Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ansie , riusciro' a tornare a vivere bene?

Inviata da Laura baggio il 2 ott 2017 Ansia

Buonasera, negli ultimi mesi ho vissuto intense e varie tipologie di ansie come mai prima d'ora. mi hanno spaventato molto facendomi pensare di essere gravemente malata. ho ripreso a frequentare la psicologa la quale vedendomi davvero al limite e avendo perso il sonno mi ha prescritto delle leggere dosi di xanax. Questo mi ha permesso di dormire ma al risveglio le mie ansie erano sempre li ad aspettarmi. ho provato ansia per tutto, non solo alla guida da sola come già in passato mi era capitato ma anche nel trovarmi sola in e fuori casa, ansia in luoghi affollati, nei piani alti, ma anche sotto il livello strada in metropolitana (avevo l'impressione di soffocare). ansia negli spostamenti, nel uscire di casa e nel viaggiare cosa che ho sempre amato, in ufficio, con i famigliari e il fidanzato. ho seguito la terapia con il farmaco per poco, credo che in questo caso il farmaco non poteva risolvere il mio problema ma solo alleviarlo momentaneamente. mi sono documentata maggiormente ho approfondito le mie conoscenze in questo campo e ho capito di non essere sola, sbagliata, malata e che molto spesso l'ansia è un indicatore che ci mette in allerta e spesso può essere il mezzo per farci conoscere qualcosa in più di noi stessi e migliorarci. Con il senno di poi facendo un rapido bilancio dell'ultimo anno posso individuare facilmente le cause per cui si siano scatenate (nuovo fidanzato che ha spinto sul acceleratore sin da subito parlando di matrimonio, figli, trasferimenti - viviamo a 45 minuti di strada- , insoddisfazione lavorativa, sentirmi spesso sola e depressa, non coltivare più qualcosa di interessante per me, e lo scoccare dei 30... traguardo che vedevo sempre lontanissimo e non volevo affrontare, e dove da piccola mi immaginavo già sposata e con figli (figli che ora penso di non volere).
ORA le cose vanno meglio, sono più tranquilla e riesco a gestire e interpretare meglio le mie ansie, anche se hanno lasciato qualche strascico... ho paura che le cose possano degenerare nuovamente e spesso mi tormentano dei tarli esistenziali sulla vita, il mondo, il giorno e la notte (che vivo ancora con più difficoltà) pensieri su chi sono io e cosa dovrei fare della mia vita, vedo il mondo diverso da come mi appariva fino a pochi anni fa dove non mi spaventava nulla, più cerco di non pensarci più ci penso e so che così facendo mi faccio del male da sola...
vorrei trarre un gran insegnamento da tutto ciò, lasciarmi tutto alle spalle e abbandonarmi serenamente all'idea che sono davvero cresciuta non sono più la ragazzina che vorrei essere...
come posso abbandonarmi a vivere bene nel quotidiano e smetterla di farmi pensieri e domande esistenziali a cui forse nessuno sa rispondere?

Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Laura,
già porsi delle domande e arrivare a delle considerazioni importanti come le tue, è indice di crescita e volontà di cambiare positivamente la propria vita.
Tuttavia, nonostante la sintomatologia ansiosa pare si sia attenuata (anche qui è opportuno capire da quanto non è più presente), mi sento di consigliarti di proseguire il tuo percorso psicologico o, qualora non lo stia facendo, di iniziarne uno, in modo da capire meglio e affrontare le dinamiche che sono presenti e continuare, insieme ad un professionista, la sua crescita personale. Questo anche con lo scopo di monitorare la sintomatologia ansiosa ed evitare recidive.
Un caro saluto,
Dott.ssa Monica Di Giambattista

Dott.ssa Monica Di Giambattista Psicologo a Giulianova

39 Risposte

77 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Laura, premesso che la risposta fornita attraverso il sito non sostituisce un intervento psicologico con una persona esperta, fornisco il mio punto di vista, sperando che possa esserti di aiuto.
Rispetto agli eventi che ci racconti, è importante fermarsi e prendersi del tempo per sentire cosa vuoi davvero, se gli obiettivi che ti sei data corrispondono a qualcosa che senti tu nel profondo o se, come a volte accade, sono il frutto di schemi inconsci che derivano dalle influenze culturali, familiari ecc. ma che possono essere in conflitto con la nostra natura più profonda.
Come sai, l’insorgere di stati d’animo disturbanti, quali possono essere l’ansia, i timori, le indecisioni, rappresenta un aspetto con cui dobbiamo imparare a fare i conti, perché spesso essi ci accompagnano durante le varie fasi della nostra vita. Allora il tema è come non farsi sovrastare da questi stati d’animo che, ripeto, fanno parte di noi, al pari di quelli positivi. Occorre imparare a far sì che la nostra mente non venga assorbita da quello che non va.
Un modo per trasformare le afflizioni che ci portiamo dentro è riconoscerle, accoglierle, dialogare con loro. Chiamiamo a noi la tristezza, l’ansia, la disperazione, ci sediamo e parliamo con loro.
Ma prima di fare ciò è importante, anche attraverso un percorso psicologico, sviluppare una solida presenza mentale che faccia sì che non ci identifichiamo con gli stati d’animo che di volta in volta sorgono da dentro di noi, in modo da mantenere le distanze e la lucidità necessaria per vedere che in questo momento magari emerge la tristezza o l’ansia o la disperazione, ma noi non siamo tutto ciò, siamo qualcosa di più e proprio per questo possiamo esaminarne il significato, cogliere il messaggio profondo di tutto questo nella nostra vita attuale e trasformarli.
Attraverso un percorso con una persona esperta, puoi farti supportare nei momenti di difficoltà e pian piano sviluppare quelle attitudini che servono per trasformare la sofferenza, apprendere a vivere con quella rilassatezza esistenziale che ti porta ad assaporare i vari momenti della vita, ascoltando ciò che più ti fa stare bene, facendo spazio a ciò che è in linea con te, lasciando andare quello che non lo è più.
Dott.ssa Stefania D'Ambrosio; Milano

Anonimo-168532 Psicologo a Milano

2 Risposte

1 voto positivo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Laura,
se la terapia l'ha portata a fare riflessioni così significative e profonde, riducendo contemporaneamente l'ansia e le fobie che la perseguitavano, direi che ha fatto un buon lavoro.
Le suggerisco di continuare con la sua terapeuta, al fine di affrontare i dubbi e le insicurezze che permangono ed attivare le strategie adeguate per attivare ulteriori e significativi cambiamenti.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1280 Risposte

1098 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Laura, premesso che la risposta fornita attraverso il sito non sostituisce un intervento psicologico con una persona esperta, fornisco il mio punto di vista, sperando che possa esserti di aiuto.
Rispetto agli eventi che ci racconti, è importante fermarsi e prendersi del tempo per sentire cosa vuoi davvero, se gli obiettivi che ti sei data corrispondono a qualcosa che senti tu nel profondo o se, come a volte accade, sono il frutto di schemi inconsci che derivano dalle influenze culturali, familiari ecc. ma che possono essere in conflitto con la nostra natura più profonda.
Come sai, l’insorgere di stati d’animo disturbanti, quali possono essere l’ansia, i timori, le indecisioni, rappresenta un aspetto con cui dobbiamo imparare a fare i conti, perché spesso essi ci accompagnano durante le varie fasi della nostra vita. Allora il tema è come non farsi sovrastare da questi stati d’animo che, ripeto, fanno parte di noi, al pari di quelli positivi. Occorre imparare a far sì che la nostra mente non venga assorbita da quello che non va.
Un modo per trasformare le afflizioni che ci portiamo dentro è riconoscerle, accoglierle, dialogare con loro. Chiamiamo a noi la tristezza, l’ansia, la disperazione, ci sediamo e parliamo con loro.
Ma prima di fare ciò è importante, anche attraverso un percorso psicologico, sviluppare una solida presenza mentale che faccia sì che non ci identifichiamo con gli stati d’animo che di volta in volta sorgono da dentro di noi, in modo da mantenere le distanze e la lucidità necessaria per vedere che in questo momento magari emerge la tristezza o l’ansia o la disperazione, ma noi non siamo tutto ciò, siamo qualcosa di più e proprio per questo possiamo esaminarne il significato, cogliere il messaggio profondo di tutto questo nella nostra vita attuale e trasformarli.
Attraverso un percorso con una persona esperta, puoi farti supportare nei momenti di difficoltà e pian piano sviluppare quelle attitudini che servono per trasformare la sofferenza, apprendere a vivere con quella rilassatezza esistenziale che ti porta ad assaporare i vari momenti della vita, ascoltando ciò che più ti fa stare bene, facendo spazio a ciò che è in linea con te, lasciando andare quello che non lo è più.

Anonimo-168532 Psicologo a Milano

2 Risposte

1 voto positivo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buon giorno laura i problemi che ha elencati sono molto comuni nei disturbi d'ansia, per questi tipi di problematiche la terapia che ha una maggiore efficacia e in minore tempo e la terapia cognitivo- comportamentale. Se deciderà intraprendere un breve percorso di psicoterapia possiamo provarci insieme. Dott.cassisa Alessandro

Dr. Alessandro Cassisa Psicologo a Parma

8 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Laura Baggio,volevo complimentarla per le sue capacità narrative e introspettive.Capisco che lei ci sia prefissata degli scadenze e ,l'ansia sia legata ai suoi aspetti perfezioniste(non le basta mai l'impegno che ci mette in ogni cosa)Credo che delle sedute di EMDR la aiuterebbero a focalizzare a quali esperienze sono legate questi aspetti del suo carattere.Buona giornata

Dott.ssa Brandào Veronica Psicologo a Legnano

6 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Laura,
a volte quello che si presenta come pensieri ricorrenti, è un tentativo di gestione di emozioni e stati d’animo difficili da focalizzare.
Lei dice che si manifestano da alcuni mesi, perciò sarebbe utile tornare ai mesi addietro e ricostruire che situazione viveva in quel periodo.
Gli eventi attivanti possono essere i più svariati, legati alla costruzione, al mantenimento o alla rottura di una relazione sentimentale, come anche alla presa di consapevolezza di qualche difficoltà e limite personale o di una persona importante.

Dott.ssa Patrizia Mattioli

Dott.ssa Patrizia Mattioli Psicologo a Roma

79 Risposte

32 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Laura, un giorno uno sperimentatore decise di comprendere il comportamento della pulce. ovvero, le tolse una zampetta e disse alla pulce di saltare, la pulce saltò e lui annotò la pulce senza una zampa salta. Poi le tolse la senconda zampetta e ordinò alla pulce di saltare e la pulce saltò ,quindi lo sperimentatore annotò che la pulce senza due zampe salta. In seguito fece cosi anche per la terza zampetta e la pulce saltò. In conclusione tolse la quarta ed ultima zampetta e ordinò alla pulce di saltare. La pulce purtroppo non saltò.Quindi lo sperimentatore scrisse la pulce senza quattro zampe è diventata sorda.

Dott. Davide Perrone Psicologo a Torino

87 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Laura, lei porta dolore e paura nelle sue parole. Si capisce bene come questa ansia sia invalidante per la sua vita e quanto lei sia preoccupata da ciò. Credo che riprendere un percorso terapeutico sia indispensabile, per affrontare senza indugi le sue problematiche. I cambiamenti che cita sono sicuramente all'origine di una sua destabilizzazione,ma non credo vada accettata una qualità della vita così macchiata dal dolore. Non si attacchi o si metta a ripensare alla sua vita,non la aiuta. Aiuta invece capire cosa si è mosso in lei da farla stare così male. Il dolore si combatte non va subito. I miei migliori auguri. A disposizione dottoressa Giulia Piana Milano

Dott.ssa Giulia Piana Psicologo a Milano

79 Risposte

95 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Si non hai nulla di sbagliato, ma terminare di farsi delle domande é direttamente proporzionale al suo stato di ansia. L'ansia é qualcosa che non ti da pace fino a quando non comprendi emotivamente chi sei e cosa vuoi. Le pastiglie non servono, entrare in chi sei davvero e quali sono le cose che ti fanno male di cui sei consapevole e soprattutto meno consapevole fa tutta la differenza del mondo. Hai già iniziato a farlo ora occorre una persona e un metodo che ti sostiene e che ti permette di fare i passi utili verso di te e verso il mondo per farti star bene, bene anche quando le cose nn vanno come vuoi perché puoi sostenerti e fidarti di chi sei.

Psicoterapeuta Davide Milanese

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

194 Risposte

56 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Laura,
Ciò che sta sperimentando è con ogni probabilità stimolato dai cambiamenti esistenziali di questo suo periodo. La vita ci mette di fronte non solo a difficoltà esterne ma anche a quelle con noi stessi per darci la possibilità di divenire presenti e consapevoli del significato della nostra vita e del valore profondo ed autentico che ha, al di là di ogni abitudine e/o tradizione.
Il percorso psicologico che sta facendo è importante e le suggerirei di inserire delle strategie di corteggiamento per gestire le paure.
Terapia breve strategica è un valido aiuto per uscire dalle trappole mentali che noi stessi, paradossalmente, ci creiamo nello sforzo di risolvere i nostri problemi.
Per ciò che ha scritto si evince che è una persona ricca di risorse: questo è il tempo di usarle nei modi e nei tempi giusti.
Con forza viva le auguro altrettanta forza viva.
Dottoressa Paola De Marco

Dott.ssa Paola De Marco Psicologo a Mestre

47 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

buongiorno Laura, il suo è un momento di passaggio di vita . Riorganizzare il presente per avere chiaro il futuro. A volte è necessario affrontare questo problema con tecniche specifiche ed approfondire i punti di vlocco con test di personalità per procedere verso il miglioramento. A disposizione buona giornata
Dott.ssa Ornella Convertino

Dott.ssa Ornella Convertino Psicologo a Lissone

10 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Laura,
il percorso iniziato mi sembra abbia dato buoni risultati con miglioramento della sintomatologia ansiosa.
Ora lei non specifica se esso è ancora in corso di svolgimento, sarebbe opportuno proseguire.
Porsi alcune domande esistenziali forse è parte del processo inerente la propria crescita personale.
Resto a disposizione
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2488 Risposte

2084 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera.
Le consiglierei un percorso psicologico per affrontare le sue ansie e sconfiggerle. Se è vero che non si può eliminare l'ansia, è anche vero che si può conoscere il suo meccanismo e imparare il modo per gestirla. Potrà cosi tornare a vivere serenamente.
Saluti
Dott.ssa Citarei Federica

Dott.ssa Federica Citarei Psicologo a Terni

17 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Laura,
il processo di crescita, i cambiamenti, le nuove responsabilità sono sicuramente fattori che possono creare ansie e paure. Mi sembra positivo il fatto che lei voglia capirne di più e migliorarsi. Un percorso psicologico potrebbe essere utile a trovare risposte o nuove domande.
Saluti

Dott.ssa Rossana Curatolo Psicologo a Pogliano Milanese

41 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15650

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 79100

Risposte