Attacchi di panico, paura di morire presto

Inviata da Benedetta Matteoni · 4 gen 2021

Ho 24 anni e da un mesetto ho iniziato a soffrire di attacchi di panico ed ultimamente convivo con un’ansia generalizzata di dover morire presto, paura di morire stessa o paura che succeda qualcosa di brutto o che stia per accadere. Vengo da un anno difficile, mio papà è stato ricoverato d’urgenza, operato e affrontato chemio, il covid con annesse restrizioni, il mio migliore amico è stato tanto male per motivi di salute, paura di non riuscirmi a laureare. Ho solo 24 anni e questo pensiero mi assilla ogni giorno, specialmente quando sono a casa in questi giorni, Non mi permette più di vivere normalmente. È come se sentissi di Dover morire troppo presto e ho paura che queste sensazioni possano essere la verità. So che nessuno conosce quando e come morirà e nei momenti di lucidità non faccio altro che ripetermelo ma quando l'ansia e il panico prendono il sopravvento l'unico mio pensiero è che le mie fantomatiche profezie si avvereranno. Non vedo più un futuro, tutto nero. Questo non perché io abbia mai pensato di farla finita, il contrario. Solo il pensiero mi terrorizza. È come se sapessi che non ci sarò. Sono molto triste, sento anche che non sono più la stessa nonostante mi sforzi a sorridere, mi dispiace per le persone che mi circondano, prima di prendere eventuali medicinali posso provare ad andare da uno psicologo o fare psicoterapia?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 GEN 2021

Cara Benedetta, la tua è una reazione abnorme a una situazione obiettivamente molto traumatica e stressante. Anzi mi chiedo se esista una reazione "normale" a una situazione come quella che tu vivi e se non sia più normale - di fronte a un cumulo di eventi come quelli che tu descrivi - manifestare qualche disturbo, piuttosto che restare impassibili. Ecco: restare sereni e impassibili di fronte a un genitore che è in chemio in un periodo di allarme pandemia, con il nostro migliore amico che sta molto male e con la prospettiva dello sforzo per la laurea, questo sarebbe anormale. Tuttavia gli attacchi di panico non sono mai una reazione normale. Se si verificano, c'è qualcosa del profondo che va indagato. E in effetti spesso si associano a pensieri di morte, paura del futuro, ossessionanti visioni negative. Senti di avere tu le redini della tua vita? Temo di no, se vivi quello che ci hai descritto. Medicinali assolutamente no; non per il quadro che tu hai descritto. Occorre una buona terapia, di tipo psicoanalitico senz'altro: bisogna entrare nel tuo profondo e risalire ai perché di questo disturbo, ben oltre le circostanze contingenti che gli permettono di manifestarsi (papà che affronta la chemio, il più caro amico malato, l'ansia della laurea...). Bisogna scendere più in profondità, comprendere e gestire quel che si trova.
I miei più cari auguri.

Dott. Vincenzo Crupi Psicologo a Palermo

89 Risposte

120 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GEN 2021

Cara Benedetta,
mi dispiace per il periodo che sta vivendo.
L'attacco di panico rappresenta una richiesta di aiuto che si manifesta con il corpo, quando la mente non sa come poter affrontare il problema. I vari eventi negativi che ha dovuto affrontare nel corso del 2020, legati anche alla pandemia, hanno probabilmente generato questa stato di ansia, ma sarebbe opportuno approfondire.
Questo periodo passerà e vedrà che, se affrontato nel modo giusto, riuscirà di nuovo a trovare uno stato di benessere psicofisico.
Per ulteriori chiarimenti mi contatti.
Buona serata.
Dott. Antonio Caputo

Dott. Antonio Caputo Psicologo a Ostia

5 Risposte

4 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GEN 2021

Cara Benedetta,
hai affrontato molte difficoltà durante questo ultimo anno e ti sei ritrovata faccia a faccia con situazioni che non dipendevano dal tuo controllo: la malattia di tuo padre e del tuo amico, i cambiamenti e le difficoltà legati alla pandemia...di sicuro sono eventi che lasciano un segno e che possono portare a riflettere sul tema della morte e provocare ansia e sentimenti depressivi.
Ti consiglio di cominciare un percorso psicologico, anche online, per trovare sostegno in questo momento difficile.
Un caro saluto, dott.ssa Marinella Balocco

Dott.ssa Marinella Balocco Psicologo a Orbassano

59 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GEN 2021

Gentile Benedetta, oltre alla risposta della collega vorrei aggiungere che oggi esistono modalità efficaci per superare l'ansia, la paura di morire, i pensieri invasi. In breve tempo e anche online, in modo da poter scegliere un professionista ovunque in Italia, il migliore. Perché, come affermava Shakespeare, 'Non c'è notte che non veda il giorno' e come dimostrava Watzlawick, 'Non occorre una terapia lunga per un problema doloroso e complesso, anzi spesso è il contrario'.
Resto a disposizione.

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

317 Risposte

126 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GEN 2021

Ciao Benedetta, ciò che viviamo inevitabilmente ci segna e lascia delle tracce: preoccupazioni, pensieri e problematiche familiari non sempre ci permettono di filtrare ciò che accade in maniera lucida e distaccata. Penso sia importante, in primo luogo, prendere consapevolezza di quanto accaduto nell'anno appena trascorso, dei tuoi vissuti e delle tue emozioni. Ti consiglio quindi di iniziare un percorso, per ritrovarti e riacquistare tutto ciò che possa scacciare la paura che ti blocca, i pensieri che ti angosciano. Questo servirà per costruire la Tua strada futura, che percorrerai nella maniera più consapevole possibile. La paura, infatti, fa parte di noi e va accolta, ma può diventare invalidante. Riparti da te stessa e tornerai a sorridere.
Un caro saluto,
Dott.ssa Francesca Valentini

Francesca Valentini Psicologo a Perugia

11 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GEN 2021

Buongiorno Benedetta,
il tema della morte, della perdita e della mancana di controllo sono contenuti nelle sue parole e nei vissuti che descrive. La malattia di suo padre e del suo amico e l'emergenza Covid in cui tutti viviamo la riportano su questi temi. L'attacco di panico presentifica la sua angoscia e la sua profonda tristezza. Non abbia dubbi, cerchi un terapeuta che possa sostenerla e aiutarla. Lavorare sul tema della morte, per quanto possa spaventare, le restituirà energia e gioia di vivere.
Le auguro il meglio, sono a sua disposizione per chiarimenti.
Dott.ssa Franca Vocaturi

Franca Vocaturi Psicologo a Torino

311 Risposte

143 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GEN 2021

Carissima Benedetta, voglio prima di tutto ringraziarla della sua condivisione...non è sempre facile rendersi consapevoli e condividere un disagio. Voglio subito rispondere alla sua domanda dicendole che assolutamente può intraprendere un percorso terapeutico che possa aiutarla a riprendere in mano la situazione, partendo dalla comprensione di quale sia il circolo vizioso della sua ansia, quali meccanismi di pensiero e comportamento lo mantengano vivo, quale sia siato il suo punto di inizio e molto altro. Successivamente potra aiutarla a intraprendere le strategie piu efficaci per imparare a gestirla, senza far si che condizioni la sua vita. Inoltre, ha sicuramente vissuto molteplici e concatenati eventi legati al tema della morte e della malattia che potrebbe essere opportuno indagare ed elaborare. Le nostre emozioni sono un campanello di allarme che deve essere ascoltato ed è giusto che lei possa ritrovare il suo benessere ed equilibrio. La saluto e rimango a disposizione anche in privato per ulteriori domande. Buona giornata, dott.ssa Laura Paniccià

Dott.ssa. Laura Paniccià Psicologo a Porto Sant'Elpidio

103 Risposte

41 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GEN 2021

Gentile Benedetta è possibile che gli eventi stressanti (se non addirittura traumatici) che ha vissuto nell'ultimo anno abbiano "risvegliato" qualche preoccupazione che più o meno consapevolmente aveva vissuto già da prima. Come è possibile che gli eventi vissuti le abbiano fatto sperimentare un senso di impotenza forte che le è "rimasto addosso".
Le suggerisco di valutare un percorso secondo l'approccio EMDR che si rivela molto efficace su questo tipo di disturbi.
Naturalmente terapeuti di altri approcci sono altrettanto indicati, mi permetto però di dare questo suggerimento perché conosco bene l'approccio EMDR e vedo che da ottimi risultati. Un caro saluto

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

408 Risposte

461 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GEN 2021

Buongiorno Benedetta indubbiamente sta risentendo di tutti gli eventi occorsi durante questo periodo come si evince dalla sintomatologia che descrive; le suggerisco un percorso di psicoterapia che potrà aiutarla a rimettere un po’ di ordine in tutte le esperienze traumatiche e spiacevoli vissute e a riprendere in mano la sua vita senza i vissuti di paura quotidiana che la disturbano. La saluto cordialmente. Dott.ssa Daniela La Porta

Dott.ssa Daniela La Porta Psicologo a Roma

52 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GEN 2021

Cara Benedetta, quello che ha vissuto L'ha segnata profondamente, tanto da farla sentire sopraffatta e in balia dei Suoi vissuti negativi. É necessario elaborare ciò che ha vissuto e apprendere come gestire la Sua ansia e le cause a riguardo, per arginarle. Certamente, un percorso psicologico La guiderà a trovare nuovamente un controllo e un equilibrio su se stessa, trovando la Sua serenità, nel tempo, con le giuste risorse.
Le auguro tanta buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1568 Risposte

845 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte