ANSIA PERENNE UNIVERSITÀ

Inviata da Sara · 11 lug 2018 Ansia

Salve, ho 21 anni e sono al secondo anno di Farmacia. Ho scelto questa facoltà perché la professione del farmacista mi appassiona. La mia università dista circa 60 km da casa mia e tutti i giorni viaggio con il treno, forse per questo, il primo anno non sono riuscita a dare tutti gli esami ma ero molto serena. I veri problemi sono iniziati qiest’anno, in quanto mi sono arenata per preparare un esame, ho sviluppato un’ansia indescrivibile che mi toglie sonno, appetito, voglia di vivere... il secondo anno è quasi terminato ed io non ho fatto nessun esame di esso, solo due del primo. Adesso ho tantissima difficoltà a studiare, mi sento inadatta, mi sveglio con la tachicardia è tutta la mattina essa non va via, spesso ho visioni catastrofiche del mio futuro, ho paura di avere un principio di depressione soprattutto perché, la facoltà è molto difficile e pensare a tutti gli esami che dovrò affrontare mi mette ancora più ansia del dovuto. Ho anche pensato di lasciare dato che non mi sento portata per niente ma so che starei comunque male a non fare nulla a casa. Ho iniziato un percorso di psicoterapia, non so se accettare qualche farmaco per combattere almeno la tachicardia... ho tantissima paura per il mio futuro, mi vergogno a non conseguire una laurea e mi sento un peso enorme per i miei genitori costretti a vedermi così e a tenere una buona a nulla in casa. Loro sono persone splendide.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 LUG 2018

Cara Sara,

la sua è una situazione non infrequente, ansia da prestazione, e conseguenti crisi di motivazioni ed autostima (e magari, come dice lei, anche qualche vissuto depressivo; ma attenzione a parlare di depressione, che è un'altra cosa) non sono rare alla sua età.
Detto questo, il fatto che non siano infrequenti non le rende meno bloccanti e fastidiose per il proprio percorso e per la propria vita attuale, capisco il suo desiderio di dare una svolta, cambiare.
Ha fatto bene ad intraprendere un percorso di psicoterapia, continui e abbia fiducia, perché potrebbe essere molto utile, restituendole più di quanto abbia smarrito in quest'anno. Per quanto riguarda i farmaci lei scrive " non so se accettare qualche farmaco": significa che qualcuno glieli ha proposti? In tal caso, ma anche se nessuno glieli avesse proposti, non c'è niente di male! Possono essere molto utili. I farmaci solo in rari casi possono sostituire la psicoterapia, ma sono molto efficaci nel alleviare i sintomi di ansia, tristezza e immobilità, e facilitare il percorso terapeutico (quindi in parallelo con la psicoterapia). Si affidi a medico e psicologo!

Un grande in bocca al lupo,

Dott. Paolo Zandomeneghi

Dott. Paolo Zandomeneghi Psicologo a Rovereto

51 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 LUG 2018

Cara Sara
Mi sembra che generalizzi un po' troppo.. pensi che Farmacia non ti interessi, ma invece di ammettere a te stessa di aver commesso un errore, non cerchi di trovare un'alternativa fattibile, cambiado semplicemente facolta'.
Due esami li hai sostenuti. Ma non consideri la fatica dello studente fuori sede e non ipitizzi di modificare la tua situazione, cambiando semplicemente abitazione cone molti studenti fanno.
I farmaci aiutano ma non risolvono I motivi, per cui ti consiglio di rivolgerti a un bravo psicoterapeuta che ti aiuti a prendere decisioni utili per te stessa e non a,sfuggire dai problemi, estremizzando tutto.

Insomma, hai bisogno di fare chiarezza e in questo ti puo aiutare il servizio di orentaiemeno dell'Universita
Ditt.ssa Paola Federici. Psicologa psicoterapeuta, consigliere di orientam scol e prifessionale
Ricevo a Binasco (Mi) e Rapallo Ge)

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 LUG 2018

Gentile Sara,
Da come descrivi i tuoi genitori sembrerebbero in grado di accogliere le tue difficoltà e forse di supportarti in un percorso psicologico che ti permetterebbe di abbassare l'intensità dell'ansia e di dare un significato più costruttivo alla tua vergogna.

Rimango a disposizione per chiarimenti,
Saluti
Dott.re Lorenzetto Claudio
Psicologo psicoterapeuta

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

353 Risposte

118 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte