa autostima può incidere sulla vita amorosa. Sarebbe interessante però capire perchè lei si sente così, perchè si sente immobile, il problema è solo il non trovare un'occupazione? Sarebbe interessante approfondire.
Saluti

Dott.ssa Rossana Curatolo Psicologo a Pogliano Milanese

41 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 SET 2017

Cara Giada, ciò che emerge dalla sua domanda è un problema relativo all'autostima, che rischia di influire negativamente su altri aspetti della Sua vita, come il lavoro e la relazione con il Suo fidanzato. Credo che per Lei sia davvero tanto difficile trovare una soluzione, perchè sta vivendo un momento di grande fragilità e ha perso fiducia in se stessa e nelle sue capacità: pensieri di vulnerabilità e di inutilità possono essere comuni in questo genere di situazione. Un percorso di sostegno psicologico potrebbe aiutarla ad aumentare la Sua autostima e a riscoprire le sue potenzialità e le sue risorse, che al momento risultano "sommerse" dai pensieri negativi. A volte è sufficiente cambiare il modo di vedere se stessi per affrontare diversamente ogni aspetto della vita. Provi a contattare un professionista, sono certa che insieme troverete la soluzione migliore.

Un caro saluto,
Dott.ssa Giulia Pianfetti

Dott.ssa Giulia Pianfetti Psicologo a Avigliana

4 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82200

Risposte