Ansia, stress, attacchi di panico

Inviata da Vixy · 31 lug 2020

Il 7 marzo con l’inizio del Covid-19, ho avuto la sera una sensazione di blocco al petto, sensazione di mancanza d'aria, subito ho pensato di essermi beccato il Covid. Giorno dopo giorno ho sempre somatizzato il problema, mettendo in circolo pensieri ipocondriaci, purtroppo non trovandomi a casa con i genitori ma proprio fuori regione dove frequento la mia università, è stato ancora di più problematico. Non riuscivo a dormire, avevo paura tutte le h24 di essermi ammalato. Non riuscivo a fare niente. Solo dopo 10 giorni siccome avvertivo ancora quei sintomi, ho fatto tutte le analisi del caso, ma niente, tutto ok fortunatamente, sia rx torace, spirometria, saturazione, ma io ero convinto e dicevo che non respiravo perché avvertivo quella sensazione. Il mio medico curante a distanza purtroppo non ha proprio minimamente pensato che poteva essere ansia/attacco di panico. Dopo qualche giorno dopo essermi tranquillizzato con il respiro, la frequenza cardiaca si era alzata e mi sono preoccupato nuovamente, ho fatto elettrocardiogramma ed eco cardiogramma e tutto ok anche questa volta, ma sempre il solito, ero convinto di avere qualcosa, è da4 mesi che oramai vado avanti così, fino a qualche giorno fa ad esempio percepivo le gambe in maniera strana, una sensazione di spossatezza. Anche qui ho fatto una elettromiografia ed è tutto ok. Sto passando da una parte del corpo ad un'altra. Attenuate leggermente tutte queste sensazioni, ora mi sembra di avere i sintomi della depersonalizzazione. Posso dire che il disagio è presente h24, però nonostante tutto, riesco a fare tante cose della mia vita pre Covid-19, anche se mi crea fastidio fare tutto con una depersonalizzazione/ansia appresso. Volevo chiedere se fosse normale che ho questo disagio dopo tutti questi giorni di “paura che ho passato” e se è normale che duri h24 fatta eccezione nelle ore di sonno che da 1 mese a questa parte ho ripreso. Un’altra sensazione che mi porto avanti ultimamente è quella di svegliarmi al mattino con testa pesante, stordito e sensazione di vuoto. Ho iniziato un percorso di psicoterapia da 2 mesi e devo dire che alcuni miglioramenti ci sono stati, ma la sensazione di confusione, di depersonalizzazione persistono sempre. Inoltre volevo chiedere se fosse normale che dopo tu questo periodo ora ho la sensazione che la giornata mi duri di più, le cose che ho fatto il giorno prima le sento distanti ed alcune volte faccio fatica a ricordare cose magari che si sono fatte durante la settimana. Riuscirò mai a ritornare la persona che sono sempre stato prima di questo periodo? Una specie di computer umano. In più cosa mi consigliate di poter fare per poter risolvere il problema del tutto? Oramai sono 5 mesi che vivo così.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19000

psicologi

domande 30550

domande

Risposte 104850

Risposte