Bambino di due anni si provoca il vomito

Inviata da Maria · 16 nov 2015 Psicologia infantile

Salve, ho un bambino di due anni e mezzo che da circa una settimana durante il giorno si infila le mani in bocca fino a provocarsi il vomito. Il suo stato di salute è buono, ancora oggi il pediatra non ha riscontrato nulla.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 22 NOV 2015

Gentile Maria,
questo comportamento del bambino sembra più un gesto di protesta o un gesto fatto per ottenere qualche vantaggio secondario come potrebbe essere ad es. avere maggiore attenzione o essere coccolato.
Occorre perciò comprendere il significato di questa condotta che potrebbe anche trovarsi in interazioni disfunzionali della diade madre-bambino o della famiglia.
Pertanto è da consigliare una consulenza psicoterapeutica familiare.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7041 Risposte

20142 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 NOV 2015

Gentile Maria, esistono dei disturbi alimentari anche per i più piccoli.
Le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo sistemico o dello sviluppo, in modo che vi aiuti nella gestione di questo problema, c'è sempre un motivo per cui i bambini si comportano in un certo modo, una volta trovato si può iniziare a lavorare tutti insieme per risolverlo.
Cordali saluti

Dott.ssa Valentina Dal Col (Treviso)

Dott.ssa Valentina Dal Col Psicologo a Montebelluna

16 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 NOV 2015

Buongiorno Maria, dal suo racconto mancano molte informazioni, esempio: c e un particolare momento in cui il bambino si provoca il vomito? É successo qualcosa che potrebbe averlo turbato? Quali sono i vantaggi che acquista con questo gesto?
Le consiglio di rivolgersi ad un neuropsichiatra o da uno psicologo per una valutazione piu approffondita.
Saluti
Sara

Dott.ssa Sara Serato Psicologo a Udine

2 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 NOV 2015

Buongiorno gentile Maria,
purtroppo non ci sono elementi sufficienti per poter anche solo dare un'ipotesi da valutare poi in sede appropriata. La cosa migliore da fare è parlare con il pediatra e valutare con lui di rivolgersi o al neuropsichiatra infantile o rivolgersi ad uno/a psicologo/a psicoterapeuta ad indirizzo sistemico- familiare per iniziare una valutazione psicologica di voi genotori con il bambino.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2824 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23650

domande

Risposte 85500

Risposte