Attacchi di panico, derealizzazione, fobie, pensieri ossessivi

Inviata da Dc_1 · 16 nov 2020

Gentili Professionisti,

scrivo qui nella speranza di ricevere un parere, un consiglio e magari anche un po' di conforto in merito alla situazione in cui mi trovo.

Chiedo scusa, se mi dilungherò troppo, ma credo sia necessario ai fini della comprensione del mio stato d'animo.

L'ansia ha sempre caratterizzato la mia persona, ma questo prima avveniva nel caso avvertissi sintomi fisici (quindi eccessiva preoccupazione per la salute con attacchi di panico, paura di morire, di avere qualche brutta malattia in cui mi immaginavo in situazioni che temevo... ) oppure si manifestava in determinate situazioni (prima di un'interrogazione, prima di una visita medica... ).
Con il passare del tempo tale ansia si è ingigantita, tanto da divenire un ostacolo per le normali attività quotidiane: in alcuni periodi mi capitava di focalizzarmi su un pensiero particolarmente sgradevole, magari venuto per caso o suscitato da elementi esterni, per poi convincermi della veridicità di questo pensiero, tanto da avere attacchi di panico, immagini mentali, pensieri spiacevoli continuo e via dicendo.
Negli ultimi tempi, forse debilitata e stremata dal susseguirsi di piccoli problemi di salute, sui quali ovviamente ho rimurginato fino allo sfinimento, con conseguenze sulla mia vita sociale, ho iniziato a percepire alterazioni della vista, senso di confusione mentale, come se percepissi la realtà intorno a me strana, come se fossi alienata da tutto e da tutti. Ovviamente questo mi ha generato attacchi di panico terribili, con la paura di impazzire...
Inoltre, dopo suddetto periodo, un giorno, mentre stavo mangiando tranquillamente, mi è andato di traverso un boccone, forse a causa della forte salivazione che avevo. Successivamente, ho iniziato ad avvertire forte tensione al collo, senso di lingua bloccata, che tendeva ad andare all'indietro (con conseguente difficoltà anche a parlare): da quel momento ho iniziato a pensare che forse, a causa di questi sintomi, visto il boccone andato di traverso, non sarei più riuscita a mangiare senza strozzarmi. Da lì sono comparsi anche senso di oppressione al petto, dispnea e necessità di deglutire la saliva continuamente (anche due, tre volte di fila, ogni paio di secondi).
Questi sintomi sono sempre presenti e tutta la mia giornata è incentrata sulla paura che del cibo, la saliva o i liquidi possano andarmi di traverso o, peggio, farmi soffocare, perciò, ogni volta che mangio, bevo o deglutisco la saliva mi concentro su ciò che sto facendo (talvolta mi è capitato di strozzarmi nuovamente), come se dovessi sforzarmi per non farmi andare di traverso nulla; se cerco di distrarmi, ho paura che, distraendomi, ci sia un maggior rischio che qualcosa mi vada di traverso.
Questo problema mi sta rendendo la vita un inferno perché vorrei tanto riuscire a svolgere queste azioni in maniera naturale...
Tutto questo insieme di cose mi fa sentire senza speranze, ho paura di impazzire, di non uscirne più... Gli attacchi di panico, le crisi di pianto e gli episodi di derealizzazione sono frequenti, come anche la comparsa di nuovi sintomi e conseguenti pensieri ossessivi, come la paura di avere qualche malattia, di impazzire, di avere allucinazioni e così via.
Inoltre, non avendo la possibilità di effettuare visite mediche in questo periodo difficile per tutti, non so nemmeno quanto questi sintomi siano esclusivamente di natura psicosomatica o anche organica, dato che proprio a causa della salivazione abbondante, già presente, ad esempio, mi è andato di traverso il boccone la prima volta.

Grazie per il tempo dedicatomi, spero possiate darmi qualche piccolo consiglio per distogliere l'attenzione da questi pensieri ed eventualmente allo specialista al quale rivolgermi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 NOV 2020

Gentile, si percepisce tutta la Sua angoscia da quanto scrive. Si dia la possibilità di essere accolta, con le Sua ansia e i Suoi timori, da un professionista che possa guidarLa nell'elaborazione di questo stato, la sua causa, per imparare a gestirla e risolverla, con lo sviluppo delle giuste risorse.
La soluzione al Suo malessere c'é: intraprenda un percorso psicologico che possa aiutarLa nella comprensione dei Suoi meccanismi, contenendo le Sue sofferenze, riparandole, affinché possa stare bene.
Le auguro buona fortuna e tranquillità.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1555 Risposte

840 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18150

psicologi

domande 28350

domande

Risposte 97350

Risposte