Apatia di coppia e improvvisa nostalgia di un amore platonico

Inviata da Fabio · 29 lug 2017 Terapia di coppia

Buongiorno,
ho 41 anni, sono sposato e abbiamo due bimbe di 6 e 2 anni. Ho sempre amato mia moglie, c’è sempre stata tra noi una profonda intesa e la piena consapevolezza di completarci a vicenda. Tuttavia, ultimamente, stiamo attraversando una fase complicata: meno passione, un secondo me eccessivo riversarsi di mia moglie sulle mie figlie, che certamente amo anch’io tantissimo ma che con le quali non ho la stessa pazienza e disponibilità che ha mia moglie (mi sento un po’ trascurato), grande stanchezza fisica da parte di entrambi, diminuzione del dialogo che ha sempre caratterizzato il nostro rapporto e conseguente diminuzione della “pazienza” che ognuno ha nei confronti nell’altro (capita di rimproverarsi per motivi futili).
In questi ultimi anni diverse problematiche hanno appesantito il nostro rapporto: problemi economici a causa di una protratta disoccupazione di mia moglie (fortunatamente adesso risolta ma con uno stipendio non ancora adeguato), difficoltà caratteriali della figlia più grande (problemi con l'inserimento alla scuola elementare, scatti di rabbia e di gelosia, regressioni che ci hanno portati a consultare uno psicoterapeuta), problemi con mia madre rimasta vedova alcuni anni fa che ha iniziato a soffre di disturbi d'ansia ed è quindi fonte di preoccupazione, la perdita improvvisa di mio padre che probabilmente non ho ancora metabolizzato a dovere.
Il motivo per cui le scrivo arriva dall'improvvisa e apparentemente inspiegabile nostalgia per una ragazza (amore assolutamente platonico, nemmeno mi sono mai dichiarato apertamente) di quando frequentavo le scuole superiori. Mi è capitato talvolta di incontrare casualmente questa persona anni fa e di parlarci, senza provare mai nessun sentimento particolare o nessun rimpianto, quando improvvisamente, alcuni mesi fa, per una banale associazione di idee e pensieri mi è tornata in mente e da quel momento faccio fatica a distorgliermene.
Mi preme sottolineare è che al di là delle difficoltà che stiamo attraversando io amo mia moglie, ho vissuto da ragazzo un paio di storie importanti ma di cui non rimpiango nulla... ma improvvisamente mi salta fuori questa nostalgia per un amore assolutamente platonico che va a offuscare un rapporto altrimenti sereno con mia moglie.
Cercando di analizzare bene la situazione, ho pensato sia dovuto alla nostalgia dell'adolescenza. Più che della persona, in sostanza, credo di rimpiangere quello che rappresenta: un periodo in cui non c’erano le preoccupazioni che sto affrontando adesso. Al limite, se posso rimpiangere qualcosa concretamente legato alla persona è la posizione agiata che lei ha raggiunto nel lavoro, in contrapposizione con la difficoltà lavorativa di mia moglie (della quale, certamente, mia moglie non ha colpa) che pesa sul bilancio famigliare dandoci incertezza per il futuro. Forse la difficoltà economica e le altre problematiche che ho citato mi portano a fantasticare su una vita diversa che avrei potuto avere con l’amore platonico, se mi fossi dichiarato, se ci fosse stato qualcosa… senza peraltro aver mai fatto nulla per sperimentarlo e senza, soprattutto, aver mai nemmeno avuto un simile desiderio.
Vorrei un parere in merito, unito anche a un consiglio su come uscire da questo “martellamento emotivo” e poter affrontare meglio le situazioni che si presentano nella mia vita. Oltre naturalmente a godermi il bello che ho dalla vita (moglie, figli) nonostante i problemi che, come accade nell’esistenza di ognuno, la caratterizzano.
Grazie e cordiali saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 OTT 2017

Gentile Fabio,
è passato diverso tempo dal giorno in cui ha posto questo quesito e non so se la situazione da lei descritta in estate sia la stessa o si sia modificata. Mi riallaccio dunque alle sue parole, sperando che possano non essere più attuali.
Lei ha fatto una molto puntuale, profonda e pertinente analisi di ciò che questa nostalgia possa significare per lei. Quello che sembrerebbe emergere infatti (come ha descritto anche lei), è una nostalgia per periodi più spensierati e meno densi di avvenimenti difficili. In questi ultimi anni ha vissuto una serie di situazioni complicate da gestire e problematiche emotivamente, ed è normale che in un certo qual modo la sua mente corra a periodi in cui tutto ciò non c'era. Parlava di associazione di idee che le ha fatto tornare in mente quella ragazza, quale è stata l'associazione?
Per provare ad affrontare meglio l'apatia che caratterizza la sua vita di coppia, potrebbe inizialmente provare a ritagliare degli spazi per voi due in momenti relativamente più tranquilli nei quali dedicarvi ad attività che amate e che magari non avete più coltivato, lasciando momentaneamente fuori (o almeno provandoci) le preoccupazioni quotidiane.

Resto a disposizione

Dott.ssa Raso Rossana

Dott.ssa Rossana Raso Psicologo a Aosta

76 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte