Ansia, ipocondria e perdita del controllo

Inviata da Alee · 16 set 2020

Salve
Sono un ragazzo di 22 anni
Recentemente ho avuto problemi ad andare al bagno, ma nonostante non sia risultato niente di grave non sono riuscito a calmarmi. Probabilmente ho il colon irritabile, difatti riscontro modificazioni nella andare di corpo ogni volta che mi agito. Tutto è iniziato dopo le mie ansie per l università. Ultimamente stavo migliorando con l umore ma dopo aver letto sintomi su internet ho cominciato ad urinare di continuo convincendomi di essere malato alla prostata. Il mio problema è che sono consapevole che tutti questi problemi sono collegati a stress ed ansia ma non riesco a convincermi a pieno. Anzi, sapere che sono causa del mio male mi fa ancora più paura. Sono disperato, a volte mi sento un peso, in più scarico i miei problemi piangendo di continuo facendo preoccupare la mia ragazza, unica persona in grado di farmi calmare facendomi vivere alcune ore di pace e tranquillità. A volte ho quasi voglia di togliermi la vita, ma sono troppo codardo per farlo. Mi sento come stessi precipitando in un vortice. Aiuto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 SET 2020

Salve Ale,
dalla sua descrizione del problema e dalla sofferenza che questo le crea credo che sia davvero importante consultare uno psicologo/psicoterapeuta in grado di fare luce sul problema così da poter avere anche lei un idea chiara della condizione che l'affligge. A volte siamo convinti erroneamente di conoscere i nostri problemi e questo ci porta a dargli nomi sbagliati e interpretarli in maniera disfunzionale, con la conseguenza di entrare appunto in un circolo vizioso estenuante di pensieri negativi e del tutto irrazionali ai quali si tende a dare retta e prenderli per veri e reali. Tutto questo incrementa la nostra sensazione di sconforto e paura. In poche parole Ale il mio consiglio è quello di affidarsi a una persona competente che sono sicura potrà aiutarla a stare meglio.

Un caro saluto
Dott.ssa Elena Andreea Moldovan-Psicologa online

Dott.ssa Elena Andreea Moldovan Psicologo a Arezzo

5 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 SET 2020

Ciao Ale, si comprende la sofferenza che provi dalle tue parole. Avere angosce relative alla propria salute può far cadere la persona in un vero circolo di pensieri ripetitivi e senza soluzione. Paradossalmente quando si instaurano pensieri ripetitivi e di questo tipo le rassicurazioni esterne che tu cerchi riguardo ai tuoi sintomi non basteranno mai a tranquillizzarti veramente, anzi semmai corri il rischio di creare nuovi assillanti dubbi, in un ciclo infinito che porta ad un vero esaurimento di ogni energia. Ti suggerisco vivamente di iniziare un percorso psicologico nel quale tu possa essere accolto e superare questo inferno che ti sei trovato a vivere. Probabilmente ciò che ti spinge a cercare continuamente nuove malattie da temere e nelle quali riconoscerti, è uno stato emotivo di sofferenza che non riesci ancora a riconoscere, ma di cui avverti la presenza inquietante. Questo ti può portare a cercare all'esterno le fonti della tua paura.
Ti suggerisco, nei momenti in cui sei più in crisi ti concentrarti unicamente sulla tua angoscia, provando a non concentrati sul motivo che pensi possa averla scatenata. E stai nell'emozione negativa.

Un saluto

Jacopo Giuntini, Psicologo a Firenze e online

Dott. Jacopo Giuntini psicologo Psicologo a Firenze

8 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85650

Risposte