Bambina di cinque anni, rifiuta la scuola, come comportarsi?

Inviata da Silvia · 15 lug 2019

Salve, mia figlia di cinque anni e mezzo sta frequentando le attività estive, che hanno luogo nella scuola materna che frequenta da due anni. È sempre andata volentieri a scuola, al punto di scapparmi letteralmente dalle mani per correre in aula, mentre ora vuole essere portata in braccio, temporeggia, dice che non vuole andare ma vuole stare con me. In un paio di occasioni è scoppiata in lacrime, cosa mai accaduta nemmeno durante l'inserimento due anni fa. Ho chiesto alle educatrici se avesse avuto conflitti con altri bambini (è una bambina che tende a subire molto e piange spesso quando ha a che fare con bambini diciamo più "prepotenti"), ma mi è stato risposto che non ha problemi con nessuno dei bambini, che preciso non sono i suoi compagni di classe abituali, ad eccezione di un paio, bensì bambini anche di un'altra scuola, che quindi non conosce.
Al momento di tornare a casa la trovo sempre coinvolta nel gioco, seppur mi corra incontro con entusiasmo. Dice sempre di essersi divertita e partecipa volentieri alle gite e alle attività. Eppure fatica a "partire". Come dovrei comportarmi per superare questa fase? Ogni mattina si sveglia di buonumore e si incupisce non appena varchiamo la soglia della scuola, mi spezza il cuore lasciarla controvoglia, anche se non glielo faccio vedere per non peggiorare la situazione...
Grazie infinite.
Silvia

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 LUG 2019

Gentile Silvia,
la piccola ha partecipato anche gli altri anni alle attività estive? Le educatrici sono le stesse che l'hanno seguita durante l'anno scolastico? Se dice di voler stare con lei, è possibile che si fosse creata l'aspettativa che finito l'anno scolastico sarebbe stata a casa, o avrebbe trascorso più tempo in sua compagnia?
Provi a giocare con lei al "campo estivo", le faccia scegliere una bambola o un peluche che le piace e ripercorrete la sua routine a scuola. Faccia scegliere a sua figlia se vuole essere una compagna di classe o l'educatrice, e poi invertite i ruoli. Potrebbero emergere delle dinamiche che è più difficile far venir fuori con domande dirette.
Spero di esserle stata d'aiuto,
Donatella Tribuzio

Dott.ssa Donatella Tribuzio Psicologo a Bari

28 Risposte

34 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29600

domande

Risposte 100800

Risposte