Ansia senza limiti

Inviata da Danilo · 2 feb 2017 Ansia

Sono un ragazzo alle soglie dei 40 e ho un problema di ansia. Sono sempre stato un tipo un po' ansioso e apprensivo, ma ultimamente questa mia tendenza è esplosa.
Per tutta la mia giovinezza non ho mai avuto alcuna responsabilità, non lavoravo e vivevo con i miei genitori, ero abbastanza tranquillo. Con la vita lavorativa, i problemi iniziarono, in particolare per quanto riguarda il sonno, sempre più spesso passavo le notti in bianco. Tre anni fa, le cose cominciarono a peggiorare parecchio quando mi dovetti anche trasferire, per il primo lavoro stabile della mia vita, a Milano. Il mio nuovo lavoro comportava responsabilità molto più gravose di quelle che avevo avuto in precedenza, e inoltre dovevo occuparmi da solo di tutte le faccende domestiche, che mi creavano parecchi grattacapi (vivevo in un monolocale piuttosto "diroccato"). Ricordo di aver passato parecchie notti in bianco pensando ai problemi che avrei dovuto affrontare il giorno dopo. Il risultato era che durante la settimana andavo parecchio in debito di sonno, e il venerdì ero costretto a prendere armi e bagagli e tornare dai miei genitori, per passare il weekend a dormire.
Lo scorso anno riuscii a farmi trasferire nella mia città. Avevo così lo stesso lavoro ma a ritmi decisamente più blandi e sostenibili di quello che avevo a Milano, e potevo tornare a vivere dai miei genitori. Le prime settimane furono molto serene, sembravo aver trovato il mio equilibrio. I problemi sorsero poi.
Dopo qualche settimana, ho cominciato a diventare iper-ansioso. Non c'è giorno in cui non trovi qualcosa per preoccuparmi e, se riesco a risolvere un mio problema, ne trovo immediatamente un altro. Una mia fobia particolare, sul lavoro, è quella di venire puniti molto duramente per un mio piccolo errore o addirittura senza che abbia alcuna colpa. Un giorno, per esempio, quando ho saputo che con il nuovo anno sarebbe arrivato un nuovo direttore nel mio ufficio, ho cominciato a temere che mi avrebbe licenziato o trasferito, senza però avere alcuna evidenza che questo pericolo sia realistico. Di fronte a un minimo problema di salute incomincio a sentirmi un invalido cronico senza possibilità di guarigione. Ma vi è di più: qualche giorno fa, per esempio, sono scappato alla vista di due poliziotti perché avevo paura che, scambiandomi per qualcun altro, mi potessero arrestare o sparare addosso. Inutile dire che esco sempre più raramente di casa. Grazie dell'attenzione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 DIC 2018

Caro Danilo,
la sua ansia mi sembra legato alla sua difficoltà ad accettarsi adulto con tutto ciò che questo comporta. Provi ad effettuare una terapia con uno psicologo per vedere chiaro dentro di sé.

Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

731 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 FEB 2017

Caro Danilo, questo sintomo sono davvero invalidanti. Lei ha bisogno di un bel percorso terapeutico che le sia gli strumenti per cercare sicurezza e padroneggiare l' ansia capendone la causa reale che è interna a lei. La consiglio di rivolgersi a uno specialista della sua zona. Cordialmente
Dott.ssa Valentina Belbusti

Dott.ssa Valentina Belbusti Psicologo a Fano

29 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte