Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Assenza di orgasmo

Inviata da Stefania il 26 set 2016 Anorgasmia

Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni e ho una relazione stabile da un anno e mezzo circa. Amo moltissimo il mio compagno con il quale convivo da poco e sono serena nella nostra quotidianità. Lui è più grande di me di 12 anni ma questo credo sia ininfluente rispetto alla mia problematica, anche perché ho sempre avuto uomini più grandi. Il mio problema è l'assenza di orgasmo durante i nostri rapporti, o meglio, l'eccitazione e la lubrificazione sono presenti ma l'orgasmo no. A volte mi succede di provare poco piacere nella penetrazione, come se non mi suscitasse alcuna sensazione e il raggiungimento del piacere diventa lungo e difficile oltre che snervante. Non ho alcun tabù riguardo al sesso, non ho inibizioni o limiti di alcun tipo e soprattutto mi fido ciecamente del mio uomo. Questo problema purtroppo sta condizionando il nostro rapporto e succede spesso che lui eviti il sesso per non incappare nello stesso risultato. Il problema è che adesso anche lui arriva a perdere l'erezione durante il coito, e questo succede perché si sente frustrato..crede non meritare l'orgasmo se io non lo raggiungo insieme a lui. Siamo in crisi e ho paura che la nostra storia finisca. Grazie in anticipo per l'aiuto. Stefania

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Stefania,
i fattori che possono causare anorgasmia sono molteplici (biologici, relazionali, psicologici) ed occorre anche distinguere se si tratta di anorgasmia primitiva o secondaria.
Pertanto sarebbe utile sapere se con altri precedenti partner vi era analogo disturbo oppure no.
Occorre anche escludere problemi di carattere fisico mediante preliminare visita medico-ginecologica.
E' anche importante sapere se l'anorgasmia riguarda in modo esclusivo il rapporto sessuale (anorgasmia coitale) essendo possibile il raggiungimento dell'orgasmo con altre pratiche.
Esistono altresì cause iatrogene di anorgasmia quando vengono assunti farmaci o anche ormoni che hanno un effetto inibitorio sull'orgasmo.
Quindi, in conclusione, la cura dell'anorgasmia dipende dalla causa che ha originato il problema.
Allorchè è accertato che alla base vi è una causa di natura psicologica è consigliabile una psicoterapia individuale o di coppia rivolgendosi ad uno psicoterapeuta preferibilmente con esperienza di sessuologia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6559 Risposte

18374 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Stefania,
sono tante le possibili cause di questo suo problema, ma l'importante è non sottovalutare la sua voglia di risolverlo e di passare dal "perchè" al "come" fare per stare meglio. Le consiglio di affrontare un percorso con un collega psicologo, grazie al quale sbloccherà i sensi di colpa e le paure che la bloccano per stare meglio.
Le auguro buona giornata
Dott.ssa Ilaria Albano
Psicologo a Roma

Dott.ssa Ilaria Albano Psicologa Psicologo a Milano

269 Risposte

314 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Stefania,
la sua problematica è tutt'altro che semplice da trattare, perchè le cause dell'anorgasmia possono essere molteplici e concomitanti. La prima cosa da fare è quella di escludere fattori organici o farmacologici/ormonali: in tal caso deve rivolgersi ad un medico specialista. Escluse queste componenti, non va comunque sottovalutata una causa di origine psicologica. Bisognerebbe innanzitutto capire se è la prima volta che le capita o se anche nelle sue precedenti relazioni ha avuto questo tipo di problema; in secondo luogo se è costante o altalenante. Fatte queste premesse, ovviamente non è possibile fare per lei una "diagnosi" precisa se non all'interno di un percorso psicoterapeutico (che io le consiglio vivamente). Tuttavia, posso dirle che in molti casi l'anorgasmia è dovuta ad un retaggio culturale che interiorizziamo o a molestie (o toccamenti) subìte durante l'infanzia. Ma anche un iper controllo su se stessi (autosservazione ossessiva) può portare a non lasciarsi andare fino in fondo o quantomeno a ritardare notevolmente l'orgasmo. Chiaramente questo per il partner è una cosa difficile da capire fino in fondo, soprattutto se si protrae a lungo nel tempo. Quello che può cercare di fare con lui è di non farlo sentire colpevole, incapace e non all'altezza della situazione; ma certamente non sarà risolutivo se lei non deciderà di affrontare il suo problema con una figura competente come lo psicoterapeuta. Queste problematiche nascono dal profondo e, vista la sua natura estremamente delicata, è difficile parlarne e affrontarle. Però lei ha già infranto il primo tabù e sono fiduciosa che riuscirà a venirne a capo. Le auguro il meglio
Cordiali saluti

D.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

545 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Stefania,
penso le convenga consultare uno psicologo psicoterapeuta da sola o eventualmente in coppia perchè problemi come il suo sono risolvibili, ma occorre anzitutto una valutazione accurata da parte di un professionista.
Le segnalo che l'approccio Strategico Breve ha curato con successo problemi similari.
Se vuole approfondire è necessario un rapporto professionale attraverso una consulenza o una terapia.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

701 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Anorgasmia

Vedere più psicologi specializzati in Anorgasmia

Altre domande su Anorgasmia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20000

domande

Risposte 77750

Risposte