Ansia, ipocondria e ossessioni

Inviata da Giulia · 25 set 2017 Ansia

Buongiorno,
Da circa un mese e mezzo, è iniziato per me un periodo strano. A seguito di un incidente ho iniziato ad avere una forte ansia che rispetto al passato, si manifestava con un senso di estraneità e di non essere. Per esempio mi guardavo allo specchio e mi sentivo distante dal mio corpo, non mi sentivo più me stessa. Poi mi ponevo delle domande a livello esistenziale del tipo.. sono io? Lei è veramente mia mamma? Sto camminando vermante? Cose di questo genere che mi spaventano a morte. Ad un certo punto mi sembra di impazzire. Ho paura proprio di diventare pazza. Da grande ipocondria che sono, sono poi andata su internet a vedere di cosa si trattasse ed è venuto fuori: derealizzazione. Ora, a distanza di un mese e mezzo non ho più attacchi forti di ansia (le prime due settimane non riuscivo a mangiare, infatti sono dimagrita 6kg, ma ora mangio) anche perché ho iniziato ad andare da uno psicologo che ha riscontrato un disturbo fobico ossessivo. Ora mi ritrovo a non aver voglia di far niente, sempre nervosa e a volte penso che la vita non abbia senso. E ho paura che se non mi passa un giorno diventerò pazza e non ce la farò più a vivere. Mi sento veramente distante dal mondo che mi circonda. Può essere che ora io stia attraversando un momento di depressione? Grazie a chi risponderà

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 SET 2017

Salve Giulia,
da quello che so io, i disturbi dissociativi (tra cui la derealizzazione che lei menziona) possono essere associati ad eventi traumatici. Sicuramente quello che le è accaduto ha avuto un forte impatto su di lei e sul suo senso di stabilità. E' possibile che questo evento imprevisto l'abbia fatta sentire particolarmente vulnerabile proprio perché non poteva essere pianificato e tenuto sotto controllo.
Ha fatto bene a chiedere aiuto a un collega. Le consiglierei di dedicare maggiore attenzione al suo presente, perché sembra che da quello che è accaduto lei sia sbilanciata o sul passato (l'incidente) o sul futuro visto con la lente del passato (quello che può accadere a lei a causa di ciò che è successo). Forse potrebbe dunque concentrarsi sul presente e sulle cose concrete del presente, per avere una maggiore serenità e senso di controllo. Concentrarsi su un futuro spaventoso e imponderabile (diventare pazza) di certo non può aiutarla a ritrovare la sua tranquillità perduta.
In bocca al lupo per tutto!
Dott.ssa Giovanna Susca - Bari e Barletta

Dott.ssa Giovanna Susca - Psicoterapia, Psicologia dello Sport Psicologo a Barletta

70 Risposte

97 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27700

domande

Risposte 95400

Risposte