Ansia provocata da una famiglia tossica. Come agire?

Inviata da Luigi Castrignanò · 9 nov 2020

Salve,
Sono un ragazzo di 25 anni che ha bisogno di aiuto. Premetto di essere stato già in terapia perché la tristezza predominava e influenzava la mia vita e ciò non lo sopportavo perché tendevo ad isolarmi, a non apprezzare ciò che mi circondava e quindi avevo timore di scoprire e di vivere. Repulsione verso il mondo, direi.
In terapia ho scoperto che questo era determinato dal fatto che i miei genitori siano stati passivi, assenti, incapaci di dimostrarmi amore. Ho interrotto volontariamente la terapia perché ho avuto la possibilità di andarmene via di casa con un mio amico per un periodo limitato. Avevo la grande occasione di vedere come reagiva il mio corpo e la mia mente alla lontananza dai miei genitori.
Nonostante un iniziale "assestamento", sono stato da Dio. Non avevo più i timori che mi inondavano il cervello inutilmente e stavo scoprendo la tanto cercata "bellezza di vivere". Sono ritornato a casa pensano "non mi farò influenzare più dai miei" ma pian piano accadeva tutt'altro : pancia gonfia come ai vecchi tempi, mente che girava ininterrottamente a cercare una soluzione che non c'era, dubbi esistenziali sul fatto "sto dicendo questo perché lo penso veramente o perché quest'ansia mi offusca il cervello e mi fa prendere decisioni sbagliate?".
Detto questo : non so veramente se riprendere la terapia o se la panacea dai mali sarebbe la lontananza dai miei genitori. Non so come agire.
Grazie in anticipo, complimenti per la vostra pagina

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 NOV 2020

Buongiorno Luigi,
comprendo la situazione ed immagino quanto possa essere difficile affrontarla da soli. Penso che possa utile, avendo già avuto benefici in passato, riprendere la terapia. Penso che sia giunto il momento che impari a sentirsi in diritto di mettersi al primo posto.
Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico con lo stesso professionista o nuovo.
Rimango a disposizione
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1663 Risposte

1196 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 NOV 2020

Salve Luigi,
Seguendo la sua richiesta mi sembra che a un certo punto abbia umanamente sentito un bisogno di staccarsi dalla propria famiglia e mettersi alla prova con le proprie forze; questo può averle provocato una certa soddisfazione verso sé stesso, una "bellezza del vivere" come lei dice giustamente. E immagino abbia anche rafforzato la sua fiducia in sé.
Tornando a casa si è proposto di non farsi più "influenzare", tuttavia le vecchie dinamiche relazionali si riattivano in ogni caso; e se sente veramente questo bisogno di autonomia, immagino che tornare a vivere con i suoi genitori dev'essere per lei ora molto difficile.
Non facile comunque darle una risposta esaustiva, le vorrei fare molte domande: vorrei capire meglio perché ha interrotto la terapia; qual è la relazione della terapia con l'andare via di casa; vorrei capire meglio questa "bellezza del vivere" di cui parla (e che mi ha colpito molto) in contrapposizione all'ansia e alla repulsione verso il mondo.
Ciò che mi sento di dirle è di fidarsi di ciò che sente e di seguirlo.
Un caro saluto,
dott. Dentella

Dott. Dario Dentella Psicologo a Padova

7 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 NOV 2020

Caro Luigi, credo sia saggio riprendere la terapia per darsi la possibilità di svincolarsi dalle figure genitoriali e continuare con l'elaborazione dei vissuti, ancora non del tutto consapevoli in sé, che Le causano malessere.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1614 Risposte

891 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 33950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20250

psicologi

domande 33950

domande

Risposte 116000

Risposte