Attivita autonoma

Inviata da Lorena · 4 dic 2015 Orientamento professionale

Ho 54 anni. Nel 2000 ho conseguito la laurea in psicologia clinica e di comunità presso la sapienza di Roma. Ho terminato il tirocinio post laurea e ho frequentato un corso di formazione in training autogeno. Poi per una serie di motivi familiari ho dovuto lasciare tutto. Sostenere alla mia età l esame di abilitazione dopo 15 anni dalla laurea è impensabile. Tutti i miei sacrifici di allora sono diventati solo carta straccia? Mi accontenterei di poter fare qualcosa in autonomia, qualche ora a settimana nella totale legalità. Mi aiutate con qualche suggerimento? Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 DIC 2015

Gentile Lorena,
indipendentemente dai motivi, familiari o non, per i quali non ha sostenuto l'esame di abilitazione nell'arco di 15 anni, non capisco per quale motivo lei dice che farlo adesso è impensabile.
Se le interessa mettere a frutto la laurea conseguita in psicologia, può tranquillamente riprendere in mano qualche testo e sostenere l'esame e questo è quello che io le consiglio di fare.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7411 Risposte

20814 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 DIC 2015

Cara Lorena
devi considerare attentamente la possibilità di poter riprendere il percorso interrotto per il semplice motivo che a 54 anni sei giovane e tale devi pensarti.
Se proprio non riesci a vedere questa prospettiva come fattibile, puoi, eventualmente fare un corso di Coaching che è un percorso più breve e poi con questo Attestato i precedenti studi fatti che ti saranno valutati positivamente.
Soprattutto la tua formazione sul Training Autogeno può esserti molto utile.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7281 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 DIC 2015

Gentile Lorena, comprendo la sua difficoltà a dover effettuare una scelta così importante, ma vorrei richiamare la sua attenzione sui motivi che l'hanno spinta a non proseguire e raggiungere il suo traguardo. Come mai si è fermata? Lei chiede di darle un suggerimento in merito a cosa poter fare, io questa domanda la rigiro a lei: " cosa lei vorrebbe raggiungere ora?, come si vedrebbe tra due/tre anni?" Avere in mente obiettivi chiari da raggiungere (indipendentemente dall'età, in quanto qualsiasi sogno può essere realizzato), le permette di poter compiere una scelta sana e consapevole. Si confronti anche con le sue amiche, i suoi familiari (persone fidate che le vogliono bene) che potranno aiutarla e sorreggerla nelle sue decisioni.
La saluto cordialmente
Dr.ssa Godioli

Dr.ssa Gloria Godioli Psicologo a Pavia

31 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 DIC 2015

Gentile Lorena,
intanto, mi lasci dire che è un vero peccato essersi fermati ad un passo dall'abilitazione. Veda se è davvero così "impensabile" continuare. L'esame di stato è meno complicato di quello che sembra se si organizza bene lo studio. Potrebbe anche farsi aiutare da un tutor, ci sono molti colleghi che offrono questo servizio, anche via skype.
Si ricordi che con l'età la memoria diminuisce leggermente, si...è vero, ma aumenta notevolmente la capacità organizzativa e di selezione delle informazioni, caratteristiche utilissime nell'Esame di Stato.

Tuttavia, per rispondere alla sua domanda, l'indirizzo che ha preso è in psicologia clinica, quindi, anche se volesse contattare -ad esempio- delle agenzie interinali per proporsi come selezionatore del personale, dovrebbe integrare le sue conoscenze con la psicologia del lavoro.

Non potrebbe usare i test di personalità, non essendo abilitata, ma solo quelli che possono essere usati dai non psicologi (ad esempio, ce ne sono alcuni sulla motivazione o sulla Leadership, ecc...) e fare colloqui di selezione (ma, ripeto, dovrebbe integrare le sue competenze con quelle relative all'assessment center).

Potrebbe anche proporsi per lezioni private a studenti della triennale o magistrale, oppure verificare se ci sono posizioni di assistente in associazioni che si occupano di disagio psichico, senza tuttavia fare interventi psicologici, ecc..

Chiaramente non può lavorare come psicologa, né fare counseling psicologico.

Vediamo se ai colleghi vengono in mente altre possibili sbocchi lavorativi possibili.

I miei migliori auguri.
Dott.ssa Anna Patrizia Guarino, Psicologa, Roma

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Psicologo a Ardea

197 Risposte

271 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte