Attacchi di panico e sport

Inviata da Tiziano83 · 30 mar 2021

Buongiorno,

Ho un caso personale relativo ad episodio di ansia e di attacchi di panico relativi allo sport che vorrei sottoporre. Vorrei fare una premessa, ho avuto il primo attacco di panico a 17 anni in vacanza al mare coinciso con la morte di mio nonno e visto che la causa di morte si è pensato fosse un tumore allo stomaco, ho somatizzato quel dolore. Poi dopo un paio di mesi verso la fine di settembre e la ripresa degli allenamenti di calcio, dal nulla è tutto scomparso, somatizzazioni, ansia e attacchi di panico.
Trascorrono alcuni anni, 5 per la precisione, e nel 2005 all’età di 22 anni alla fine di un allenamento mi trovo “paralizzato” sotto la doccia. Un attacco di panico dal nulla. Riesco a raggiungere l’ospedale dove non viene ovviamente riscontrata nessuna anomalia fisica.
Da quel giorno, nonostante diversi anni di psicoterapia con diversi medici, qualche goccia di xanax all’occasione e aver provato più volte a riprendere l’attività, non sono più tornato quello di prima.
Per questo vi scrivo, so che lo sport è da sempre consigliato per queste situazioni. Per per è l’opposto, che si tratti di calcio o tennis, o qualsiasi altra disciplina sportiva, anche solo se devo fare uno sforzo, partono tutti insieme dei sintomi: vertigini, nausea, sensazione di svenire, tachicardia e voglia di “scappare”... solitamente verso casa.

Nessuno è stato in grado di risolvere questa mia problematica, oggi ci convivo ma non sono riuscito ancora ad accettarla.

Grazie
Tiziano

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 MAR 2021

Caro Tiziano, ovviamente tutte le persone sono diverse, ma la sua storia mi ricorda tantissimo quella di un mio paziente. Nel suo caso, gli attacchi di panico erano connessi allo sport in quanto gli sforzi dovuti all'attività fisica sono molto simili ai sintomi fisici dell'attacco di panico e a lui risultava quasi impossibile distinguere i due. Con la psicoterapia siamo riusciti a connettere questo con la sua difficoltà a riconoscere le emozioni in generale, in quanto si concentrava soprattutto sui cambiamenti fisici di esse che, alle volte, lo spaventavano, come può essere che succeda a lei nello sport. Infatti, le emozioni hanno connotati fisici che le contraddistinguono e, se si è poco connessi ad esse, si rischi di concentrarsi solo su questi, causando poi gli attacchi di panico in quanto non ci si rende conto di cosa ci sta succedendo. Spesso, tutto questo è anche connesso con tematiche di controllo. Penso che una psicoterapia le sarebbe molto utile per capire i suoi vissuti in merito. Rimango disponibile per qualsiasi ulteriore chiarimento. Saluti

Rebecca Silvia Rossi Psicologo a Andria

112 Risposte

38 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAR 2021

Gentile Tiziano,
da quanto scrive sembra che abbia associato gli sforzi intensi con un'iperattivazione che le scatena poi forti reazioni di tipo ansioso. In tutto ciò aggiunge la preoccupazione legata alla perdita di suo nonno che l'avrebbe portata ad una somatizzazione della sua malattia.
Per inserire questi sintomi nella sua storia personale e dati loro un corretto significato e posto le suggerisco un percorso psicoterapeutico di tipo psicoanalitico.
Cordiali saluti
Dott.ssa Federica Meriggioli
Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Federica Meriggioli Psicologo a Spinea

12 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27650

domande

Risposte 95350

Risposte